Come arrivare e cosa vedere ad Ayutthaya, antica capitale della Thailandia

Shares

Antica capitale della Thailandia, Ayutthaya si trova a circa 80km da Bangkok ed è un museo a cielo aperto con i suoi templi e le rovine della città che un tempo fu una delle più grandi al mondo: si pensa che la popolazione arrivasse a circa 1 milione di abitanti nel periodo di massimo splendore del regno di Siam.

Fondata nel 1350 e governata da un totale di 35 re differenti fino all’anno 1767, quando venne distrutta completamente dai birmani dopo un feroce attacco.

Oggi Ayutthaya è patrimonio dell’UNESCO ed è una destinazione perfetta per una gita di 1 giorno da Bangkok oppure come tappa intermedia tra la capitale thailandese e il nord della Thailandia, per raggiungere Sukhotai e Chiang Mai.

Ayutthaya cosa vedere

Come raggiungere Ayutthaya da Bangkok

Raggiungere Ayutthaya da Bangkok è semplicissimo e ci sono diversi mezzi di trasporto per coprire i circa 80 km che separano le due città.

Sicuramente il metodo più suggestivo per arrivare ad Ayutthaya è il treno, con partenza dalla stazione di Hua Lamphong, i biglietti costano 35 THB (poco meno di 1€) per la seconda classe e 20 THB per la terza classe. Il viaggio dura circa 1 ora e mezza ed è uno dei mezzi di trasporto più economico.

Dalla stazione dei bus di Mo Chit invece, situata a nord di Bangkok, partono bus e minibus; il bus costa 45 THB per la prima classe (con aria condizionata) e 35 THB per la seconda classe. Questo bus effettua diverse fermate lungo il tragitto e arriva a destinazione in circa 2 ore.

I minibus hanno un costo di 60 THB e sono più veloci, in quanto non fanno nessuna fermata tra la stazione Mo Chit di Bangkok e Ayutthaya; qualche tempo fa questo servizio partiva anche da Victory Monument, bastava scendere all’omonima fermata della BTS (lo Skytrain di Bangkok) e trovare i van in attesa dei passeggeri. A quanto pare da Novembre 2016 il servizio da Victory Monument è stato sospeso e spostato direttamente a Mo Chit, per cui informati prima del tuo viaggio per non perdere tempo prezioso!

L’ultima opzione a tua disposizione per raggiungere Ayutthaya è quella del tour in barca lungo il Chao Praya, ma non è un servizio continuo e viene venduto esclusivamente come tour per turisti, per cui credo sia abbastanza costoso nonché lungo utilizzare questo metodo di trasporto.

Come muoversi ad Ayutthaya

Al tuo arrivo nell’antica capitale del regno di Siam avrai l’imbarazzo della scelta: a seconda del tuo budget e del tempo a tua disposizione puoi scegliere tra bici, scooter o tour privati a bordo di tuk tuk.

come raggiungere Ayutthaya

Noleggiare una bicicletta costa tra i 40 e i 60 THB (a seconda delle tue capacità a negoziare 😉 ) mentre il tuk tuk ha un costo che si aggira sui 200 THB ogni ora. Io ho scelto la prima opzione ed è stato molto divertente girare per le strade di Ayutthaya in bicicletta!

Ricorda di farti dare una mappa o di avere un telefono con internet e Google Maps a disposizione per non perderti tra le rovine, si perché la città è molto estesa e ci sono diversi templi e luoghi da visitare ad Ayutthaya. Vediamo quali sono i più importanti!

Cosa vedere ad Ayutthaya

La maggior parte dei templi di Ayutthaya si trovano all’interno del parco storico, non esiste un dress code specifico (quindi non dovrai per forza indossare pantaloni lunghi come succede ad esempio nel Grande Palazzo Reale di Bangkok) ma dovrai comunque essere vestito in modo decente perché si tratta pur sempre di luoghi di culto.

In alcuni templi si paga l’ingresso, con prezzi da 20 THB fino a 60 THB, ma durante la mia visita (Dicembre 2016) tutte le entrate erano gratuite, molto probabilmente in seguito al lutto per la morte del Re di Thailandia Bhumibol Adulyadej.

I templi di Ayutthaya

Ecco una lista dei templi che devi assolutamente visitare ad Ayutthaya:

  • Wat Phra Si Sanphet: si tratta del tempio più grande di Ayutthaya, molto caratteristico con i suoi tre Chedi. Al suo interno si trovava una statua di un Buddha alta 16 metri coperta con 340 kg di oro, che poi venne distrutta dai birmani.
  • Viharn Phra Mongkol Bopitah: adiacente al Wat Phra Si Sanphet, al suo interno si può ammirare una enorme statua di bronzo di un Buddha.
  • Wat Phra Mahathat: è probabilmente uno dei templi più fotografati di tutta Ayutthaya, al suo interno si trova la testa di una statua di un Buddha incastrata tra i rami di un albero.
  • Wat Ratchaburana: uno dei templi con un prang e una cripta a cui si può accedere per visitare i dipinti sulle pareti.
  • Wat Lokayasutharam: il tempio dell’enorme Buddha sdraiato di Ayutthaya, un po’ lontano dalle altre rovine ma merita senza dubbio una visita.

Camminare per i templi e le rovine di questa città è davvero suggestivo ed emozionante e devi assolutamente inserire Ayutthaya nel tuo itinerario di viaggio in Thailandia!

Prenota l’escursione ad Ayutthaya

Molti viaggiatori decidono di fermarsi almeno una notte da queste parti, ci sono infatti tantissime guest house, ostelli e hotel per tutte le tasche. Prova a dare un’occhiata qui se sei alla ricerca di un alloggio ad Ayutthaya.

Se hai altre domande per organizzare al meglio la tua visita, scrivimi pure nei commenti!

Guide di viaggio consigliate

Offerta
Bangkok. Con cartina
38 Recensioni
Bangkok. Con cartina
  • Austin Bush
  • Editore: EDT
  • Edizione n. 4 (07/23/2015)
Offerta
Bangkok. Con carta
11 Recensioni
Bangkok. Con carta
  • Ron Emmons
  • Editore: Mondadori Electa
  • Edizione n. 2 (02/23/2016)
Offerta
Lonely Planet Bangkok
1 Recensioni
Lonely Planet Bangkok
  • Lonely Planet, Austin Bush
  • Editore: Lonely Planet
  • Edizione n. 11 (09/01/2014)
Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *