Cosa vedere a Lisbona, capitale del Portogallo: 15 luoghi di interesse

Guida completa e dettagliata su cosa fare e cosa vedere a Lisbona: 15 attrazioni, monumenti, quartieri e luoghi di interesse imperdibili da visitare assolutamente durante il tuo viaggio nella splendida e affascinante capitale del Portogallo.

Quando penso a Lisbona, il pensiero vola immediatamente alla straordinaria bellezza della sua architettura. Sono certo che ti innamorerai di monumenti come il Convento do Carmo, il Monastero dos Jerónimos e la Torre di Belém, oltre che dell’atmosfera magica e un po’ decadente che si respira in città.

Se stai pensando di organizzare il tuo viaggio nella capitale portoghese ma non hai idea di come muoverti né di cosa fare a Lisbona, continua a leggere questa guida; ho preparato una selezione di 15 luoghi di interesse da non perdere per nessuna ragione.

Sei curioso di sapere da che parte comincia l’itinerario di viaggio nella capitale del Portogallo? E allora forza, si parte!

Cosa vedere a Lisbona: i primi passi

Lisbona è conosciuta in tutto il mondo per i suoi deliziosi pasteis de nata, le splendide azulejos fatte a mano e i tram gialli che percorrono gli stretti vicoli della città su e giù dalla collina.

Che dire poi degli storici caffè letterari, del Fado che riecheggia nelle strade e delle funicolari che permettono a lisbonesi e turisti di raggiungere i punti più alti della capitale.

Lisbona è relativamente piccola (conta poco più di 500.000 abitanti) ed è facilmente raggiungibile dall’Italia con voli diretti operati dalle principali compagnie a basso costo e di linea. Non avrai nessun problema nell’organizzare il tuo viaggio low cost, su questo puoi stare tranquillo.

Leggi anche la guida completa dedicata all’aeroporto di Lisbona per collegamenti con il centro.

So invece quanto può essere complicato decidere cosa fare e cosa vedere a Lisbona, soprattutto se si tratta di una città in cui non hai mai messo piede prima. Ecco perché ho deciso di scrivere questa guida dettagliata, per aiutarti a scegliere le attrazioni da includere nel tuo itinerario.

Vediamo allora quali tappe prevede questo speciale tour, cominciando proprio dal cuore della capitale del Portogallo.

La Baixa, Praça do Comércio e Praça do Rossio

Il quartiere della Baixa è situato nel centro di Lisbona. Forse non sai che questa zona è stata completamente distrutta da un terribile terremoto nel 1755; quella che vedi oggi è una ricostruzione dell’antico quartiere realizzata in stile neoclassico.

La città non si è data per vinta e ha saputo rialzarsi nel migliore dei modi dopo il disastro. È stata capace di restituire alla Baixa il suo originario splendore, di riportare l’intera zona agli antichi fasti. Gran parte di questo quartiere di Lisbona è oggi riservato ai pedoni, caratteristica che lo rende perfetto da esplorare a piedi.

Camminando tra i suoi vicoli incontrerai numerosi ristoranti, bar e negozi di tutti i tipi, fino ad arrivare alla famosa Praça do Comércio, un tempo cuore pulsante dell’economia di Lisbona. La piazza è circondata da edifici governativi che, in epoche remote, si occupavano di gestire gli scambi commerciali e le frontiere del porto.

Percorrendo la rua Augusta si arriva invece alla Praça do Rossio, che si riconosce immediatamente per via della sua caratteristica pavimentazione bianca e nera. Le disposizione delle pietre forma un motivo ondulato, simile alle onde del mare. Non c’è da stupirsi che i lisbonesi abbiano dato a questa piazza l’appellativo di mar largo!

Quando capiterai da queste parti, non potrai esimerti dal prendere un caffè in uno dei celebri locali di cui la piazza è costellata. Mi riferisco, in particolare, al Café Nicola, che si trova proprio al civico 24 della Praça do Rossio.

Si tratta di uno degli storici cafè letterari di Lisbona, in cui erano soliti riunirsi i poeti e gli intellettuali del tempo, e che è rimasto tale come allora.

Cosa fare a Lisbona: Elevador de Santa Justa

Chi l’avrebbe mai detto che fra le tante cose da vedere a Lisbona ci potesse essere anche un ascensore? Situato proprio nel centro della città, fra l’altro!

Sto parlando dell’Elevador de Santa Justa, un capolavoro di ingegneria in stile liberty realizzato tra il 1898 e il 1902 da Raul Mesnier, allievo di Gustave Eiffel.

La struttura in ferro è alta ben 32 metri e collega la Baixa con il quartiere del Chiado, precisamente alla Chiesa del Carmo – di cui ti parlerò fra poco.

Ma cosa ci fa un ascensore di 32 metri piazzato nel bel mezzo della capitale del Portogallo? È l’espediente che gli abitanti di Lisbona si sono inventati per ovviare alla fatica di percorrere le ripide strade cittadine su e giù, numerose volte al giorno. Ingegnoso, vero?

Se non vuoi perderti questa esperienza, ti consiglio di prendere l’ascensore al mattino presto, onde evitare le lunghe file di turisti che si accumulano durante il giorno. La prima corsa è alle 07.00 del mattino, e l’ultima alle 23.00 durante l’estate e alle 22.00 in inverno.

Il biglietto di andata e ritorno costa 5,30€ a persona, e garantisce anche l’accesso al Miradouro – da cui si può godere di una splendida vista sulla città. Ti consiglio di non perdertelo!

Il Chiado e il Convento do Carmo

Quando mi chiedono: “Cosa vedere a Lisbona?”, io rispondo sempre di passare per il quartiere del Chiado.

Sapevi che questa era una delle zone preferite da Fernando Pessoa, il celebre poeta e scrittore portoghese? Era solito trascorrere le sue giornate seduto ai tavoli del Cafe A Brasileira, leggendo e abbozzando le sue opere.

Ancora oggi è possibile scorgere il poeta intento a contemplare la piazza dalla sua postazione favorita, il dehor della caffetteria di Rue Garrett. La statua in bronzo che lo ritrae si mimetizza fra i tavolini del bar, proprio come fosse un cliente qualunque.

Passeggiando per il Chiado ti imbatterai in moltissime librerie, teatri e negozi di lusso; sembra quasi di respirare arte e storia a ogni angolo, una sensazione che rapirà il cuore degli amanti delle Belle Arti.

A meno di 5 minuti di cammino dal Chiado, si trova lo splendido Convento do Carmo – o almeno, quello che ne resta. Sì, perché l’antica chiesa gotica del Carmo venne distrutta durante il famoso terremoto del 1755 e mai più ricostruita.

Le sue rovine avevano un aspetto talmente romantico (nel senso ottocentesco del termine) che si decise di lasciarle così, a imperitura memoria di quello che era accaduto. Un luogo imperdibile di Lisbona, che vale sicuramente una visita. Il biglietto di ingresso costa solo 5€ e l’orario di visita è dalle 10 di mattina fino alle 18:00 (19:00 durante l’estate).

Bairro Alto e vita notturna della capitale del Portogallo

Il Bairro Alto è sempre stato appannaggio delle famiglie più ricche della città. Dal 1800 in poi però, le cose sono un po’ cambiate. Anche gli artisti e i creativi hanno subito il fascino di questo quartiere, e hanno iniziato a popolarlo riempiendolo di librerie, negozi di antiquariato e ristoranti di ogni tipo.

Oggi la zona è piena di giovani e moderni hippies che hanno scelto di dedicare la propria vita all’arte. Il Bairro Alto è un luogo dai forti contrasti, che ti consiglio di non perdere. Magari di sera, quando l’intera zona si anima e si tira a lucido per mostrare il lato migliore di sé. È qui la festa, è questa the place to be.

Bar, locali e club esclusivi si concentrano proprio qui, la gente si riversa nelle strade per fare festa fino a tarda notte, perciò ti consiglio di non soggiornare da queste parti se invece ami la tranquillità e non sopporti la musica ad alto volume!

Tram 28

Non si tratta di un tram qualunque, ma probabilmente del più famoso tram di tutta Lisbona. L’avrai sicuramente visto in qualche foto o cartolina, intento a risalire le ripide strade cittadine e gli strettissimi vicoli senza alcuno sforzo.

Nella mia lista personale di cosa vedere a Lisbona, capitale del Portogallo, il Tram 28 occupa uno dei primi posti in classifica. Il percorso completo dura circa 40 minuti e parte da Praça Martim Moniz per arrivare a Campo de Ourique. Cerca di salire a bordo in una di queste due fermate, se vuoi avere qualche possibilità di trovare un posto a sedere!

Il Tram 28 è sempre affollato perché è il metodo preferito dai turisti per visitare il quartiere dell’Alfama, uno dei più tipici della capitale portoghese. Mi raccomando, presta attenzione ai borseggiatori che si mimetizzano tra la folla.

Durante il tragitto passerai attraverso vicoli larghi appena 4 metri, potrai persino sfiorare i muri dei palazzi se allunghi il braccio fuori dal finestrino! Vedrai anziani seduti per le strade chiacchierare amabilmente con i vicini di casa, una sfilata di panni stesi a ogni balcone e respirerai un’atmosfera tanto caotica quanto romantica che puoi trovare solo ad Alfama.

Il biglietto del Tram 28 costa solo 2,90€ e si può comprare direttamente a bordo, mentre è gratis per i possessori della Lisboa Card che puoi acquistare online prima di partire verso la capitale del Portogallo. L’hai già segnato sulla lista?

Il quartiere dell’Alfama

Come ti dicevo, uno dei modi per raggiungere il quartiere di Lisbona conosciuto come Alfama è a bordo del Tram 28. Se però vuoi esplorare al meglio la zona e carpirne i segreti più nascosti, ti consiglio di proseguire la tua visita a piedi.

L’unico inconveniente è che il percorso è tutto in salita, e camminare su e giù per i vicoli sotto il cocente sole estivo non è esattamente il massimo. Prenditi tutto il tempo che ti serve per visitare la zona dell’Alfama senza sforzo né fretta, perché ti assicuro che ne vale davvero la pena.

Magari potresti prendere il Tram 28 per arrivare nella parte più alta del quartiere e poi ridiscendere a piedi, come ho fatto io, soprattutto se non sei abituato a camminare così tanto e non vuoi farlo alle ore più calde della giornata.

Leggi anche: guida al meteo di Lisbona.

Castelo de São Jorge e Miradouro de Santa Luzia

Il castello di San Giorgio è un punto privilegiato di osservazione su tutta la città. In passato il palazzo ha svolto sia la funzione di residenza reale che militare; poi, nel 1940, è stato completamente ristrutturato e adibito a parco dotato di grandi aree espositivi e meravigliosi giardini. L’ingresso costa 8,5€ e si può visitare dalle 09.00 alle 18.00 in inverno e fino alle 21.00 in estate.

Poco più in là, si trova il Miradouro de Santa Luzia, un belvedere completamente decorato con le tipiche azulejos portoghesi – le celebri piastrelle in ceramica dalle tinte bianche e blu.

Se vuoi saperne di più su quest’arte, ti consiglio di visitare il Museo di Arti Decorative che si trova nelle immediate vicinanze del Belvedere. Non rimarrai deluso!

La Torre di Belém

C’è un’altra cosa da vedere a Lisbona che non devi perdere assolutamente; sto parlando della Torre di Belém, una costruzione polivalente che si erge a guardia del porto di Restelo. In origine, l’edificio doveva servire da faro per le navi portoghesi che salpavano alla ricerca di nuove terre da esplorare e conquistare.

Nel tempo, si è trasformato in una sorta di fortezza a protezione del Monastero dos Jerónimos, situato a poca distanza dal porto.

La torre fa parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità tutelato dall’UNESCO, e la cosa non mi stupisce affatto. La costruzione è decorata secondo lo stile Manuelino, che subisce le influenze gotiche per amplificarle portandole all’esasperazione. Il risultato finale ti lascerà sicuramente a bocca aperta.

Il prezzo del biglietto di ingresso per la torre di Belém è di 6€ e l’orario di apertura va dalle 10:00 alle 17:30 (ultimo ingresso alle 17:00) oppure fino alle 18:30 (ultimo ingresso alle 17:30) durante la stagione estiva.

Monastero dos Jerónimos

A 15 minuti di cammino dalla Torre di Belém si trova il Monastero dos Jerónimos, uno dei monumenti più importanti di tutta Lisbona (e Patrimonio UNESCO dal 1983). Inizialmente venne costruito per omaggiare il celebre esploratore Vasco da Gama, da poco tornato dall’India. Successivamente venne invece donato all’Ordine dei monaci di San Girolamo, da cui prende il nome.

All’interno del complesso realizzato in stile manuelino ci sono le tombe di due personaggi illustri della storia portoghese: Vasco da Gama e Fernando Pessoa, situati rispettivamente all’interno della chiesa e nel chiostro del monastero.

Oceanario

Si tratta di uno degli acquari più grandi di tutta Europa, anche se è molto più piccolo rispetto all’Oceanogràfic di Valencia. L’Oceanario di Lisbona ospita più di 8.000 specie marine, tra cui squali, tonni, barriere coralline, meduse, pinguini e lontre.

L’obiettivo della struttura è quello di contribuire alla conservazione della fauna presente nei nostri oceani, e di sensibilizzare il pubblico sul tema.

Il biglietto costa 19€ ed è valido sia per le mostre permanenti che quelle temporanee. È possibile acquistare i ticket sul sito ufficiale dell’Oceanario oppure tramite Civitatis, in modo da evitare le lunghe file all’ingresso.

Day trip: visita in giornata a Cascais

Che ne dici di una gitarella fuori porta? Lo so, probabilmente non hai molti giorni a disposizione per visitare Lisbona, però ti suggerisco comunque di fare un salto a Cascais, anche solo di 1 giorno. Questo paesino a poca distanza dalla capitale offre una via di fuga dal caos della città, bellissime spiagge e un’atmosfera d’altri tempi.

Arrivarci è facile, basta prendere un treno che dalla stazione di Lisboa Cais do Sodré si ferma proprio in centro a Cascais. Il costo? Poco più di 2,25€ a persona. Una volta sceso dal vagone, potrai passeggiare per le vie della cittadina e rilassarti all’ombra di qualche albero o café del posto.

Potresti anche pensare di affittare una bicicletta per circa 10€ al giorno e pedalare lungo la pista ciclabile che arriva fino alla spiaggia Grande do Guincho. Non dimenticare la protezione solare!

Bene, sei arrivato alla fine del tour della capitale del Portogallo. Come avrai intuito sono tantissime le cose da fare e vedere a Lisbona, e probabilmente ti servirà più di qualche giorno per apprezzare la città al meglio, ma se non altro ora hai un’idea precisa di cosa includere nel tuo itinerario di viaggio 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *