Cosa vedere ad Alicante: 14 attrazioni da non perdere

2

Sei indeciso su cosa vedere ad Alicante in Spagna? Organizzare un itinerario turistico non è un’impresa facile, specialmente se hai solo pochi giorni di vacanza a disposizione. Ci sono un sacco di cose belle da fare in questa cittadina spagnola: dalle passeggiate sul lungomare, alle visite ad alcuni dei monumenti più famosi del luogo, fino al relax in spiaggia.

La fortuna è che gran parte delle attrazioni di Alicante sono molto vicine tra loro, quindi non dovrai perdere troppo tempo negli spostamenti fra una e l’altra.

In questa guida ti parlerò di quelli che, secondo me, sono i 14 principali luoghi di interesse da non perdere durante un soggiorno ad Alicante. Sei pronto a prendere appunti? 🙂

Alicante, Spagna: cenni storici

La storia di Alicante è segnata dalla presenza di Fenici, Greci, Cartaginesi e Romani che, nei secoli, si sono dati battaglia per assicurarsi la supremazia sul territorio. I Bizantini prima e gli Arabi poi, regnarono su Alicante fino all’VIII secolo, quando la città venne definitivamente conquistata dai Cristiani.

Le tracce del periodo arabo sono visibili ancora oggi, in particolare nell’architettura e decorazione di certi edifici – come la Concattedrale di San Nicola e la Basilica di Santa Maria.

Nel 1938 la città venne bombardata dall’Aviazione Legionaria Italiana, intervenuta nel conflitto civile spagnolo per sostenere le truppe franchiste. In seguito a questo episodio, gli abitanti decisero di ricostruire l’intera cittadina riportandola agli antichi fasti. La Alicante che vediamo oggi è frutto del duro lavoro di quel periodo.

Cosa fare e cosa vedere ad Alicante

Ma allora, cosa c’è da vedere ad Alicante, Spagna? Di seguito ti elenco i principali punti di interesse che, a mio parere, vale la pena visitare.

Castello di Santa Barbara

Questo è senz’altro il luogo ideale per ammirare la bellezza di Alicante tutta d’un fiato, dall’alto. Sì, perché il Castello di Santa Barbara si erge a esattamente 167 metri d’altezza sopra il golfo della città.

Il maniero è composto da tre livelli distinti che vennero costruiti tra il XIV e il XVIII secolo, e da allora domina incontrastato la baia di Alicante. Sapevi che è considerato la fortezza medievale più grande di tutta Spagna?

Potrai esplorare i suoi corridoi, cunicoli e sale per ore, per poi fermarti un momento ad ammirare le mille sfumature dell’oceano sottostante. Il panorama che si contempla dalla muraglia è a dir poco incredibile.

Insomma, se ti trovi ad Alicante non puoi davvero perderti la visita a un monumento tanto suggestivo come il Castello di Santa Barbara.

Ci si può arrivare comodamente in auto, oppure percorrendo a piedi i sentieri che partono dalla Playa del Postiguet e si inerpicano fino alla cime del promontorio. La passeggiata dura circa un’ora, e ti permetterà di ammirare meravigliosi scorci panoramici lungo il cammino.

In alternativa, puoi anche prendere l’ascensore a pagamento situato in Avenida Juan Bautista Lafora, giusto di fronte alla spiaggia del Postiguet. Il costo è di 2,70€ a persona, mentre l’entrata al Castello di Santa Barbara è gratuita.

Playa del Postiguet

Hai presente la spiaggia che intravedevi dalla cima del Castello di Santa Barbara? È proprio Playa del Postiguet, un piccolo angolino di sabbia dorata che si trova nel cuore della città, a poca distanza dalla famosa Explanada de España.

Si tratta forse della spiaggia più amata dagli abitanti del luogo, un po’ per via delle sue acque cristalline e un po’ per la sua vicinanza al centro.

Se non ami stare troppo a lungo in mezzo alla folla, ti consiglio di scendere in spiaggia al mattino presto oppure a tarda sera, quando la maggior parte dei bagnanti è già rientrata in hotel. In questo modo potrai apprezzare al meglio la bellezza del litorale, ammirando uno splendido tramonto in riva al mare.

Playa del Postiguet dispone di tutti i servizi necessari: dalle toilette pubbliche ai ristoranti, dal noleggio ombrelloni alle docce. Riesci a immaginarti disteso sulla sabbia, mentre ti godi il caldo sole estivo di Alicante?

Explanada de España

Quando ho posato gli occhi sull’Explanada de España per la prima volta, il mio pensiero è subito volato al Rossio di Lisbona. Entrambi i luoghi infatti sono adornati da un mosaico particolarissimo, costituito da sei milioni di piastrelle bianche, rosse e nere che simulano il movimento delle onde del mare.

Pare che l’architetto Francisco Muñoz si sia ispirato proprio alla celebre piazza portoghese per realizzare l’Explanada de España, il viale pedonale preferito dagli alicantini.

Solo più tardi ho scoperto che esiste un altro lungomare molto simile situato a Copacabana, la meravigliosa spiaggia di Rio de Janeiro. Il paesaggista Burle Marx realizzò questo capolavoro a cavallo tra il 1970 e il 1971 e lo dedicò alla memoria dei marinai portoghesi, disposti ad affrontare pericolose traversate per raggiungere le colonie d’oltreoceano.

Non avrai bisogno di volare fino in Brasile per ammirare da vicino la bellezza del mosaico di pietra portoghese. Sarà sufficiente imbarcarti sul primo volo diretto ad Alicante per passeggiare lungo l’Explanada, in compagnia di turisti e gente del posto.

Il viale è costellato di palme, ristoranti e bar, il luogo perfetto per sedersi e gustare un caffè in riva al mare. D’estate poi, l’Explanada si trasforma nel palcoscenico ideale per artisti di strada, musicisti, attori improvvisati e piccoli artigiani, che con le loro bancarelle affollano il paseo e lo rendono ancora più speciale.

Basilica di Santa María

Si trova nel cuore della città, proprio nel centro storico di Alicante. È stata costruita nel luogo in cui, un tempo, sorgeva una moschea araba (distrutta da un incendio nel XV secolo). La riconoscerai subito per via delle torri asimmetriche che la caratterizzano.

La chiesa è stata realizzata in stile barocco valenciano, come si può notare dall’opulento portone che accoglie i visitatori all’entrata. Se sei un’appassionato di storia dell’arte, di certo non puoi perderti la visita a questo monumento.

Il periodo migliore per ammirarla da vicino è sicuramente il mese di agosto, quando si tengono le celebrazioni del Mistero di Elche. Si tratta di un vero e proprio dramma religioso che viene messo in scena all’interno della Basilica, e che rappresenta l’Assunzione della Vergine al cielo.

Lo spettacolo è stato dichiarato Capolavoro del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO, ed è l’unica opera al mondo che dispone dell’autorizzazione necessaria per essere inscenata in chiesa. Un’esperienza da non perdere!

Plaza del Ayuntamiento

Non è uno dei luoghi più conosciuti della città, però credo che valga comunque la pena passare di qui anche solo per sorseggiare un caffè sotto i portici. La piazza del Municipio di Alicante non ha nulla a che vedere con Plaza Mayor a Madrid o con la Plaza del Ayuntamiento di Valencia; è molto più modesta, riservata e formale rispetto alle altre due.

Eppure ha un non so che di intrigante, che ti fa venire voglia di dare una sbirciatina mentre ti stai dirigendo altrove. Saranno i piccoli bar nascosti sotto ai portici, oppure gli alberi che adornano i lati della piazza, ma credo che la Plaza del Ayuntamiento è una delle cose da vedere ad Alicante, ed è un piccolo gioiellino che non dovresti perdere durante la tua visita.

Di sera poi, la piazza assume un’aria più sofisticata ed elegante. E allora perché non passare di qui durante una delle passeggiate serali che dall’Explanada ti condurranno nelle vicinanze?

Concattedrale di Alicante

Come la Basilica di Santa Maria, anche la Concattedrale dedicata a San Nicola di Bari venne costruita sui resti di una moschea, andata distrutta prima del XVII secolo. È situata nel centro della città, a 5 minuti a piedi dalla chiesa dedicata alla Vergine Maria.

La riconoscerai subito per via della cupola blu che caratterizza la cattedrale. È molto diversa dalla Basilica di Santa Maria, sia nello stile che nell’architettura. Non c’è traccia del barocco valenciano tipico della Iglesia; l’impressione generale è di sobrietà ed essenzialità, tanto nella decorazione quanto nella disposizione dello spazio.

Barrio Santa Cruz

Si tratta di uno quartieri più antichi e pittoreschi di Alicante, una zona fatta di viuzze strettissime e piene di case colorate, impreziosite da murales realizzati da diversi artisti di strada. Si raggiunge facilmente scendendo dal Castello di Santa Barbara.

Se ti stai chiedendo cosa fare ad Alicante, e in particolare nel Barrio di Santa Cruz, la risposta è: assolutamente nulla! Il miglior consiglio che ti posso dare è perderti in quelle viuzze e fotografare ogni angolo, godendoti la sensazione di serenità e pace che si respira nel quartiere.

I vasi pieni di fiori che campeggiano a mezz’aria sui muri esterni delle case, le porte di legno colorate e i balconi variopinti ti rimarranno impressi nella memoria e nel cuore. Scommettiamo?

Calle San Francisco e Plaza de la Puerta de San Francisco

Ecco un’altro angolino suggestivo e particolare della città di Alicante. Si tratta della Plaza Puerta de San Francisco, una piccola piazza (come dice il nome stesso) arricchita da palme e altra vegetazione, ideale per rilassarsi durante le calde giornate estive.

E che dire della fontana situata al centro della piazza, o del gazebo in ferro battuto in stile liberty che impreziosisce l’ambiente? Se ci spostiamo un po’ più in là arriviamo in Calle San Francisco, un luogo – se possibile – ancora più suggestivo del precedente.

Questa minuscola viuzza è un trionfo di colori, a partire dal pavimento fino ad arrivare ai muri degli edifici circostanti, decorati con bellissime poesie scritte a mano. Vuoi sapere la cosa più bizzarra? L’intera via è costellata di funghi, di tutte le forme e dimensioni!

Non scherzo, basta cercare qualche foto in Google Immagini per rendersene conto 🙂 Le sculture affollano tutta la via, che nel tempo è stata soprannominata “Via dei Funghi”, per l’appunto. L’iniziativa è merito del sindaco di Alicante Sonia Castedo che, nel 2013, decise di riqualificare la zona usando un pizzico di creatività.

Oggi, Calle San Francisco è uno dei luoghi di interesse più conosciuti e amati della città, sia dai grandi che dai piccini!

Mercat Central d’Alacant

Questa, a mio parere, è una tappa che non può mancare nella lista di cosa vedere ad Alicante. Chi mi conosce lo sa, i mercati rientrano nella mia classifica dei posti preferiti di sempre. Non manco mai di visitarne almeno uno quando viaggio all’estero. Perché?

Bè, perché mi piace l’idea di conoscere il paese che visito da quanti più punti di vista possibile, specialmente da quello gastronomico. Poche cose sono in grado di raccontare l’anima, la cultura e il carattere di un luogo come il cibo. Per questo, nel mio elenco di cosa fare ad Alicante, ho inserito anche il Mercato Centrale.

Simile al Mercat Central di Valencia, quello di Alicante è più piccolo e meno caratteristico. Ogni bancarella è ricca di merce freschissima, dove si possono gustare ottime tapas a prezzi onesti. Certo, non ha nulla a che vedere con la Boquería di Barcellona, ma l’atmosfera che si respira al mercato è decisamente allegra, colorata e… deliziosa!

Il mercato è aperto dal lunedì al sabato, dalle 07.00 del mattino alle 14.30. Ti consiglio di alzarti presto e fare un giro tra le bancarelle durante le prime ore del mattino, soprattutto se non vuoi rimanere a bocca asciutta!

Plaza Puerta del Mar e Marina

Al termine del paseo della Explanada de España, ti imbatterai nella famosa Puerta del Mar alicantina. È una piccola piazzetta situata a metà strada fra il porto, la spiaggia del Postiguet e la Plaza del Ayuntamiento.

Da qui potrai facilmente visitare tutti questi luoghi situati nelle immediate vicinanze, a pochi minuti di cammino l’uno dall’altro. Alla Marina troverai invece negozi, ristoranti e discoteche adatte a tutti i gusti e le età, oltre a un piccolo centro commerciale all’aperto adiacente al porto di Alicante.

Spiaggia di San Juan

Qui è dove turisti e alicantini si riuniscono ogni estate per trascorrere qualche ora di relax in riva al mare. La spiaggia di San Juan non è vicinissima al centro, ma è sicuramente la più apprezzata e conosciuta di tutta la città.

Il litorale è lungo circa 3 km, e di spazio ce n’è a sufficienza per tutti! Durante i mesi estivi la spiaggia viene letteralmente presa d’assalto, e potrebbe essere più complicato riuscire a trovare un posticino per piantare il proprio ombrellone.

Per fortuna, il clima ad Alicante è mite durante la maggior parte dell’anno, cosa che ti permetterà di farti un bel bagno e prendere il sole in riva al mare anche durante i mesi primaverili.

Sul lungomare troverai un po’ di tutto: dai campi di pallavolo e tennis, ai gonfiabili per bambini, ai chiringuitos e ristoranti vista mare, ai mille negozi di abbigliamento e souvenir.

Arrivarci è facile, basta prendere l’autobus numero 3 o 4 che dal centro città ti porterà a pochi metri dalla spiaggia. Non dimenticarti il costume e la protezione solare!

Isola di Tabarca

A meno di un’ora di navigazione dal porto di Alicante c’è l’isola di Tabarca, l’unica della provincia di Valencia a essere ancora abitata dai pescatori locali. Lo scenario è tremendamente suggestivo, e merita una visita anche solo per allontanarsi dal caos che caratterizza la città durante i mesi estivi.

A Tabarca ci sono bellissime spiagge e ottimi ristoranti di pesce, in cui è possibile rifocillarsi ammirando uno splendido panorama. Per rendere l’esperienza ancora più indimenticabile, potresti pensare di trascorrere una notte sull’isola e godere del silenzio e della tranquillità tipica del posto. Hai già comprato i biglietti del traghetto?

Museu d’Art Contemporani MACA

Ecco un’altra delle cose da vedere ad Alicante che gli amanti dell’arte sicuramente apprezzeranno. Sto parlando del Museo d’Arte Contemporanea della città, ospitato nella splendida cornice della Casa de la Asegurada, il più antico palazzo di Alicante.

L’ingresso è gratuito, e si trova vicino alla Basilica di Santa Maria (in pieno centro città). Il Maca ha visto la luce per volontà dello scultore Eusebio Sempere, che ha donato gran parte delle opere presenti nella struttura.

Le collezioni si sviluppano su tre piani e comprendono opere di Picasso, Dal, Mirò, Chagall e Max Ernst, alcuni dei più importanti esponenti del Novecento. Una tappa imperdibile!

Il centro di Alicante e la vita notturna

La movida di Alicante ha la fama di essere una delle migliori di tutta Spagna. Centinaia di giovani da tutta Europa approdano qui ogni estate, spinti dal desiderio di fare festa fino all’alba in una delle discoteche più famose della città – tra cui il Metro Dance Club, il Confetti Alicante e il Ten 10.

Sappi che la vita notturna ad Alicante inizia molto tardi, solitamente dopo mezzanotte, e chiaramente finisce all’alba. Prima di quell’ora, i locali sono vuoti e si fa fatica a trovare anima viva in giro. D’estate invece, la movida si sposta verso il mare, in particolare nella zona dell’Explanada o della spiaggia di San Juan.

Le discoteche propongono un mix di generi musicali concepito per accontentare tutti: dalla house alla techno, passando per l’elettronica e il funky. Avrai solo l’imbarazzo della scelta!

Bene, siamo arrivati alla fine di questa guida su cosa vedere ad Alicante durante una breve vacanza di qualche giorno. Spero di averti aiutato a costruire un bell’itinerario, ma se dovessi avere ancora qualche domanda a riguardo scrivimi pure nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *