Maps.Me, app gratuita per scaricare e consultare mappe offline in viaggio

Shares

Maps.me è una utile applicazione fatta apposta per risolvere uno dei problemi più fastidiosi che possano capitare a chi viaggia spesso in giro per il mondo: consultare le mappe del luogo anche in assenza di una connessione Wi-Fi.

Qual è l’incubo peggiore di ogni viaggiatore 2.0? Ritrovarsi senza connessione internet. Se come me viaggi spesso, saprai bene che scovare un Wi-Fi decente e gratuito in giro per il mondo è spesso un’impresa ardua. Un bel problema, soprattutto se è la prima volta che metti piede in quel paese e non hai la più pallida idea di come raggiungere il tuo hotel. Sì, lo so che contavi su Google Maps, ma senza connessione c’è ben poco da fare.

Maps Me mappe offline

Certo, il problema si può risolvere acquistando una sim di una compagnia telefonica locale, ma questo escamotage funziona bene solo sul breve periodo perché le offerte (e le opzioni d’acquisto) sono limitate. Che fare, dunque, quando si ha la necessità di consultare una mappa per sapere dove andare e non ci si può connettere da nessuna parte?

La soluzione esiste e si chiama Maps.me (sito web ufficiale). Si tratta di una nuova applicazione gratuita che permette di scaricare la cartina di un determinato luogo sul proprio smartphone e di consultarla quando si è offline. L’ho scoperta da poco e devo dire che mi è già risultata utile in diverse occasioni.

Nei prossimi paragrafi voglio quindi parlarti di cos’è e come funziona Maps.me, ma anche del perché ritengo che questa app per mappe offline sia fondamentale per ogni viaggiatore o nomade digitale.

Maps me, app per mappe offline: cos’è e come funziona

app Maps.me wifi

Immagina di trovarti a Bangkok, una metropoli che si estende per 1.568 chilometri quadrati in cui vivono più di 8 milioni di persone (senza contare i turisti). Orientarsi in questo marasma risulta difficile per chiunque, persino per i tassisti che spesso e volentieri non conoscono la città a sufficienza. In casi simili, l’unica soluzione è affidarsi a un navigatore satellitare.

Già, ma che fare se nessuno ha un Tom Tom sotto mano e se la nostra connessione dati non funziona? Ecco che l’applicazione Maps me ci viene in aiuto.

Come ho accennato all’inizio di questo articolo, l’app permette di scaricare sul proprio telefono le mappe create da una folta community di viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Maps.me si appoggia infatti a Open Street Map, un progetto open-source che permette ai propri utenti di creare e modificare i dati riguardanti le cartine dei diversi luoghi senza limitazione alcuna (proprio come fa Wikipedia con i suoi contenuti).

Il vantaggio di un approccio simile è quello di avere a disposizione un prodotto sempre aggiornato grazie all’esperienza diretta di milioni di users, che consultano le mappe stradali, aggiungono indicazioni e aggiornano le informazioni presenti sulle mappe di Maps.me.

Ti basterà quindi scaricare l’app Maps.me prima del tuo viaggio (o appena riuscirai a connetterti a una rete Wi-Fi) per avere a disposizione un navigatore offline gratuito e facile da usare, che risulterà molto utile quando ti ritroverai a vagare per le strade di Bangkok (o qualsiasi altra città 😉 ) a bordo di un taxi.

L’app è disponibile sia per il download con dispositivi iOS a questo link, che per Android (link diretto) e non richiede nessuna iscrizione, nessun form di registrazione da compilare e nessun login: dovrai solo connetterti a internet giusto il tempo necessario per scaricare le mappe dei luoghi che ti interessano, e poi Maps.me farà il resto.

L’applicazione gratuita funziona in modo molto simile a Google Maps, ma con una differenza sostanziale: quest’ultimo non permette di eseguire ricerche sulla mappa in modalità offline, né tantomeno di avviare la navigazione. Inoltre, i dati di Maps.me sono molto più completi e aggiornati rispetto a quelli in possesso del colosso informatico di Silicon Valley, proprio perché provengono dagli utenti stessi.

Puoi eventualmente consultare tutte le mappe disponibili su Maps Me anche da PC, collegandoti al sito ufficiale dell’app, per pianificare con tempo tutti i tuoi spostamenti prima del tuo viaggio; seleziona il tipo di servizio che stai cercando, inserisci la località e clicca sul pulsante cerca per trovare in pochi secondi quello che stai cercando. Semplice, vero? 😉

Maps.me: individuare percorsi, punti di interesse e molto altro

Maps.me è la soluzione ideale per avere sempre a portata di mano sia le mappe offline per Android che le mappe offline per iPhone. Finora ho parlato dei vantaggi e del funzionamento di questa applicazione, ma adesso è giunto il momento di vedere come scaricare i dati delle cartine sul cellulare.

indicazioni stradali app Maps Me

Dalla schermata principale dell’app Maps Me puoi selezionare e visualizzare la cartina della zona che ti interessa. Nella parte inferiore dello schermo c’è un menu composto da 5 voci, ognuna delle quali ti permette di agire sulle mappe in modi diversi. Ecco quali sono:

Ricerca: in questa tab puoi inserire il nome della tua destinazione e poi premere la lente d’ingrandimento per localizzarlo sulla mappa. Puoi anche consultare la cronologia delle ricerche passate, oppure individuare un punto di tuo interesse attraverso l’opzione “categorie” (cibo, hotel, parcheggi ecc).

Pianificazione di percorsi: quando si preme questo tasto compare un piccolo menu nella parte superiore dello schermo. Da qui puoi scegliere il mezzo di trasporto con cui intendi spostarti (auto, moto, bici, a piedi oppure coi mezzi pubblici). Ora è sufficiente selezionare il punto di arrivo e di partenza per creare il percorso più veloce e seguire le indicazioni, anche in assenza di Wi-Fi, per raggiungere la tua destinazione.

Punti di interesse nelle vicinanze: cliccando su questo tasto apparirà una schermata che mostrerà quali sono i punti di interesse più vicini a te in quel momento, divisi nelle varie categorie (ristoranti, bar, stazioni del treno ecc).

Segnalibri: forse non lo sai, ma hai la possibilità di salvare i tuoi punti di interesse preferiti all’interno dell’app. Per consultare la lista dovrai semplicemente aprire la sezione dei segnalibri (che si trova nel menu iniziale di Maps.me). Puoi persino importare i dati da altre applicazioni simili, purché siano in formato KML.

Impostazioni: è qui che devi cliccare per aggiungere un punto di interesse ai preferiti, oppure per scaricare le mappe offline sul tuo telefono tramite Wi-Fi.

A mio parere Maps.me è una delle migliori alternative a Google Maps e Via Michelin in circolazione: è facile da usare, intuitiva e sempre aggiornata con dati reali condivisi dagli utenti. L’unico difetto del programma è che non è possibile caricare o seguire tracce GPS quando si naviga in modalità offline.

E tu, hai avuto modo di testare l’app Maps Me? Cosa ne pensi? Condividi la tua esperienza nei commenti, mi farebbe piacere ascoltare il tuo punto di vista a riguardo!

Shares

2 commenti su “Maps.Me, app gratuita per scaricare e consultare mappe offline in viaggio”

Lascia un commento

  1. Ho sperimentato Maps me a Cipro e l’ho trovato molto utile . Ma mi potete dire come posso cancellare le mappe che ho già utilizzato per far posto ad altre?
    Grazie

    • Ciao Gianna, nella schermata “Le mie mappe” (oppure “My Maps” se usi l’app in inglese), puoi visualizzare tutte le mappe salvate e cancellarle una ad una per avere più spazio a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *