Cosa vedere a Ho Chi Minh (Saigon) in Vietnam

Shares

Ho Chi Minh, anche conosciuta come Saigon, è la più grande e caotica città del Vietnam, una vera e propria metropoli caratterizzata dalla sua storia oltre che dal traffico incredibile a tutte le ore del giorno e della notte.

Una città incredibile e probabilmente la più caratteristica che ho visitato fino a questo momento nel sud est asiatico: camminando per le strade della città si respira ancora quell’atmosfera particolare a metà tra tradizione e modernità. Si possono infatti trovare ad ogni angolo piccoli banchetti dove le persone del posto mangiano un piatto di noodle o street food, anziane signore con il classico cappello a punta che trascinano i loro carretti, ma anche hotel e negozi di lusso che stridono con l’immagine più povera di Ho Chi Minh.

La città ha molto da offrire e ci sono musei, palazzi ed edifici storici che vanno assolutamente visti e rientrano tra le cose da vedere in Vietnam. Anche la vita notturna è qualcosa di incredibile con bar e locali aperti praticamente 24 ore su 24 nella zona più turistica di Ho Chi Minh, dove ho conosciuto tante persone del posto molto sorridenti e gentili a differenza di quello che avevo letto prima del mio arrivo. Ma andiamo con ordine 🙂

Cosa vedere a Ho Chi Minh City

Cosa vedere a Ho Chi Minh Saigon Vietnam

HCMC è suddivisa in distretti, in totale ce ne sono 24, ma generalmente tutto quello da vedere durante un viaggio di qualche giorno si trova nel distretto 1, il centro della città. Qui si trovano storici edifici coloniali francesi e palazzi che hanno avuto un ruolo strategico durante la guerra del Vietnam. Tra le cose da vedere a Saigon non devi perdere:

Palazzo della Riunificazione: conosciuto anche come Palazzo dell’Indipendenza, è stata la residenza del presidente del Vietnam, oltre che il luogo dove venne decretata la fine della guerra nell’Aprile del 1975, quando un carrarmato irruppe all’interno del palazzo distruggendo i cancelli di ingresso e alcune facciate dell’edificio. Quando visiti il palazzo puoi camminare anche nei tunnel sotterranei con le varie stazioni radio usate dal presidente e dai suoi collaboratori durante la guerra, molto suggestivo.

La Cattedrale di Notre-Dame: imponente cattedrale fatta di mattoni rossi che fu costruita dai francesi negli anni compresi tra il 1877 e il 1883. Ci sono due campanili alti circa 60 metri e anche l’interno è molto caratteristico. Uno degli edifici che ha resistito nel tempo ai bombardamenti durante il periodo della guerra.

Il mercato di Ben Thanh: caratteristico mercato coperto dove vengono venduti oggetti fatti a mano, souvenir, cucina vietnamita e mille altre cose a prezzi molto bassi. Leggendo le guide dicono di stare attenti ai borseggiatori che si aggirano per il mercato, io personalmente non ho visto ne avuto nessun tipo di problema. Presta comunque attenzione e non girare con oggetti di valore attraverso le bancarelle.

L’ufficio postale: situato di fronte alla cattedrale di Notre-Dame, si tratta di un edificio dall’archittetura molto particolare ed è il primo ufficio postale del Vietnam. Fu costruito da Gustave Eiffel, lo stesso architetto della Torre Eiffel a Parigi. Oggi funziona ancora come ufficio postale ma oltre a questo, è un’attrazione turistica e se passi di qui è d’obbligo acquistare una cartolina e spedirla ai tuoi amici o familiari.

ufficio postale saigon

Saigon Skydeck: a far da contrasto con la storia e la tradizione di Ho Chi Minh, vicino alle rive del fiume Saigon si innalza questo grattacielo, il più alto della città. Sede di uffici ma anche di una piattaforma panoramica a 360 gradi, situata al 49° piano, si può visitare pagando circa 7€ di ingresso. Se come me ami osservare le città dall’alto, non devi perdere la vista dalla cima di questo palazzo.

L’incredibile traffico di Ho Chi Minh: come sopravvivere all’attraversamento pedonale

Mi avevano avvertito prima di arrivare ad Ho Chi Minh City: fai attenzione al traffico, ci sono scooter dappertutto! e in effetti è proprio così. Nonostante le raccomandazioni di amici e blogger, quando mi sono trovato davanti a questo fiume impressionante di motorini ad ogni incrocio e rotonda non credevo ai miei occhi. E non sapevo come fare per attraversare la strada.

traffico saigon vietnam

Ero appena arrivato in città e stavo camminando per raggiungere il mio hotel. Al bordo del marciapiede in prossimità delle strisce pedonali, aspettavo un varco nel traffico per passare dall’altra parte della strada. Dopo circa 10 minuti e centinaia di scooter ero ancora fermo al punto di partenza. Cercavo invano di spostarmi per trovare un punto più favorevole all’attraversamento ma niente da fare. E ora come faccio? sembrava impossibile riuscire a fare una delle cose più normali per un pedone.

Dopo qualche minuto una ragazza del posto, vista la mia indecisione nel fare il primo passo, mi invita a seguirla. Gli scooter nel frattempo continuavano a sfrecciare in strada e nella mia testa sembrava ancora impossibile riuscire a raggiungere il marciapiede opposto, situato solo a pochi metri.

Cominciamo a camminare insieme in mezzo alla strada, io cercavo di proteggermi (nascondermi) dietro alla ragazza per evitare di essere investito, ma ecco che accadde il miracolo: quel mare di moto si apre facendo lo slalom intorno a noi e in pochi secondi arriviamo dall’altra parte della strada, io tutto sudato e con il cuore che ancora mi batteva a mille; senza quella ragazza non ce l’avrei mai fatta. Nel video qui sotto puoi capire meglio perchè non è assolutamente facile attraversare la strada in Vietnam.

Con il passare dei giorni sono riuscito però ad imparare l’arte dell’attraversamento pedonale a Ho Chi Minh, le regole sono semplici: aspettare un momento di calma del traffico non funziona perchè non ci sarà mai un gap per passare. L’unica soluzione è fare il primo passo, guardare negli occhi le persone che guidano gli scooter e proseguire senza esitazioni e soprattutto senza fare mosse azzardate. Gli scooter sono abituati e magicamente si spostano attorno a te senza sfiorarti, riuscirai così a raggiungere la tua destinazione. Sembra incredibile e folle ma è l’unico modo per attraversare la strada. E se sono qui a scriverlo significa che funziona 😉

Dove dormire a Ho Chi Minh

Tutte le attrazioni della città si trovano nel distretto 1 ed è quindi consigliato trovare una stanza, ostello oppure hotel in questa zona. Personalmente ho dormito in questo hotel economico situato nella zona dei backpacker, con circa 7€ a notte, incluso wifi e bagno privato. Se decidi di prenotare questo hotel però tieni presente che si trova in una zona abbastanza rumorosa e presa d’assalto da turisti per cui se hai il sonno leggero, prova a cercare un hotel o ostello differente.

Ho Chi Minh è una città frenetica, trafficata, per alcuni versi molto povera e differente da qualsiasi altra città che ho visitato. Il primo impatto può essere molto forte ma dopo qualche giorno ci si abitua ai ritmi di una delle città più caotiche di sempre.

Visitare Ho Chi Minh e sopravvivere al suo traffico è un’esperienza da fare almeno una volta nella vita.

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *