Cosa fare e cosa vedere a Cusco, Perù: antica capitale Inca e Valle Sacra

2

Cusco in Perù è una bellissima città coloniale e storica capitale dell’impero Inca, un vero e proprio gioiellino situato a 3400 metri sul livello del mare, oltre che punto di partenza di moltissimi tour ed escursioni al Machu Picchu, data la sua vicinanza con il sito archeologico, e alle altre località più importanti della Valle Sacra.

La città di Cusco è un gioiello che vale assolutamente la pena visitare. In questa guida troverai tutte le informazioni necessarie per pianificare il tuo itinerario di viaggio: dai siti archeologici ai musei, passando per piazze e luoghi magici immersi nella natura e una comoda mappa per scoprire tutti i luoghi di interesse. Sei pronto a partire?

L’altitudine è spesso causa di problemi per viaggiatori e turisti che decidono di fermarsi a Cusco per qualche giorno, prima di mettersi in cammino per raggiungere il Machu Picchu.

Nonostante questo, Cusco è stata dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1983 e una visita da queste parti è d’obbligo per fare un giro tra le stradine della città e visitare i numerosi musei che si trovano nel centro storico.

Oggi la città conta più di 428.000 abitanti ed è forse il centro più conosciuto dell’intero Paese. Non c’è da stupirsi, visto che fin dalla sua fondazione ha assunto un ruolo strategico per il Perù e il suo popolo.

La leggenda narra che il primo re Inca, Manco Cápac, venne incaricato dal Dio del Sole di trovare l’ombelico del mondo, ovvero il luogo in cui confluivano i tre mondi conosciuti: gli inferi, il mondo visibile e quello superiore.

Dopo lunghe esplorazioni il re arrivò finalmente in città e si rese conto di aver trovato il luogo che cercava. Da allora, Cusco (chiamata Qosqo in Quechua, la lingua parlata dagli indigeni locali) divenne la capitale del vasto Impero Inca e lo rimase fino alla scomparsa della civiltà per mano dei conquistadores spagnoli, guidati dal temibile Francisco Pizarro.

La città è anche conosciuta come la Roma del Sudamerica, e non è difficile indovinare il motivo: ci sono così tante cose da vedere a Cusco e testimonianze archeologiche da fare invidia alla capitale italiana. Molti abitanti parlano la lingua Quechua e vestono nei coloratissimi abiti tradizionali ancora oggi.

Visitando la città ti ritroverai immerso in colori, odori e musiche che si fisseranno nella tua memoria per sempre.

Come arrivare a Cusco?

Non ci sono voli diretti per il Perù dall’Italia e dovrai raggiungere la capitale Lima (facendo scalo a Madrid o altre città europee) prima di cominciare il tuo viaggio verso Cusco.

Da Lima puoi prendere un aereo e arrivare in circa 1 ora all’aeroporto Alejandro Velasco Astete di Cusco, oppure affrontare un lungo viaggio in bus di oltre 20 ore.

I voli diretti da Lima a Cusco possono costare 50/60€ andata/ritorno, se prenotati con anticipo, e si possono trovare su un motore di ricerca come Skyscanner; se dovessi avere bisogno di aiuto, scrivimi senza problemi nei commenti.

I bus invece possono costare da circa 45€ fino a 90€ ma il viaggio da affrontare è lungo ed estenuante, per cui non te lo consiglio se hai a disposizione solamente pochi giorni per visitare il Perù.

Cosa vedere a Cusco, Perù

Se non vuoi perderti nemmeno una delle principali attrazioni di Cusco, ti suggerisco di acquistare il Boleto Turistico (BTC). Si tratta di un biglietto nominale che comprende l’ingresso a svariati siti archeologici, monumenti, musei e luoghi d’interesse, tra cui Pisac, Moray, Ollantaytambo, vari musei, Sacsayhuamán e Qenqo.

Il costo del biglietto è di 130 soles peruviani, che corrispondono a 35€ al cambio attuale, ed è utilizzabile nell’arco di 10 giorni. Sul sito ufficiale troverai altre informazioni sulle promozioni in corso e sulle tipologie di biglietti disponibili, ci sono infatti boletos per 1 o 2 giorni; dai un’occhiata qui.

Puoi inoltre acquistare il biglietto turistico in anticipo cliccando sull’immagine qui sotto:

Mi sono fermato in questa bella cittadina per due giorni durante il mio viaggio in Perù, e oltre a girare senza una meta ben precisa per le strade del centro e visitare i musei che più ti interessano, voglio elencarti una lista di cosa vedere a Cusco secondo la mia esperienza personale.

Cosa fare a Cusco: Plaza de Armas, la Cattedrale e il centro storico

Piazza centrale e punto di incontro per viaggiatori e gente del posto, la Plaza de Armas è sempre stata il cuore pulsante della città di Cusco. Sono certo che te innamorerai a prima vista, è praticamente impossibile rimanere indifferenti alla sua bellezza.

Gli edifici in stile coloniale che la circondano, con quelle inconfondibili balconate in legno dipinto, riescono a catturare il cuore di qualsiasi viaggiatore. Per non parlare delle splendide fontane e del giardino che impreziosisce il centro della piazza.

Al tempo di Manco Cápac, la Plaza de Armas era solo un pantano, ma poco a poco si trasformò nel centro amministrativo, culturale e religioso del regno Inca, sotto l’attenta supervisione dell’imperatore.

L’arrivo dei conquistadores spagnoli però cambiò tutto: gli uomini di Pizarro distrussero la maggior parte degli edifici Inca per sostituirli con maestose case coloniali e diverse chiese, tra cui la Cattedrale e l’Iglesia de la Compañía de Jesús.

Nel 1983 la Plaza de Armas venne dichiarata Patrimonio UNESCO, insieme a tutto il centro storico di Cusco. Oggi è possibile ammirare questi edifici perfettamente conservati in tutta la loro bellezza, e magari fare una visita alla Cattedrale (ingresso a pagamento circa 6€) in cui è conservata un’opera d’arte piuttosto particolare.

Si tratta di un dipinto chiamato “Ultima Cena”, un omaggio dell’artista Marcos Zapata al celebre Leonardo da Vinci. La scena è rappresentata in stile peruviano, infatti al centro della tavola campeggia un porcellino d’India arrosto (il cuy, tipica specialità della cucina del Perù).

Plaza de Armas è ideale per osservare il flusso continuo della gente e scattare bellissime foto ai palazzi coloniali che la circondano. In questa piazza si trovano inoltre tantissimi ristoranti, che però hanno prezzi abbastanza turistici, e agenzie di viaggio dove potrai acquistare servizi turistici e tour al Machu Picchu; ricorda di contrattare sempre il prezzo e visitare diverse agenzie prima di comprare quello che stai cercando.

Sito archeologico di Sacsayhuamán

Tra le cose da fare e vedere a Cusco, il sito archeologico conosciuto con il nome di Sacsayhuamán è di certo una delle più spettacolari. Si trova poco fuori città ed è facilmente raggiungibile in taxi o a bordo dei numerosi bus privati che organizzano le escursioni in questa zona.

Ma che cos’è esattamente Sacsayhuamán? Si tratta di una fortezza cerimoniale realizzata con pietre gigantesche, dal peso di diverse tonnellate ciascuna.

Ci vollero 70 anni e 20.000 uomini per portare a termine la monumentale opera, e ancora non è chiaro come gli antichi Inca abbiano fatto a impilare pietre di una tale mole una sull’altra. Sono perfettamente tagliate e incastrate fra loro, senza l’ausilio di malta né alcun tipo di collante.

Sacsayhuamán fu anche il teatro della prima rivolta inca contro Francisco Pizarro, il capitano dei conquistadores venuti a distruggere l’antica civiltà sudamericana. Il tentativo di ribellione fallì e gli spagnoli costrinsero gli Inca a rifugiarsi proprio a Sacsayhuamán, dove vennero orribilmente massacrati.

La visita alla fortezza è compresa nel Boleto Turistico, perciò ti consiglio di metterla in cima al tuo itinerario. Se sarai fortunato, potrai anche incontrare alpaca mentre pascolano liberi nei dintorni della costruzione!

Visitare Cusco: il Tempio del sole (Coricancha)

Il Coricancha si trova nel pieno centro storico di Cusco, ed è conosciuto anche come il Tempio del Sole. Sai perché? Ci sono due motivi: il primo è che venne eretto proprio in onore di Inti, il Dio del Sole inca; il secondo, invece, è che nel santuario principale veniva conservato un enorme disco dorato che rappresentava il Sole.

Questo tempio ha sempre rivestito un’importanza fondamentale per la popolazione inca: qui i sacerdoti celebravano i sacrifici rituali, qui avevano luogo le danze sacre e ogni tipo di manifestazione religiosa.

Pare ci fosse addirittura un giardino nel bel mezzo del tempio, decorato con statue di animali e persone a grandezza naturale rivestite in oro.

Inutile dire che i conquistadores distrussero il tempo, dopo averlo naturalmente depredato delle ricchezze che custodiva. Al suo posto sorge oggi la Iglesia de Santo Domingo, che però è stata gravemente danneggiata da diversi terremoti nel corso dei secoli, ma è comunque possibile ammirare le fondamenta del Tempio del Sole e rimanere a bocca aperta davanti alla precisione architettonica degli antichi Inca.

Mercado Central de San Pedro

Se mi segui da un po’ già lo sai, amo curiosare tra le bancarelle dei mercati alimentari di tutto il mondo. Per questo ti consiglio di visitare il Mercado Central de San Pedro di Cusco, che si trova a circa 10 minuti a piedi dalla Plaza de Armas.

Credo che sia il modo migliore per conoscere davvero la cultura locale da vicino, per immergersi in quei sapori e odori così tipici del posto che non troverai da nessun’altra parte; potrai osservare la gente del posto con i suoi classici vestiti, acquistare souvenir e altri oggetti a basso prezzo, mangiare alcuni piatti della cucina peruviana a pochi soles. Colorato, vivace ed economico.

Il mercato è aperto tutti i giorni dalle 06:00 del mattino fino alle 19:00 in settimana e alle 18:00 nel weekend.

Plaza San Francisco

È il posto ideale per prenderti una pausa dopo tanto girovagare tra le attrazioni di Cusco. La piazza è sempre piena di gente, a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Oltre ai numerosi bar e ristoranti, troverai un sacco di bancarelle che vendono cibo da strada, come la yuca rebozada (una radice dal sapore neutro passata in pastella e fritta, è deliziosa!).

Sulla piazza si affacciano anche la Chiesa di San Francisco e la porta d’ingresso alla città coloniale.

Machu Picchu e Valle Sagrado

Inutile dirlo: tra le cose da fare a Cusco, la visita al Machu Picchu è senza dubbio la tappa che vale l’intero viaggio. È uno dei luoghi più incredibili di tutto il pianeta, non per niente è stato dichiarato Patrimonio UNESCO e annoverato tra le sette meraviglie del mondo moderno.

Machu Picchu si trova a 2.400 metri d’altezza, un dettaglio che rende l’accesso alle rovine piuttosto difficoltoso. Occorrono circa tre giorni di cammino per arrivare in cima percorrendo l’Inca Trail, il tradizionale sentiero utilizzato dalle antiche popolazioni.

Questa è l’opzione più suggestiva per raggiungere il parco archeologico, dato che l’escursione offre panorami e scenari spettacolari. Passerai dalle rovine di Wiñay Wayna, un antico insediamento precolombiano, e godrai di una vista magnifica sulla vallata circostante.

L’unico problema è il costo, che si aggira sui 450€ a testa (comprensivo di trasporti da Cusco, guida turistica, tre pasti al giorno, permessi, entrata a Machu Picchu e tende in cui dormire); non ti preoccupare, esistono altri modi per visitare le rovine di Machu Picchu.

Raggiungere Machu Picchu in treno da Cusco

Esiste una ferrovia che collega alcune città della Valle Sacra con il parco archeologico; le due compagnie che gestiscono i trasporti su questa linea sono Peru Rail e Inca Rail.

Occorrono circa 4 ore di viaggio da Cusco e poco meno di 2 ore dal villaggio di Ollantaytambo, destinazione Aguas Calientes. Una volta arrivato sul posto, potrai salire a bordo di uno dei minibus che in venti minuti accompagnano i passeggeri fino all’ingresso del mitico sito archeologico.

Il costo del biglietto di A/R parte da 180€ ma tieni presente che i prezzi variano molto in base al tipo di treno scelto (panoramico o standard), all’orario e alla città di partenza, al tipo di posto a sedere preferito (corridoio o finestrino).

Ti suggerisco di dare un’occhiata a entrambi i siti web per sapere con precisione quanto ti costerà il biglietto e consultare tutte le opzioni disponibili se vuoi effettuare il viaggio in treno e hai un budget alto.

Viaggio in minibus da Cusco ad hidroeléctrica

Questa è sicuramente l’opzione più economica fra quelle disponibili. Ogni giorno partono diversi minibus da Cusco che terminano la corsa a Hidroelectrica (viaggio di circa 7 ore), che si trova nelle vicinanze del pueblo di Santa Teresa.

Una volta sceso dal bus ti aspetta un cammino della durata di 2 o 3 ore per arrivare ad Aguas Calientes e, da lì, raggiungere Machu Picchu. Il costo del biglietto di sola andata da Cusco a Hidroelectrica è di 55 soles peruviani, circa 14,8€.

Salkantay Trek

Si tratta di un trekking simile all’Inca Trail, ma più lungo e impegnativo da affrontare. Ha una durata di 4-5 giorni ed è adatto solamente a escursionisti esperti. Maggiori informazioni le puoi trovare su questo sito.

Non devi per forza partecipare ad un tour organizzato per visitare Machu Picchu, puoi anche andarci per conto tuo, magari in treno o in minibus. Tieni presente che l’ingresso al sito archeologico non è compreso nel Boleto Turistico, quindi dovrai pagarlo a parte.

Dato l’elevato afflusso di turisti, ti consiglio di acquistare il tuo ticket online con diverse settimane di anticipo tramite il sito ufficiale del governo peruviano. Il costo indicativo è di circa 60€ a testa per gli adulti e 35€ per studenti e bambini.

Attenzione all’orario di vista che sceglierai! I controlli sono piuttosto rigidi, non ti lasceranno entrare in un orario diverso da quello segnalato sul biglietto. Organizzati per tempo e cerca di non fare tardi 🙂

Per ulteriori dettagli su come raggiungere le rovine della città perduta degli Inca, leggi la mia guida completa sul Machu Picchu.

Quartiere di San Blas

Questo è uno dei quartieri più caratteristici da vedere a Cusco, pieno di negozi di artigianato locale e vicoletti che sbucano su piazzette nascoste dove si respira un’atmosfera magica.

La principale attrazione del barrio è la Iglesia de San Blas, che custodisce preziosi tesori in oro e argento. L’entrata è a pagamento (4€) ed è aperta tutti i giorni della settimana dalle 08:30 alle 18:00.

Museo de Arte Precolombino

Il museo si trova a Plaza Nazarenas, nel quartiere di San Blas, e ospita una collezione permanente di circa 450 artefatti risalenti al periodo pre-colombiano. Tutti i reperti del museo provengono dalla più ampia collezione del Museo Larco di Lima.

La struttura è aperta tutti i giorni dalle 08:00 alle 22:00 e l’ingresso costa 5€.

Escursioni in giornata da Cusco (per chi ha più tempo)

Prima di concludere l’articolo voglio segnalarti alcune escursioni strepitose da fare in giornata con partenza da Cusco. Si tratta di due siti naturalistici tra i più incredibili del mondo: il lago di Humantay e la Montagna Arcobaleno, entrambi situati a un centinaio di chilometri dalla città, e del sito archeologico di Moray.

Trekking al Lago di Humantay

Questa meraviglia della natura si trova a un centinaio di chilometri da Cusco, ed è raggiungibile in auto oppure tramite un tour organizzato con un’agenzia viaggi. In quest’ultimo caso, sappi che la sveglia suonerà verso le quattro del mattino.

Dovrai affrontare un viaggio di circa tre ore per raggiungere la località di Mollepata, un paesino che si trova a 3.000 metri d’altitudine. Lì avrai tempo di fare un’abbondante colazione per poi proseguire alla volta del camping di Soraypampa, situato a 3.800 metri, punto di partenza del trekking fino al lago di Humantay.

So per certo che, quando arriverai a destinazione, rimarrai a bocca aperta. Davanti a te ci sarà questo bellissimo lago turchese, circondato da imponenti ghiacciai e montagne innevate. Non vorrai più andare via!

Per fortuna avrai tempo sufficiente per goderti il paesaggio mozzafiato prima di rientrare alla base, solitamente verso le 18:00 (a seconda del tour prescelto). Super consigliato!

Vinicunca, la montagna dei sette colori

Ecco un’altra gita che vale assolutamente la pena programmare durante il tuo viaggio a Cusco. La montagna arcobaleno o montagna dei sette colori, così viene soprannominata, si trova a 140 km di distanza dall’antica capitale inca. Ma a cosa sono dovute queste splendide sfumature? La colpa è dei metalli come ferro, zolfo e rame che si sono depositati nella roccia milioni di anni fa.

Il trekking per arrivare a destinazione è molto impegnativo e non è adatto a tutti. Si raggiungeranno i 5.200 metri d’altitudine, cosa che potrebbe causare diversi problemi respiratori ai soggetti più deboli. Ti consiglio di partecipare a un tour guidato per goderti la visita in sicurezza, ma solo se sei ben allenato e se le altezze non ti spaventano.

I terrazzamenti circolari concentrici di Moray

A circa 35 km dal centro cittadino di Cusco si trova Moray, un sito archeologico noto per i terrazzamenti circolari che sono stati inseriti nel logo del turismo in Perù. La struttura è molto caratteristica e forma una sorta di anfiteatro, si pensa che il luogo era utilizzato principalmente per la coltivazione.

Prova la cucina peruviana

Non sapevo cosa aspettarmi prima di arrivare in Perù, ma la cucina di questo paese è deliziosa ed economica! Nelle vicinanze di Plaza de Armas, in calle Plateros, troverai tantissimi ristoranti e bar dove mangiare lomo saltado, alpaca, cuy e bere pisco sour e inca kola.

Ci sono anche tanti ristoranti internazionali dove mangiare pizza, pasta, kebab, hamburger etc per cui non preoccuparti se avrai voglia di mangiare qualcosa più classico 😉

Miglior periodo per andare a Cusco

I mesi più piovosi sono solitamente quelli compresi tra novembre e marzo, cosiddetti di bassa stagione, mentre i mesi tra aprile e ottobre sono quelli più soleggiati e ideali per ammirare tutte le cose da vedere a Cusco.

Durante la bassa stagione i costi di hotel, alloggi ed escursioni potrebbero essere più bassi, ma rischi di trovare giornate fredde e piovose, soprattutto sul Machu Picchu, per cui valuta bene prima di prenotare.

Il mese di maggio è probabilmente il miglior periodo per poter ammirare tutte le cose da vedere a Cusco senza correre il rischio di imbattersi in violenti acquazzoni e basse temperature.

Dove dormire a Cusco?

Nelle vicinanze di Plaza de Armas ci sono tantissimi ostelli, hotel e appartamenti per tutti i tipi di budget. Io ho prenotato un piccolo studio utilizzando il coupon Airbnb al prezzo di 15€ a notte, ma ci sono tante soluzioni low cost per alloggiare anche su Booking.

Quando cerchi un alloggio per dormire a Cusco, prendi sempre come riferimento la centrale Plaza de Armas per valutare la posizione e la distanza dell’hotel, ostello o appartamento dal centro storico cittadino, dove troverai le maggiori attrazioni della città.

Ci sono hotel e ostelli per tutte le tasche, ti lascio 3 opzioni qui di seguito a partire dalla più economica:

  • Secret Garden Hostel: ostello con un punteggio di 9,2/10 su Booking, è una delle scelte preferite dai backpackers per i sui prezzi (a partire da 8€ per persona in stanza condivisa). Si trova in Calle San Miguel, ad una decina di minuti dal centro;
  • Casona La Recoleta: si trova nel quartiere di San Blas, ottima location per alloggiare a Cusco ed essere a pochi passi dai principali monumenti. Camera doppia a partire da 40€;
  • Samana Inn & Spa: se hai un budget più alto a tua disposizione, questo hotel ha un prezzo a partire da 55€ per camera doppia e offre un centro benessere (non incluso nel prezzo) al suo interno.

Mappa di Cusco

Per aiutarti nella creazione del tuo itinerario di viaggio, ho creato una mappa con i 16 luoghi di interesse di Cusco menzionati nella mia guida, così puoi trovare facilmente musei, piazze e monumenti da visitare durante la tua vacanza in questa caratteristica città coloniale:

Bene, ho concluso la guida su cosa fare e cosa vedere a Cusco in Perù. Credo che ora tu possa pianificare il tuo itinerario di viaggio con più facilità, includendo o escludendo alcune tappe che magari non ti interessa visitare.

Cusco è senza dubbio una di quelle destinazioni da non perdere in Perù, per cui spero che i miei consigli possano esserti utili per visitare questa bellissima nazione.

2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *