Spostamenti tra regioni in auto o treno e voli da e per l’Italia: dove possiamo viaggiare?

  • 28
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
    29
    Shares

Dal 3 giugno in Italia sono nuovamente consentiti gli spostamenti tra regioni in auto o treno, e inoltre è stato abolito l’obbligo di quarantena per volare in l’Italia dall’area Schengen. Vediamo nel dettaglio tutte le principali notizie aggiornate e misure da tenere a mente per rimettersi in viaggio.

Si torna lentamente alla normalità e molti paesi stanno revocando le restrizioni agli spostamenti, a partire dall’Italia dove è nuovamente possibile muoversi tra regioni differenti, senza autocertificazioni e per qualsiasi motivo, anche per turismo.

In molti paesi europei pian piano stanno riaprendo i confini e molte nazioni toglieranno l’obbligo della quarantena all’arrivo.

Spostamenti tra regioni treni voli Italia Europa

Vediamo dunque quali sono le regole per gli spostamenti tra le regioni italiane in auto o treno, le misure adottate dagli altri stati europei per poter viaggiare anche all’estero nei prossimi mesi estivi e le compagnie aeree che voleranno da e per l’Italia.

Spostamenti tra regioni italiane

Nessun obbligo di autocertificazione e spostamenti liberi tra le regioni dell’Italia, anche per turismo; questa è la grossa novità a partire dal 3 giugno, che permette a tutti di muoversi da una regione all’altra, per tornare ad abbracciare i propri cari e perché no, fare un viaggio dopo tutto questo tempo chiusi in casa.

Ma ci sono alcune regole da osservare per potersi mettere in viaggio, a seconda del mezzo di trasporto utilizzato.

Viaggi in auto

Se volessi utilizzare l’auto per gli spostamenti tra regioni differenti, potrai farlo senza obbligo di mascherina solamente nel caso in cui sul veicolo viaggino persone appartenenti allo stesso nucleo familiare, o che abbiano passato il periodo di lockdown nella stessa dimora; come riporta il Sole 24 Ore in questo articolo, il decreto governativo non è molto chiaro su questo punto.

Relaxsan - SET 3 Fasce protettive viso bocca naso lavabili riutilizzabili assorbenti in tessuto
1.542 Recensioni
Relaxsan - SET 3 Fasce protettive viso bocca naso lavabili riutilizzabili assorbenti in tessuto
  • Fasce viso Filtranti [set 3 pezzi] protettive naso / bocca in doppio...
  • RIUTILIZZABILI - Lavabili e sterilizzabili in acqua bollente – Con tasca...
  • Alto potere assorbente - Con punto in rilievo per aumentarne lo spessore e...

In caso contrario, quindi se sul veicolo sono presenti persone con cui non si convive, sarà obbligatorio l’uso della mascherina e bisognerà rispettare i limiti previsti dal decreto del governo (che puoi visualizzare nella sua versione completa su questa pagina), riguardanti l’occupazione del veicolo:

  • Presenza del solo guidatore nella parte anteriore dell’auto;
  • Solamente 2 passeggeri sui sedili posteriori del veicolo.

Nel caso (remoto) in cui sia presente un separatore tra i sedili anteriori e posteriori della tua auto, non c’è l’obbligo di indossare la mascherina ma potranno viaggiare solamente 2 persone, il guidatore e un unico passeggero sui sedili posteriori.

Non rispettare l’obbligo di mascherina in auto comporta una multa di 533€, che possono ridursi a 373,34€ pagando entro 5 giorni a partire dalla sanzione.

Ci sono ovviamente limitazioni per chi ha febbre superiore ai 37,5° o sintomi riconducibili a infezione respiratoria, che non possono viaggiare e devono rimanere a casa.

Viaggi in moto

Anche in questo caso non sono molto chiare le misure, anche se non sembra necessario l’obbligo di mascherina se si viaggia da soli in moto, mentre invece bisognerà utilizzarla se si viaggia con un passeggero non convivente.

Viaggi in treno

Dal 3 giugno ripartono anche i treni su e giù per lo stivale, con 80 collegamenti giornalieri e 48 InterCity (lista completa delle tratte disponibili); nelle stazioni troverai dispenser di gel igienizzante e a bordo dei treni sarà obbligatorio l’uso di mascherina e guanti monouso.

Se viaggi a bordo dei treni Frecciarossa e Frecciargento ti verrà consegnato un kit gratuito con mascherina, guanti, gel igienizzante per le mani e poggiatesta monouso prima di salire sul treno.

Sul treno dovrai rispettare il distanziamento sociale e potrai sederti vicino al finestrino, lasciando libero il posto di fronte e di fianco a te.

Consulta ultime notizie e orari dei treni su ViaggiaTreno.

Anche Italo Treno è attivo sulle principali tratte in Italia come Torino – Salerno e Venezia – Napoli, e a partire dal 14 giugno il servizio sarà potenziato con nuove destinazioni tra cui Reggio Calabria e Lamezia Terme, mentre da luglio sarà il turno di Ancona, Rimini, Riccione.

Ricorda che se sei iscritto al programma Italo Più puoi usufruire di sconti e offerte.

Viaggi con mezzi pubblici e bus

Per viaggiare in bus e mezzi pubblici bisognerà rispettare i limiti di capienza e distanziamento, e indossare in qualsiasi momento la mascherina.

La compagnia Flixbus ha ricominciato ad operare dal 3 giugno e a tutti i passeggeri verrà misurata la temperatura prima di salire a bordo del pullman, se supera i 37,5° non sarà possibile l’imbarco.

Con Flixbus sono al momento disponibili offerte per viaggiare in bus in Italia a partire da 3,99€; consulta tutte le tratte su questa pagina.

Regole per entrare nelle varie regioni

Molte regioni italiane però, hanno stabilito delle ulteriori regole da rispettare, vediamo quali:

  • Veneto: non sono previste particolari restrizioni all’arrivo, se non l’uso obbligatorio della mascherina nei luoghi chiusi o in luoghi affollati;
  • Trentino-Alto Adige: controllo della temperatura effettuato su treni o aerei e in alcuni casi anche lungo le autostrade e obbligo di indossare la mascherina in luoghi pubblici almeno fino al 14 giugno;
  • Lombardia: obbligo in tutta la regione di indossare la mascherina;
  • Lazio: in caso di controlli e temperatura superiore ai 37,5 gradi, tampone obbligatorio presso le strutture della Regione;
  • Liguria: divieto di viaggiare con temperatura superiore ai 37,5 gradi;
  • Emilia-Romagna: non ci sono restrizioni particolari all’arrivo se non la solita riguardante il divieto di viaggiare con temperatura superiore ai 37,5 gradi, obbligo di mascherina e distanziamento sociale in luoghi pubblici, terme etc. In spiaggia distanza di minimo 1,5 metri tra un lettino e l’altro, con superficie minima per ombrelloni di almeno 12 metri quadrati;
  • Toscana: non ci sono restrizioni aggiuntive a quelle previste sul territorio nazionale;
  • Sardegna: chi arriva in questa regione deve obbligatoriamente compilare questo modulo;
  • Sicilia: non ci sono restrizioni aggiuntive a quelle previste sul territorio nazionale, ai viaggiatori in arrivo è consigliato (ma non è obbligatorio) scaricare l’app Sicilia SiCura da affiancare all’app Immuni, per comunicare lo stato di salute e mettersi in contatto automaticamente con i medici dell’Azienda Sanitaria Provinciale;
  • Campania: controlli in aeroporti, imbarchi e stazioni ferroviarie con rilevazione della temperatura corporea;
  • Puglia: obbligo di registrarsi e compilare questo modulo, indicando il luogo di provenienza e di soggiorno, e obbligo di mantenere un registro per almeno 30 giorni con tutti i luoghi visitati e le persone incontrate;
  • Calabria: non ci sono restrizioni aggiuntive a quelle previste sul territorio nazionale.

È necessario scaricare l’app Immuni per spostarsi tra le regioni?

Non è obbligatorio avere l’app Immuni sul proprio smartphone ma è consigliato scaricarla per tracciare eventuali nuovi casi e prevenire una seconda ondata di contagi; l’app è disponibile per il download gratuito su App Store e su Google Play.

Voli per l’Italia

Dal 3 giugno sono operativi 23 aeroporti in Italia: Alghero, Ancona, Bari, Bergamo-Orio al Serio, Bologna, Brindisi, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Lamezia Terme, Lampedusa, Milano Malpensa, Napoli Capodichino, Olbia, Palermo, Pantelleria, Pescara, Pisa, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Torino, e Venezia Marco Polo.

A Malpensa attualmente tutti i voli arrivano al Terminal 2.

Se ti trovi all’estero in area Schengen non c’è più l’obbligo di sottoporsi alla quarantena di 14 giorni e sono consentiti gli arrivi per qualsiasi motivo da: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria + Andorra e Principato di Monaco + Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera + Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord + Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.

I turisti in arrivo da questi paesi possono entrare in Italia senza obbligo di quarantena.

Se hai soggiornato in paesi differenti da quelli elencati nei 14 giorni anteriori all’arrivo in Italia, dovrai restare in isolamento per 14 giorni.

Istruzioni per viaggiare in Europa

La Commissione Europea ha stabilito la riapertura delle frontiere tra gli Stati Membri per permettere la graduale ripresa delle attività e del turismo. Ogni Stato però ha date e regolamenti differenti, per cui fai attenzione prima di prenotare un volo o pianificare un viaggio verso queste destinazioni:

Germania

Quasi tutti i confini della Germania sono ancora chiusi, ad eccezione di quelli con il Lussemburgo e la Danimarca. Tuttavia, si prevede che il 15 giugno riapriranno i confini con i paesi Schengen e non sarà necessaria la quarantena di 14 giorni.

Per rimanere aggiornato consulta il sito web del Ministero dell’interno tedesco a questo link.

Francia

Per il momento i confini sono ancora chiusi, almeno fino al 15 giugno, quando probabilmente si potrà tornare a visitare la Francia. Maggiori informazioni ufficiali si possono trovare su questa pagina.

Spagna

Apertura totale dei confini per i turisti a partire dal 1° luglio, senza obbligo di quarantena; informazioni aggiornate si possono trovare qui.

Regno Unito

Frontiere ancora chiuse, si attendono novità dal governo britannico nelle prossime settimane per stabilire quando si potrà entrare nuovamente nel Paese; maggiori informazioni a questo link.

Grecia

La situazione è un po’ più confusa per quanto riguarda la Grecia; attualmente i confini sono ancora chiusi, ma dal 15 giugno riapriranno i voli provenienti da Austria, Bulgaria, Germania, Lituania, Malta, Ungheria, Israele, Romania, Slovacchia, Repubblica Ceca, Finlandia e Italia (ad esclusione di Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto e Piemonte – regioni presenti nella black list dell’EASA, la European Union Aviation Safety Agency) e fino al 30 giugno sarà operativo soltanto l’aeroporto di Atene.

La lista dovrebbe essere allargata fra qualche settimana, e tutti gli aeroporti, anche quelli sulle isole greche, dovrebbero operare nuovamente a partire dal 1° luglio.

Tutte le informazioni ufficiali si possono trovare su questo sito e sulla pagina dell’ambasciata italiana ad Atene.

Portogallo

Dal 15 giugno via libera ai voli internazionali senza obbligo di quarantena, notizie ufficiali sul sito del governo portoghese.

Belgio

Apertura graduale delle frontiere a partire dal 15 giugno, resta aggiornato tramite questa pagina.

Malta

Riapertura delle frontiere per turismo a partire dal 1° luglio, anche per viaggiatori provenienti dall’Italia ma solamente dalla Sardegna e Sicilia. Sito web ufficiale con tutte le ultime novità.

Croazia

Non ci sono ancora notizie ufficiali in merito, ma a quanto pare bisognerà compilare un formulario online disponibile su questo sito per entrare in Croazia per motivi di turismo.

Tutte le informazioni aggiornate si trovano qui.

Compagnie aeree e voli per le principali destinazioni europee

Come si stanno preparando le compagnie aeree in attesa della riapertura delle frontiere?

Sarà obbligatorio utilizzare la mascherina e probabilmente la capacità sugli aerei sarà ridotta, il check-in dovrà essere completato online, verrà limitato l’uso dei bagni a bordo dell’aereo e ci sono voci su un possibile divieto di portare il trolley o bagaglio a mano a bordo, anche se nulla è stato ancora confermato.

Ecco un riepilogo delle principali aerolinee e le prime destinazioni disponibili partendo dall’Italia.

Ryanair

Ryanair attualmente sta operando un numero ridotto di voli, ma ha già annunciato che a partire dal 1° luglio riaprirà il 40% delle rotte sul network della compagnia aerea irlandese.

Ogni giorno sul loro sito pubblicano nuove offerte, man mano che i governi dei principali paesi europei comunicano le date di riapertura; consulta la lista di voli Ryanair direttamente sul sito ufficiale oppure cerca con Skyscanner i biglietti in offerta.

Alitalia

La compagnia di bandiera italiana ha già riattivato i voli per New York, Londra e Madrid (partenze da Roma) e per il Sud Italia (partenze da Milano Malpensa). Tutti i voli vengono effettuati con capienza ridotta per essere in regola con le norme vigenti.

Air France – KLM

Il gruppo Air France – KLM ha in programma voli giornalieri per Amsterdam e Parigi con partenza da Milano e Roma, e altri collegamenti come ad esempio Firenze – Parigi Charles de Gaulle a partire dal 1° giugno (7 voli alla settimana), Venezia – Parigi Charles de Gaulle a partire dal 4 giugno (7 voli alla settimana) e Napoli – Parigi Charles de Gaulle a partire dall’8 giugno (8 voli settimanali).

EasyJet

La compagnia arancione tornerà a volare a partire dal 15 giugno, inizialmente a livello nazionale sulle seguenti rotte: da Milano Malpensa a Catania, Napoli, Bari, Lamezia Terme , Cagliari, Palermo e Olbia.

Vueling

La low cost spagnola riprenderà le operazioni in Italia al 1° luglio, con collegamenti inizialmente da Roma Fiumicino verso Barcellona, Valencia, Ibiza, Parigi-Orly, Santorini etc. e con voli in partenza da Milano Malpensa diretti a Ibiza, Barcellona e Parigi-Orly.

Successivamente verranno ripristinati anche i voli a Barcellona con partenze da Napoli, Catania, Bologna, Venezia, Bari e Palermo; per questi però non c’è ancora una data certa.

Wizz Air

Wizz Air ha annunciato l’apertura di una base a Milano Malpensa con nuove rotte a partire dal 1° luglio; tra le 20 nuove destinazioni ci sono Santorini, Atene, Valencia, Tenerife, Lisbona, Reykjavik, Tel Aviv, Pristina e Marrakesh.

Voli tra regioni italiane

Per gli spostamenti tra regioni italiane in aereo ti suggerisco di verificare se l’aeroporto di partenza più vicino a casa tua è già operativo e consultare prezzi e disponibilità di biglietti aerei direttamente su motori di ricerca per voli come Google Flights oppure su Skyscanner.

Se però dovessi avere bisogno di aiuto nella ricerca scrivimi nei commenti e proverò a darti una mano.

Ho scritto questa guida confrontando diversi siti web e fonti ufficiali dei principali governi e aerolinee europee, se però hai riscontrato delle imprecisioni ti chiedo gentilmente di segnalarmelo qui sotto.

Continuerò a tenere aggiornato questo articolo, per cui salvalo nei preferiti del tuo PC o telefono e torna a visitarlo se avrai dei dubbi sugli spostamenti tra regioni e su come e quando rimettersi in viaggio 🙂

Dai un’occhiata anche al sito Re-Open Eu per pianificare la tua vacanza in Europa in tutta sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *