Roaming dati per rimanere connessi in viaggio; cos’è e come funziona?

  • 12
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
    13
    Shares

Ansie e preoccupazioni da roaming? Se sei un viaggiatore incallito, saprai a cosa mi riferisco. Prima dell’abolizione ufficiale del roaming dati europeo (avvenuta il 15 giugno del 2017), telefonare, inviare messaggi e collegarsi a internet dall’estero era davvero iper costoso.

Oggi le cose sono cambiate – e aggiungo, per fortuna! – ma la maggior parte delle persone sembra avere ancora qualche dubbio riguardo le condizioni del roaming in Europa.

Lo scopo di questo articolo è proprio quello di dare una risposta definitiva alle domande rimaste in sospeso, e chiarire una volta per tutte come funziona il roaming internazionale. E allora non perdiamo altro tempo, iniziamo!

Cos’è e come funziona il roaming dati all’estero

Roaming Dati europeo

Detto in parole semplici, il roaming è quando si utilizza una rete cellulare diversa dal proprio operatore abituale per chiamare e connettersi a internet mentre ci si trova all’estero.

Il problema è che questo comporta dei costi aggiuntivi, che spesso si traducono in bollette salatissime, per la disperazione degli utenti. Per fortuna, a partire dal 15 Giugno 2017 la Commissione Europea ha deciso di abolire il roaming europeo grazie al Roam like at Home (naviga all’estero come a casa), il regolamento UE n. 2016/2286 che ha cambiato le carte in tavola in favore di noi viaggiatori.

Cosa significa questo? Che potrai continuare a utilizzare il tuo normale piano tariffario senza pagare alcun tipo di sovrapprezzo, proprio come se ti trovassi ancora in Italia.

Ad esempio è possibile fare un viaggio a Budapest, Parigi, Barcellona, Valencia o qualsiasi altra città di uno stato appartenente all’Unione Europea, e utilizzare il tuo smartphone per chiamate, sms e navigare sul web senza dover pagare tariffe aggiuntive rispetto ai costi sostenuti in Italia.

Non avrai nemmeno bisogno di attivare l’opzione roaming del tuo telefono, visto che le tariffe rimangono invariate.

Esiste una sola eccezione a questa regola: puoi utilizzare il roaming dati solo per un periodo limitato, che dev’essere inferiore a quello che normalmente trascorri nel Belpaese.

Vale a dire che se vivi stabilmente in Italia e hai stipulato un abbonamento TIM ad esempio, potrai usufruire del roaming dati e voce europeo solo nell’ambito di viaggi occasionali di durata inferiore a qualche settimana. In caso contrario – ovvero se intendi trascorrere più tempo all’estero (ad esempio in caso di lavoro o trasferimento definitivo) piuttosto che in Italia – scatterà un sovrapprezzo per ogni giga di internet consumato.

Tieni presente che il regolamento Roam like at Home è valido in tutti e 28 i paesi dell’Unione Europea compreso il Regno Unito, ma in quest’ultimo caso solamente fino al 31 Dicembre 2020 vista l’uscita dalla UE in seguito alla Brexit.

Persino alcune delle nazioni appartenenti all’Area Economica Europea come Norvegia, Islanda e Liechtenstein hanno scelto di prendere parte all’iniziativa. Niente da fare per la Svizzera, che invece sceglie di andare contro corrente e di non aderire al programma.

La lista completa dei Paesi comprende Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia, Spagna, Svezia e Regno Unito (quest’ultimo solo fino al 31 Dicembre 2020).

Quali sono i limiti del roaming gratis in Europa?

L’abolizione del roaming internazionale comporta indubbiamente numerosi vantaggi per tutti noi viaggiatori, nomadi digitali o travel blogger, primo fra tutti un bel risparmio sulla bolletta telefonica.

Come ti ho spiegato poco fa, potrai infatti telefonare e inviare messaggi dall’estero verso l’Italia senza pagare alcun sovrapprezzo. Questa regola non si applica nel caso contrario, ovvero quando si vuole telefonare all’estero dall’Italia. Le chiamate, in questo caso, avranno un costo maggiore – ma sempre nei limiti stabiliti dalla Commissione Europea.

Quando si parla dei giga di internet, invece, le cose cambiano leggermente.

Mettiamo il caso che tu abbia stipulato un abbonamento che preveda il consumo di 10 GB al mese. Difficilmente potrai usufruire della stessa quantità di dati mentre ti trovi all’estero: nella maggior parte dei casi il consumo sarà limitato a 3-4 GB al mese, non di più.

Questo accade perché il quantitativo di traffico dati previsto per il territorio italiano non corrisponde a quello che si può utilizzare quando ci si reca all’estero. Ma come si fa a sapere con esattezza quanti GB si avranno a disposizione?

I principali operatori telefonici come Vodafone, Wind e Tre mettono a disposizione dei propri clienti un servizio, raggiungibile via web e app per dispositivi mobili, che ti permette di calcolare il numero esatto di giga che potrai utilizzare all’estero.

Basta inserire l’importo mensile dell’offerta che stai pagando e il sistema farà il resto. Tim e Iliad invece, inseriscono questo tipo di informazioni nelle condizioni relative a ogni singola offerta.

Secondo il regolamento Roam like at Home, la soglia di “uso corretto” del traffico dati internet viene stabilita in una maniera ben precisa: occorre dividere il costo mensile del proprio piano tariffario per 4,5 (valore che corrisponde al costo di un giga all’estero), moltiplicando il risultato ottenuto per 2. Se il tuo abbonamento comprende 10 GB, dovrai calcolare: 10 / 4,5 x 2 = 4,4 GB.

Il quantitativo di GB dipende dunque dall’importo dell’offerta, e non da quanti dati comprende. Ecco perché questa formula si applica anche nel caso di bundle con giga illimitati. Tieni presente che, una volta superata la soglia di “uso corretto”, si applicheranno tariffe diverse da quelle consuete.

Ciascun operatore telefonico è tenuto a informare i propri clienti in maniera chiara circa le limitazioni del roaming europeo. Ti consiglio quindi di dare un’occhiata alle condizioni del tuo piano prima della partenza, in modo da evitare spiacevoli sorprese al rientro!

Come verificare le condizioni delle offerte di roaming

A seconda del tuo operatore telefonico, puoi verificare direttamente le condizioni del roaming europeo per capire quanti sono i giga di internet, gli SMS e i minuti di chiamate disponibili anche all’estero.

Esistono inoltre delle offerte con chiamate, messaggi e giga aggiuntivi nel caso in cui dovessi avere bisogno di dati o minuti extra. Consulta nel dettaglio tutte le condizioni di utilizzo delle principali compagnie telefoniche italiane:

* Fastweb è l’unica compagnia italiana che offre il roaming anche in Svizzera.

Roaming europeo: cosa succede se trascorro più tempo all’estero che in Italia?

Come ti anticipavo all’inizio di questa guida, puoi usufruire del roaming dati e voce all’estero solo per un periodo limitato. Attenzione a non sgarrare, perché il tuo operatore telefonico ha la facoltà di monitorare le attività di roaming degli ultimi 4 mesi!

In caso di anomalie, potrebbero contattarti e chiederti di fornire delle spiegazioni a riguardo (dandoti circa 14 giorni di tempo per farlo). Vuoi un consiglio spassionato? Se trascorri più tempo all’estero che in Italia, credo che la cosa migliore da fare sia acquistare una SIM locale e contrattare un nuovo piano tariffario.

In questo modo eviterai di pagare un sovrapprezzo per ogni giga extra consumato, e potrai connetterti come e quando vorrai. Se non vuoi ritrovarti a pagare molto più del necessario, ti consiglio di metterti in regola una volta per tutte.

Come attivare o disattivare il roaming sullo smartphone

Qualsiasi sia il modello di telefono che possiedi, l’opzione per attivare o disattivare il roaming dati si trova solitamente nelle impostazioni del tuo smartphone.

Ad esempio se possiedi un iPhone puoi cliccare su Impostazioni > Cellulare > Opzioni Dati Cellulare > Roaming Dati per abilitare o disabilitare il roaming, oppure su telefoni con sistema operativo Android devi cliccare su Impostazioni > Altro > Wireless e Reti > Reti Mobili > Roaming Dati.

Roaming internazionale fuori dall’Unione Europea

Se il tuo viaggio prevede una destinazione al di fuori dell’Unione Europea, la cosa migliore da fare per rimanere connessi a Internet anche all’estero, è quella di acquistare un SIM card di una compagnia telefonica locale, confrontando i piani tariffari a disposizione di turisti e viaggiatori che si fermano solo pochi giorni o settimane.

Se però visiti un Paese specifico e ti fermi solo pochi giorni, le compagnie italiane offrono alcune tariffe speciali ad un prezzo extra, vediamole nel dettaglio:

  • TIM in Viaggio Pass: 10 GB, 500 minuti e 500 SMS in Europa, USA, Canada e Brasile per viaggi di 30 giorni al costo di 20€;
  • Vodafone Smart Passport Mondo: 30 minuti (15 in entrata e 15 in uscita), 30 SMS, 30 MB di internet a 6€ al giorno;
  • Wind Travel Weekly: 600 MB, 200 minuti e 200 SMS al costo di 9,9€ alla settimana (valida esclusivamente in Bangladesh, Isole Vergini Americane, Israele, Monaco, Nuova Zelanda, Russia, Svizzera, Stati Uniti (Alaska e Hawaii incluse, esclusi i Caraibi);
  • Wind Giga Travel Weekly: 1 GB di internet dall’estero, valido in Albania, Armenia, Australia, Bangladesh, Egitto, Georgia, Isole Vergini Americane, Israele, Kazakhstan, Kyrgyzstan, Macao, Malesia, Moldavia, Montenegro, Nuova Zelanda, Principato di Monaco, Qatar, Russia, Serbia, Singapore, Stati Uniti (Alaska e Hawaii incluse, esclusi i Caraibi), Svizzera, Tailandia, Taiwan, Tajikistan, Tunisia, Turchia, Uzbekistan;
  • Tre World Pass: 500 minuti e 500 MB al costo di 5€ a settimana, offerta valida in Svizzera, USA, Canada, Cina, Hong Kong, Australia, Israele, Sri Lanka, Argentina, Brasile, Costa Rica, Ecuador, Guatemala, Kazakistan, Messico, Monaco, Nicaragua, Nuova Zelanda, Perù, Sud Africa, Turchia e Uruguay.

Iliad e Ho-Mobile invece non hanno tariffe speciali per chi viaggia fuori dai confini dell’Unione Europea, controlla dunque i costi nel dettaglio sui loro siti web.

Bene, questo è tutto quello che c’è da sapere riguardo al roaming dati europeo e internazionale. Se dovessi avere ancora qualche domanda o dubbio non esitare a scrivermi nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *