Bandiera della Spagna: curiosità e stemma della bandiera spagnola

Curiosità e cenni storici sulla bandiera spagnola anche conosciuta in Spagna come rojigualda; significato dei suoi colori accesi rosso e giallo e spiegazione dei simboli che compongono lo stemma ufficiale presente all’interno della bandiera della Spagna.

Sicuramente la conosci e l’avrai vista mille volte in diverse occasioni o eventi, ma cosa sai realmente della bandiera spagnola? Come nasce, qual è la sua storia, cosa include lo stemma e qual è il significato dei suoi colori?

In questo articolo voglio condividere qualche informazione utile e alcune curiosità sulla bandiera della Spagna per comprendere meglio ogni dettaglio che la caratterizza.

Come è fatta la bandiera della Spagna?

La bandiera spagnola, come riportato dalla costituzione della Spagna che risale al 1978, deve includere un insieme di colori e simboli che rappresentano la nazione. Come puoi vedere ci sono 3 fasce orizzontali di cui una è rossa, una gialla e la terza ancora di colore rosso, la banda dalla tonalità gialla ha una larghezza pari al doppio di quelle rosse.

All’interno della bandiera compare inoltre lo stemma della Spagna, che solitamente viene incluso nelle insegne di Stato, e deve essere posizionato ad una distanza di 1/3 partendo dall’asta e non deve essere più alto dei 2/5 dell’altezza complessiva della bandiera.

Significato dei colori della bandiera spagnola

Non esiste una spiegazione ufficiale sui colori rosso e giallo della bandiera della Spagna, ma la più logica teoria è che il rosso rappresenta il sangue degli spagnoli durante le guerre e il colore giallo o oro invece rappresenta le ricchezze conquistate nel corso dei secoli.

La bandiera viene chiamata in spagnolo rojigualda, prendendo il nome dai due colori rojo (rosso) e amarillo gualda, un colore giallo oro.

Queste due tonalità non sono mai cambiate nel tempo e sono rimaste quindi sempre uguali fin dal lontano 1785, quando l’attuale disegno della bandiera nazionale spagnola prese forma con il decreto del 28 maggio 1785.

Consulta anche la mappa della Spagna per guide di viaggio e articoli.

Ci fu però un periodo in cui una delle fasce rosse venne sostituita con una banda dal colore viola, durante la Seconda Repubblica (1931-1939) e per tutta la durata della Guerra Civile, ma non durò a lungo in quanto poi venne scartato tornando ai colori originali che sono utilizzati tutt’ora.

Da quanto tempo viene utilizzata la bandiera di Spagna?

La storia della bandiera spagnola ebbe inizio il 28 maggio del 1785, data in cui fu deciso di adottare questa insegna come simbolo da apporre sull’albero più alto delle navi spagnole. Successivamente, nell’anno 1843, la bandiera rossa e gialla venne unificata e utilizzata come bandiera nazionale spagnola in ogni regione.

Il formato a strisce rosse e gialle che conosci e che si usa tutt’oggi, non ha subito grandi cambiamenti nel tempo, con il solo stemma che venne modificato e spostato a seconda del periodo.

L’unica modifica nel corso degli anni, come anticipato, fu l’introduzione del colore viola, eliminato però dopo pochi anni; nel periodo tra il 1931 e il 1936 infatti, comparve la suddetta striscia di colore violaceo che andò a sostituire la fascia rossa inferiore, ovvero nella parte bassa sotto a quella gialla.

Cosa rappresenta lo stemma della Spagna e qual è il suo significato?

Lo stemma spagnolo riportato al centro della fascia di colore giallo, fu spesso modificato nel corso dei secoli. Ma cosa vuol dire il simbolo scelto e perché è stato cambiato più volte?

Il simbolo spagnolo cambiò spesso e a seconda delle invasioni, dittature e conquiste dei vari popoli. Per diverso tempo fu caratterizzato da un’aquila di colore nero, durante il periodo della dittatura franchista dal 1939 al 1975. Questo simbolo però venne usato anche in precedenza in campo militare, intorno al 1500.

I simboli e scudi presenti nella bandiera della Spagna hanno una storia molto complessa fino al 1981, anno in cui entrò in vigore l’attuale stemma, per cui ti lascio questo articolo in spagnolo per approfondire l’argomento.

Per quanto riguarda lo stemma attuale, questi sono gli elementi che lo compongono: all’interno dello scudo si trova l’immagine del Regno di Castiglia, quella del Regno di León, la Corona d’Aragona e il simbolo del Regno di Navarra, oltre all’immagine del Regno di Granada e allo scudetto del Borbone di Spagna.

Nella parte superiore dello stemma è presente la Corona Reale di Spagna, sul lato destro e su quello sinistro dello stemma compaiono le Colonne d’Ercole e un nastro con la scritta dorata Plus (a sinistra) e Ultra (a destra); in cima alla colonna di sinistra è posizionata la Corona del Sacro Romano Impero e su quella di destra, nuovamente, la Corona spagnola.

Ecco la bandiera spagnola con il suo stemma:

Bandiera Spagna di colore rosso giallo e viola

Questo importante simbolo nazionale che rappresenta la Spagna, viene definita con il nome di rojigualda, definizione che deriva dai colori delle bande che la costituiscono, ovvero il rojo e il gualda.

Ma come ti ho anticipato, ci fu un periodo significativo per la storia della Spagna in cui cambiarono i colori tradizionali della bandiera, durante il periodo dal 1931 al 1936 in cui venne introdotto il colore viola, come puoi vedere nell’immagine qui sotto:

I colori utilizzati quindi divennero tre e non più due come era sempre stato da molti anni fino a quel momento.

La bandiera tricolore rossa gialla e viola o bandiera della Spagna repubblicana ancora oggi viene utilizzata in occasione di manifestazioni a sfondo politico organizzate da gruppi di sinistra; l’esposizione di questo particolare vessillo viene utilizzato per simboleggiare la volontà di rivendicazione e desiderio di cambiamenti nel Governo, ovvero la richiesta di ristabilire la Seconda Repubblica in vigore prima della guerra civile.

Utilizzo della bandiera

Le bandiere spagnole esposte su edifici governativi, sia in Spagna che all’estero (ambasciate, consolati etc.), devono obbligatoriamente rispettare gli standard legati previsti dalla Costituzione, e in caso di lutto nazionale può essere posizionata a mezz’asta.

Nel caso in cui venga esposta insieme alle bandiere di altri Stati o comunità autonome spagnole, deve rispettare un certo ordine che prevede il posizionamento del vessillo nazionale prima e quello europeo poi, seguiti da tutte le altre.

Dove acquistare la rojigualda?

14 Recensioni
Bandiera della Spagna, 150 x 90 cm, adatta per maestria spagnola, di alta qualità.
  • Dimensioni: bandiera 150 cm x 90 cm
  • Tessuto: 100% poliestere
  • Imballaggio: Confezione in plastica

Hai altre domande o curiosità da condividere sulla bandiera della Spagna? Scrivi pure nei commenti qui di seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *