Madrid, guida di viaggio: cosa vedere, cosa fare e dove dormire

Madrid è meta ogni anno di milioni di turisti provenienti da tutto il mondo, desiderosi di perdersi fra le sue vie e di immergersi nell’atmosfera unica dei suoi quartieri. In questa guida di viaggio puoi trovare i miei consigli per visitare la vibrante capitale della Spagna che ti farà innamorare con i suoi parchi, i musei e i mercati, le vie dello shopping e i bar e ristoranti dove assaggiare la cucina spagnola.

Madrid è la capitale e la più grande città della Spagna, situata al centro della penisola iberica, oltre ad essere la capitale della Comunità Autonoma di Madrid, una delle 17 suddivisioni territoriali della Spagna.

Con una popolazione di oltre 3,3 milioni di abitanti nella città e più di 7,5 milioni nell’area metropolitana, Madrid è una delle città più popolose dell’Unione Europea, nonché una delle principali destinazioni turistiche del paese.

Madrid

La storia di Madrid risale all’epoca pre-romana, quando la regione era abitata dagli arabi. Successivamente, fu occupata dai Romani nel II secolo a.C., che la chiamarono “Matrice”. Tuttavia, fu solo durante il periodo medievale che Madrid iniziò a guadagnare importanza come punto strategico. Nel 1561, Madrid divenne la capitale del Regno di Spagna su ordine del re Filippo II, sostituendo così Toledo.

Vale la pena visitare Madrid?

Assolutamente sì, Madrid merita sicuramente una visita! La città è un centro politico, economico e culturale di rilevanza mondiale, e la sua posizione geografica privilegiata, nel centro della Spagna, la rende un importante nodo di trasporto e crocevia per l’Europa.

È dotata di un moderno sistema di trasporto pubblico composto da una rete estesa di metropolitana, autobus e treni, che facilita gli spostamenti all’interno della città e verso altre destinazioni nazionali e internazionali grazie anche all’aeroporto di Barajas.

Oltre a questi mezzi, ci sono anche due linee di bus gratuiti 001 e 002 che passano per il centro e fermano in alcuni punti strategici della città.

Hai a disposizione qualche giorno di vacanza e ti piacerebbe visitare la capitale spagnola ma non sai da che parte iniziare? Allora non perderti questa guida di viaggio, perché ti parlerò di cosa vedere a Madrid e cosa fare durante il tuo soggiorno.

Ti porterò con me nei principali luoghi di interesse come parchi, musei e monumenti, ti spiegherò come raggiungerli e ti racconterò qualche curiosità su ciascuno.

Per cosa è famosa Madrid?

Madrid è famosa per la sua architettura, che spazia da antichi palazzi e chiese a edifici moderni. Un’icona architettonica di Madrid è il Palazzo Reale, residenza ufficiale della famiglia reale spagnola. Il palazzo è aperto al pubblico e ospita importanti eventi e cerimonie di Stato.

Un’altra attrazione famosa è il Parco del Retiro, un vasto parco cittadino che offre un’oasi di tranquillità nel cuore della capitale della Spagna, con i suoi laghi, giardini e monumenti storici.

La cultura madrileña è conosciuta per la sua vivacità e la sua passione per l’arte, la musica e la gastronomia. La città vanta numerosi musei di fama mondiale, come il Museo del Prado, che ospita una vasta collezione di opere d’arte europea, e il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía, dedicato all’arte moderna e contemporanea spagnola, dove puoi ammirare, tra le altre opere presenti, il celebre dipinto “Guernica” di Pablo Picasso.

La vita notturna di Madrid è rinomata e la città è famosa per le sue taverne, i suoi locali e le sue feste. Il quartiere di La Latina è particolarmente conosciuto per i suoi tradizionali bar di tapas, dove si possono gustare le prelibatezze culinarie spagnole accompagnate da una cerveza, sangria o tinto de verano.

La città è anche sede di numerosi festival ed eventi culturali durante tutto l’anno, come la Feria de San Isidro, una delle più importanti feste di Madrid in onore del patrono della città.

Madrid è anche famosa per i suoi mercati gastronomici, come il Mercado de San Miguel dove puoi assaggiare una varietà di specialità locali. Inoltre, la città è sede di squadre di calcio di alto livello come il Real Madrid e l’Atlético Madrid, offrendo l’opportunità di assistere a partite emozionanti.

Quando andare a Madrid?

I mesi primaverili e autunnali (aprile, maggio, settembre e ottobre) offrono temperature moderate e condizioni climatiche favorevoli per visitare Madrid, anche se ogni stagione ha il suo fascino e la città offre attrazioni interessanti tutto l’anno.

Per una panoramica dettagliata e più approfondita leggi l’articolo dedicato al meteo a Madrid.

Cosa vedere a Madrid, capitale della Spagna

“Me gusta Malasaña, me gustas tú”. Così cantava Manu Chao in una sua celebre canzone. Chi ha avuto la fortuna di mettere piede nel Barrio de Las Maravillas di Madrid saprà bene a cosa si riferisce il cantante franco-spagnolo: l’atmosfera pop e alternativa che si respira nelle vie e nei locali di Malasaña è davvero unica nel suo genere, e conferisce al quartiere un carattere tutto suo.

In realtà ogni barrio di Madrid ha una personalità ben definita e nasconde al suo interno monumenti, musei, negozi, locali e ristoranti tutti da scoprire. Amo molto perdermi per questa città che ho deciso di chiamare casa, e in questo articolo puoi trovare i più importanti luoghi di interesse della capitale spagnola, in modo da poter definire un buon itinerario per esplorare la città come merita, oltre ad alcuni suggerimenti e consigli pratici.

E non perderti la cartina interattiva alla fine della guida così potrai organizzare al meglio il tuo viaggio a Madrid. ¡Vamos!

Parco del Retiro (Parque de El Retiro)

Il Parque del Retiro è uno dei parchi più belli e amati di Madrid. Con ampi prati, laghi, giardini ben curati e una vasta varietà di alberi e piante, il parco offre un’oasi di pace e tranquillità che si estende per 118 ettari nel cuore della città. Qui potrai riempirti gli occhi con il verde dei suoi prati, perderti fra i viali in fiore e respirare un’atmosfera d’altri tempi, intrisa di magia e di quiete.

Appena entrato dalla Puerta Real, l’ingresso principale situato nei pressi della famosa Porta di Alcalá, percorri il viale principale del parco per raggiungere il grande lago artificiale, costellato di barchette a remi che si possono noleggiare per vedere da vicino lo splendido Monumento a Alfonso XII, costruito nel 1922.

Madrid luoghi di interesse

Imperdibile è anche il Palacio de Cristal, una struttura realizzata completamente in vetro e acciaio, costruita nel 1887 per ospitare un’esposizione di piante botaniche provenienti dalle Filippine. Oggi il Palazzo viene utilizzato come location per mostre d’arte contemporanea ed è visitabile gratuitamente negli orari di apertura del parco.

Palacio de Cristal Parco Retiro Madrid

Degno di menzione è anche il Bosco degli Scomparsi (in spagnolo conosciuto come Bosque del Recuerdo o Bosque de los Ausentes), un monumento commemorativo dedicato alle 191 vittime degli attentati terroristici dell’11 marzo 2004. 191 tra ulivi e cipressi (uno per ogni persona rimasta uccisa) si ergono maestosi sulla collina, circondata da un piccolo fiumiciattolo che simboleggia la continuazione della vita.

Orari di apertura del parco: ottobre/marzo, tutti i giorni 06.00 – 22.00. aprile/settembre, tutti i giorni 06.00 – 24.00.

Fermate della metropolitana più vicine:

  • Retiro (linea 2);
  • Principe de Vergara (linea 2 e 9);
  • Ibiza (linea 9);
  • Estación Del Arte (linea 1).

Porta di Alcalá

Situata nel quartiere del Retiro, la Porta di Alcalá è uno dei simboli più riconoscibili di Madrid. Questo imponente monumento fu costruito nel XVIII secolo ed è una delle cinque antiche porte reali da cui si accedeva alla città. La Porta di Alcalá è un luogo ideale per scattare foto ed è situata nei pressi dell’ingresso principale al Parco del Retiro.

Porta di Alcala Retiro Madrid

Fermata della metropolitana nelle vicinanze:

  • Retiro (linea 2).

Palazzo Reale

Il Palazzo Reale di Madrid è una delle principali attrazioni della città. Questo maestoso palazzo fu costruito nel XVIII secolo sui resti dell’Alcázar, ed è stato ed è ancora oggi la residenza della famiglia reale spagnola, anche se nell’attualità il palazzo viene utilizzato esclusivamente per cerimonie e la famiglia reale vive nel Palacio de la Zarzuela.

Nel 1734, nel giorno della vigilia di Natale, il palazzo venne completamente distrutto a causa di un terribile incendio. Il Re Filippo IV ne ordinò l’immediata ricostruzione e commissionò l’incarico al grande Filippo Juvarra, che all’epoca era l’architetto ufficiale dei Savoia. L’edificio si affaccia sulla vastissima Piazza d’Oriente, al cui centro campeggia maestosa una statua equestre dedicata proprio a Filippo IV di Spagna.

Palazzo Reale Madrid cosa vedere

Attualmente è aperto al pubblico e offre una visione affascinante della vita reale, con stanze riccamente arredate, opere d’arte preziose e una magnifica architettura. I visitatori possono esplorare gli splendidi saloni, le camere reali e gli affascinanti giardini.

Ci sono più di 3000 stanze in tutto il Palacio Real e all’interno dell’edificio potrai ammirare inoltre gli affreschi del Tiepolo, gli straordinari dipinti del Caravaggio e gli arazzi di Goya.

Orari: da lunedì a sabato dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso alle 17:00), domenica dalle 10:00 alle 16:00 (ultimo ingresso alle 15:00); consulta il sito web ufficiale per ulteriori informazioni.

Costo del biglietto: 14€ adulti, 7€ ridotto; acquista il biglietto d’ingresso online per evitare le file, o peggio ancora per non rimanere senza.

Puoi visitare gratuitamente il Palazzo Reale di Madrid da lunedì a giovedì dalle 16:00 alle 18:00, ma cerca di arrivare con anticipo perché le file sono lunghe e i posti limitati!

Fermata della metropolitana più vicina:

  • Opera (linea 2, linea 5 e linea R).

Ogni mercoledì e sabato inoltre, dalle 11:00 alle 14:00 (dal 19 giugno al 18 settembre l’orario è dalle 10:00 alle 12:00), puoi ammirare il celebre cambio della guardia dal vivo, imperdibile!

Cattedrale dell’Almudena

Situata di fronte al Palazzo Reale, la Cattedrale dell’Almudena è un’importante attrazione religiosa della capitale spagnola situata nel quartiere nobile de los Austrias. Questa cattedrale cattolica, costruita nel corso dei secoli, combina stili architettonici diversi, dal neoclassico al neogotico della facciata principale, al neoromanico della cripta inferiore.

La costruzione della Cattedrale iniziò nel 1883, ma fu consacrata solamente nel 1983 dal Papa Giovanni Paolo II. All’interno, si possono ammirare opere d’arte, affreschi e una magnifica cappella dedicata alla Madonna dell’Almudena, patrona della città di Madrid.

Cattedrale Almudena Madrid

Orari: tutti i giorni dalle 10:00 alle 20.30 (orario invernale), tutti i giorni dalle 09.00 alle 21.00 (orario estivo).

Costo del biglietto: ingresso gratuito.

Fermata della metropolitana più vicina:

  • Opera (linea 2, linea 5 e linea R).

Puerta del Sol

Considerata il cuore di Madrid, la Puerta del Sol è una delle piazze più famose della città. È un luogo vivace e affollato, ricco di storia e simboli importanti. Qui si trova il famoso Oso y Madroño, la celebre Statua dell’Orso e del Corbezzolo che rappresenta un orso che si appoggia a un albero di corbezzolo, uno dei simboli di Madrid.

Sol Madrid statua orso

La Puerta del Sol è anche il km 0 della rete stradale della Spagna e ospita l’iconica torre dell’orologio di Casa de Correos, protagonista la notte del 31 dicembre con i suoi 12 rintocchi alla mezzanotte. Ogni anno infatti, nella notte del 31 dicembre, gli abitanti della città si riuniscono in questa piazza per festeggiare il capodanno madrileño nel rispetto della tradizione popolare.

C’è infatti un curioso rito propiziatorio a cui gli spagnoli non possono proprio rinunciare: mangiare 12 chicchi d’uva a mezzanotte, uno per ogni rintocco scandito dal grande orologio che si trova in cima alla Real Casa de Correos di Madrid. Praticamente è la versione salutare delle nostre lenticchie con il cotechino 🙂 Un’esperienza da provare se festeggi il capodanno a Madrid!

Fermata della metropolitana più vicina:

  • Sol (linea 1, linea 2 e linea 3);

Plaza Mayor

La Plaza Mayor è una piazza storica situata nel centro di Madrid, circondata da eleganti edifici a tre piani con balconi in ferro battuto che presenta un’architettura rinascimentale e barocca. Un tempo era teatro di mercati cittadini, corride ed esecuzioni pubbliche (durante il periodo dell’Inquisizione), oggi è uno dei centri di maggior concentrazione turistica della città.

Uno spazio lungo 121 metri e largo 94, attorniato da edifici di importanza storica come la Casa de la Panaderia, attuale sede dell’Ufficio del Turismo della città, e l’Arco de Cuchilleros, il luogo in cui i coltellieri che affollavano la piazza nel XVIII secolo si riunivano per rivendere i loro prodotti ai commercianti della zona, specialmente ai macellai.

Plaza Mayor Turismo Madrid

Plaza Mayor è un luogo di ritrovo popolare con caffè, bar, ristoranti e negozi che circondano l’area, dove si può assaggiare il famoso bocadillo de calamares, il panino con i calamari fritti, una delle specialità di Madrid. È anche sede di numerosi eventi, concerti e celebrazioni durante tutto l’anno.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Sol (linea 1, linea 2 e linea 3);
  • Opera (linea 2, linea 5 e linea R).

Mercado de San Miguel

Situato nelle vicinanze della Plaza Mayor, il Mercado de San Miguel è un affascinante mercato alimentare coperto con una intricata struttura in ferro e vetro, inaugurato nel lontano 1916 e visitato ogni anno da più di 10 milioni di turisti.

È famoso per la sua atmosfera vivace ed è un luogo ideale per assaggiare la cucina spagnola e immergersi nella cultura gastronomica di Madrid: fra i suoi banchi puoi trovare prelibatezze di ogni genere, dal tipico jamón iberico ai deliziosi frutti di mare provenienti dalla Galizia, da gustare sorseggiando un buon calice di vino, ma anche tapas, formaggi e dolci.

Mercado San Miguel gastronomia Madrid

Mangiare e assaggiare i prodotti tipici del luogo che si visita è un ottimo modo per addentrarsi più a fondo nella cultura e nelle tradizioni del posto e il Mercado de San Miguel è uno dei miei luoghi preferiti della capitale spagnola; forse un po’ troppo turistico e affollato in alcune giornate, ma assolutamente da non perdere anche solamente per scattare qualche foto e ammirare la struttura originale in ferro.

Indirizzo: Plaza de San Miguel, 28005 Madrid.

Orari: dalla domenica al giovedì dalle 10:00 alle 24:00, venerdì e sabato dalle 10:00 all’01:00.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Sol (linea 1, linea 2 e linea 3);
  • Opera (linea 2, linea 5 e linea R).

Altri mercati gastronomici tipici di Madrid che puoi visitare durante il tuo viaggio sono il Mercado San Antón nel quartiere di Chueca (calle de Augusto Figueroa 24) e il Mercado de San Ildefonso situato in calle Fuencarral 57.

Gran Vía

La Gran Vía è una delle strade più famose e affollate della città. Questa ampia arteria è caratterizzata da edifici storici, teatri, negozi di moda, ristoranti e caffè.

Migliaia di persone affollano i marciapiedi, i negozi e i ristoranti della via a tutte le ore del giorno e della notte, 365 giorni l’anno. A volte risulta davvero difficile muoversi, soprattutto durante i weekend e i giorni festivi, la confusione regna sovrana e i borseggiatori sanno come approfittarsene. Per questo motivo tieni sempre d’occhio i tuoi effetti personali, non si sa mai!

Metro di Madrid Gran Via

Nonostante questo si tratta di un luogo ideale per fare shopping, pranzare e cenare o semplicemente passeggiare ammirando l’architettura e l’atmosfera vivace della capitale della Spagna.

Conosciuta anche come la Broadway di Madrid, un soprannome che ben si adatta alla sua doppia anima: di giorno cuore commerciale della città, di notte centro pulsante della movida madrileña insieme a Sol. Teatri, bar e club esclusivi si alternano a boutique di lusso e negozi delle più famose catene di moda internazionali.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Callao (linea 3 e linea 5);
  • Gran Via (linea 1 e linea 5);
  • Banco de España (linea 2);
  • Plaza de España (linea 3 e linea 10);
  • Santo Domingo (linea 2).

Cibeles

La Fontana di Cibele (fuente de Cibeles in spagnolo) è un’iconica attrazione di Madrid e uno dei monumenti più fotografati della città; situata nell’omonima piazza, questa fontana costruita nel 1782 raffigura la dea greca Cibele su un carro trainato da leoni.

La piazza di Cibeles è anche sede dell’omonimo palazzo (anche conosciuto come Palacio de Comunicaciones) che ospita il Municipio di Madrid e da altri 3 edifici importanti: il Palacio de Buenavista (quartier generale dell’Esercito), il Palacio de Linares (adibito a incentivare lo scambio culturale tra Spagna e i paesi dell’America del Sud) e il Banco de España.

Cibeles Madrid

È inoltre il luogo dove si riuniscono i tifosi del Real Madrid e della Nazionale Spagnola di calcio e basket per festeggiare le vittorie delle loro squadre preferite.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Banco de España (linea 2).

Tempio di Debod

Cosa ci fa un antico tempio egizio in pieno centro a Madrid, proprio vicino a Plaza de España? La risposta è semplice quanto curiosa: il governo egiziano negli anni ’60 donò alla Spagna questo monumento risalente al II secolo a.C., poiché rischiava di essere inondato e distrutto durante la costruzione della diga di Assuan.

Il tempio venne quindi smontato, spedito a Madrid e ricostruito pietra per pietra nella sua nuova sede; una pratica ben conosciuta agli Egizi che l’avevano già utilizzata per mettere in salvo il tempio di Abu Simbel.

Tempio egizio Debod

Il miglior momento per ammirarlo dall’esterno è prima del tramonto. Puoi visitarlo gratuitamente per ammirare l’architettura egizia e i rilievi presenti all’interno.

Orario: dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 20:00 (ultimo ingresso alle 19:30, chiuso il lunedì).

Costo del biglietto: ingresso gratuito.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Plaza de España (linea 3 e linea 10);
  • Ventura Rodríguez (linea 3).

Stazione di Atocha

È stata la prima stazione ferroviaria della città, ma il suo nome è tristemente legato agli attentati terroristici dell’11 marzo 2004 (in cui hanno perso la vita 192 persone). Inaugurata nel 1851 e trasformata completamente nel 1992 in una sorta di area commerciale piena di negozi, bar e ristoranti, e inglobata nella estación Puerta de Atocha-Almudena Grandes, il più importante snodo ferroviario di tutta la Spagna.

Stazione Atocha Madrid

Il piazzale principale della stazione di Atocha è stato convertito in un grande giardino tropicale dove abitano più di 400 specie di palme e piante tropicali provenienti da Asia, America e Australia. Ecco perché merita una visita: la fusione di ferro e vetro della struttura con la vegetazione crea un’atmosfera unica, assolutamente da non perdere.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Atocha (linea 1);
  • Estación Del Arte (linea 1).

Musei di Madrid

Madrid è una destinazione ideale per gli amanti dell’arte, poiché vanta una ricca collezione di musei di fama mondiale. Ecco una lista dei principali musei della capitale spagnola.

Museo del Prado

Inaugurato nel 1819, il Museo del Prado è uno dei musei più importanti al mondo, con una vasta collezione di opere d’arte europee – dipinti, sculture, disegni e stampe – dal XII al XX secolo. Percorrendo i suoi lunghi corridoi potrai ammirare alcuni dei dipinti più famosi degli ultimi cinque secoli, opera di artisti del calibro di Diego Velázquez, Francisco Goya, El Greco, Bosch e tanti altri.

Madrid Museo del Prado

Ti servirà almeno un’intera mattinata per visitare il Museo del Prado senza fretta. Se però non ami particolarmente l’arte e preferisci trascorrere il tuo tempo all’aria aperta, puoi sempre fare una deviazione verso il Parque del Retiro, situato a poca distanza.

Orario di apertura del museo: da lunedì a sabato dalle 10:00 alle 20:00, domenica e festivi dalle 10:00 alle 19:00.

Costo del biglietto d’ingresso: 15€

Puoi visitare gratuitamente il museo del Prado tutti i giorni dalle 18.00 alle 20.00 (domenica e festivi l’entrata è gratuita dalle 17:00 alle 19:00) ma cerca di arrivare con anticipo per metterti in fila e riuscire ad entrare senza spendere un euro (gli ingressi gratuiti sono limitati).

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Atocha (linea 1);
  • Estación Del Arte (linea 1);
  • Banco de España (linea 2).
Per evitare le lunghe file che si formano in biglietteria, soprattutto nei weekend e durante i giorni festivi, ti consiglio di acquistare il biglietto d’ingresso al Museo del Prado in anticipo. Dai un’occhiata a queste due opzioni che comprendono anche una guida:

  • Biglietto d’ingresso con visita guidata ufficiale in italiano: 25€, acquistalo su questa pagina;
  • Biglietto d’ingresso Museo del Prado + Museo Reina Sofia + guida: 60€, acquistalo qui;

Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía

Situato nel cuore di Madrid, a pochi passi dalla stazione di Atocha, il museo d’arte moderna e contemporanea Reina Sofía ospita la famosa opera di Pablo Picasso Guernica oltre ad una vasta collezione di opere di artisti come Salvador Dalí e Joan Miró.

Madrid museo Reina Sofia

Camminare fra i corridoi del museo è come partire per un viaggio tra le avanguardie del Novecento: si passa dai colori sgargianti dell’Espressionismo al mondo onirico e angosciante dipinto dal surrealista Salvador Dalí, per poi rimanere stupiti e confusi di fronte a opere appartenenti al Dadaismo e al Cubismo.

Insomma, una tappa imperdibile per tutti gli amanti dell’arte e per assistere a mostre temporanee ed eventi culturali.

Orario: da lunedì a sabato dalle 10:00 alle 21:00 (chiuso il martedì), domenica e festivi dalle 10:00 alle 14:30.

Costo del biglietto: 12€.

Ingresso gratuito da lunedì a sabato (escluso il giorno di chiusura martedì) dalle 19:00 alle 21:00, domenica dalle 12:30 alle 14:30.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Atocha (linea 1);
  • Estación Del Arte (linea 1);
  • Lavapiés (linea 3).

Museo Thyssen-Bornemisza

Situata nelle vicinanze del museo del Prado, la pinacoteca Thyssen-Bornemisza è un altro dei centri culturali più importanti da vedere a Madrid. La struttura ospita la collezione privata dell’omonima famiglia, acquistata nel 1993 dal governo spagnolo che decise di trasferire l’intera collezione nel Palazzo di Villahermosa, attuale sede del museo.

Il Barone Hans Thyssen-Bornemisza riuscì a rimettere insieme i quadri che il padre Heinrich aveva acquistato negli anni e che, alla sua morte, vennero spartiti tra gli eredi. Oggi la collezione è composta da circa 700 opere che spaziano dal Rinascimento Italiano alla Pop Art, e include dipinti di artisti come Van Gogh, Monet, Degas, Caravaggio e molti altri. È un museo che offre una prospettiva completa sull’evoluzione dell’arte nel corso dei secoli.

Orario: lunedì dalle 12:00 alle 16:00, da martedì a domenica dalle 10:00 alle 19:00.

Costo del biglietto: 13€.

Ingresso gratuito tutti i lunedì dalle 12:00 alle 16:00.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Banco de España (linea 2);
  • Estación Del Arte (linea 1).

Museo Sorolla

Il Museo Sorolla è una casa-museo dedicata alle opere del pittore spagnolo Joaquín Sorolla, dove l’artista visse e lavorò. È un luogo affascinante per ammirare le opere di uno dei più importanti pittori spagnoli.

Orario: da martedì a sabato dalle 09:30 alle 20:00, domenica e festivi dalle 10:00 alle 15:00 (chiuso il lunedì).

Costo del biglietto: 3€.

Fermate della metropolitana nelle vicinanze:

  • Iglesia (linea 1);
  • Rubén Darío (linea 5);
  • Gregorio Marañón (linea 7 e linea 10).

Cosa fare a Madrid

A Madrid ci sono molte attività e cose da fare per soddisfare tutti i gusti: sport, spettacoli, gastronomia etc. Ecco alcune delle opzioni più popolari.

Spettacolo di flamenco

Il flamenco è una forma di espressione artistica e musicale tradizionale spagnola, di origine andalusa, che incanta il pubblico con la sua passione e la sua energia. A Madrid è possibile assistere a spettacoli di flamenco autentici e coinvolgenti in numerosi tablao (locali di flamenco) sparsi per la città.

Il miglior spettacolo di Flamenco di Madrid è offerto dal tablao conosciuto con il nome di Cardamomo.

Consigliato anche dal New York Times come eccellente opzione per vedere con i propri occhi un autentico show di flamenco, Cardamomo è una delle attrazioni principali della città di Madrid ed è stato inoltre inserito dal Comune come Patrimonio Culturale della capitale.

Ci sono spettacoli ogni sera della durata di 1 ora con differenti orari di ingresso e prezzi, a seconda degli artisti e delle performance offerte sul tablao del Cardamomo: il primo ingresso è alle 18:00, il successivo alle 19:30, poi alle 21:00 e infine alle 22:30. Il prezzo del biglietto per gli adulti ha un costo a partire da 42€ per persona fino a 49€ a seconda della posizione del tavolo rispetto al palco, mentre i bambini fino a 12 anni pagano un prezzo compreso tra i 19,5€ e i 21€.

Prenotando in anticipo tramite il sito ufficiale dello show su questa pagina, potrai scegliere il miglior tavolo per assistere allo spettacolo di flamenco, riceverai un drink di benvenuto compreso nel prezzo e potrai inoltre usufruire di sconti sul menu tipico spagnolo offerto dal ristorante del teatro. Da non perdere!

Orari: da lunedì a domenica dalle 18:00 fino alle 22:30.

Costo del biglietto: a partire da 19,5€ per bambini e da 42€ per adulti.

Indirizzo: Cardamomo Tablao Flamenco – Calle Echegaray, 15.

Fermata della metropolitana più vicina:

  • Sevilla (linea 2).

El Rastro

Ogni domenica, il quartiere di La Latina ospita il Mercado del Rastro, uno dei mercati delle pulci più grandi e vivaci di Madrid. Qui si possono trovare bancarelle che vendono antiquariato, abbigliamento vintage, oggetti d’arte e molto altro ancora. È un luogo perfetto per acquistare souvenir, fare un giro tra le strade piene di vita e scoprire pezzi unici.

Orario: domenica e festivi dalle 09:00 alle 15:00, 1° e 3° sabato di ogni mese dalle 09:00 alle 16:00.

Ingresso: gratuito.

Fermate della metropolitana più vicine:

  • La Latina (linea 5);
  • Puerta de Toledo (linea 5);
  • Lavapiés (linea 3);
  • Embajadores (linea 3).

Stadio Santiago Bernabeu

Se sei appassionato di calcio non puoi perdere l’opportunità di assistere ad una partita allo storico stadio Santiago Bernabeu, sede del Real Madrid. Puoi acquistare i biglietti per una partita e vivere l’emozione del calcio spagnolo, ed è inoltre possibile fare un tour dello stadio, visitare gli spogliatoi, il tunnel dei giocatori e il museo del club.

Santiago Bernabeu Real Madrid

La visita guidata allo stadio dura circa 1 ora e mezza e inizia con una panoramica della struttura dall’alto, per poi scendere fino al terreno di gioco e proseguire al palco presidenziale, agli spogliatoi, alla zona in cui i telecronisti raccontano al pubblico la partita.

Orario: dal lunedì al sabato dalle 09.30 alle 19.00, domenica e festivi dalle 10:00 alle 18:30.

Costo del tour: a partire da 25€ se acquistato online (in biglietteria costa 3€ in più).

Fermata della metropolitana più vicina:

  • Santiago Bernabeu (linea 10).

Partita di calcio dell’Atletico Madrid al nuovo stadio Cívitas Metropolitano

Se invece tifi o simpatizzi Atletico Madrid, puoi assistere ad una partita allo splendido stadio Cívitas Metropolitano, inizialmente conosciuto come Wanda Metropolitano. Questo moderno impianto sportivo offre una fantastica atmosfera calcistica e una vista eccezionale da ogni posto a sedere.

Anche qui è possibile prendere parte ad un tour dello stadio di circa 2 ore per conoscere la storia del club e scoprire i retroscena dell’Atletico Madrid.

Orario: dal 15 novembre al 24 marzo da tutti i giorni dalle 11:00 alle 19:00, dal 25 marzo al 19 maggio tutti i giorni dalle 11:00 alle 20:00.

Costo del tour: 22€ online, 24€ in biglietteria.

Fermata della metropolitana più vicina:

  • Fermata Estadio Metropolitano (linea 7).

Passeggiata a Madrid Rio

Madrid Rio è un ampio parco situato lungo le rive del fiume Manzanares. Questa zona pedonale e ciclabile offre una piacevole oasi verde nel cuore della città, con ampi spazi verdi, sentieri, aree ricreative e ponti pittoreschi. È un luogo perfetto per fare una passeggiata, correre, noleggiare una bicicletta o semplicemente rilassarsi e godere della natura.

Quartieri di Madrid

Quali sono i quartieri più importanti della capitale della Spagna? Ecco quelli da non perdere durante il tuo viaggio a Madrid.

Barrio de las Letras

Il Barrio de las Letras è un affascinante quartiere situato nel centro di Madrid che prende il nome dai famosi scrittori del Siglo de Oro spagnolo che hanno vissuto in questa zona, come Cervantes, Quevedo e Lope de Vega.

È un luogo ideale per passeggiare tra le vie acciottolate, scoprire librerie indipendenti, gallerie d’arte, caffè e teatri. Il Barrio de las Letras è anche noto per la sua vivace vita notturna, con numerosi bar e locali che offrono spettacoli e musica dal vivo.

Chueca

Chueca è il quartiere gay di Madrid ed è diventato uno dei luoghi più alla moda della città. È un quartiere inclusivo e aperto, noto per la sua atmosfera festosa e il suo spirito vivace. Qui si trovano boutique di moda, negozi di design, ristoranti e una vibrante vita notturna.

Chueca ospita anche l’annuale Pride di Madrid, uno dei più grandi e festosi eventi LGBTQ+ in Europa. Durante il Pride, il quartiere si trasforma in una festa colorata e animata, con sfilate, concerti ed eventi.

Malasaña

Malasaña è un quartiere bohémien e alternativo, noto per la sua atmosfera giovane e creativa. Questo quartiere è stato al centro del movimento punk e delle sottoculture degli anni ’80 ed è ancora un punto di riferimento per l’arte e la musica indipendente.

Le strade di Malasaña sono piene di negozi vintage, caffè caratteristici, gallerie d’arte e locali notturni. È un luogo ideale per esplorare i negozi indipendenti, godersi un drink con delle tapas in uno dei bar alla moda della plaza 2 de Mayo o partecipare a concerti ed eventi culturali underground.

La Latina

Situato a sud del centro storico di Madrid, La Latina è un quartiere vivace e pittoresco, famoso per le sue strade affollate e i suoi tradizionali mercati e tapas bar. Le strade sono piene di vita, soprattutto durante il fine settimana, quando si riempiono di locali e visitatori che si godono le terrazze e i bar all’aperto.

Questo quartiere è anche sede di importanti attrazioni come la Basilica di San Francisco el Grande e il mercatino di El Rastro, il famoso mercato delle pulci di Madrid.

Ognuno di questi quartieri ha la sua unica personalità e offre una prospettiva diversa sulla vivace scena culturale ed artistica di Madrid. Sono luoghi ideali per immergersi nell’atmosfera della città, scoprire tesori nascosti, godersi la cucina spagnola e sperimentare la cultura e la vivacità della capitale spagnola.

Cosa mangiare a Madrid?

La gastronomia di Madrid è rinomata per la sua varietà e delizie culinarie. Ci sono molti ristoranti, caffè e luoghi dove è possibile gustare i piatti tradizionali e provare alcune specialità uniche della città.

Per iniziare la giornata con una colazione dolce, la pasticceria La Mallorquina è una scelta eccellente. Situata nella piazza di Sol, è una pasticceria storica che offre una vasta selezione di dolci spagnoli, come le napolitanas di cioccolato o crema pasticcera, i churros, le torrijas e una varietà incredibile di biscotti.

Per una pausa pranzo o una cena informale, fai un salto al Mercado de San Miguel, un mercato coperto a pochi passi da Plaza Mayor che offre una varietà di stand e bancarelle che servono tapas e piatti spagnoli tradizionali. È possibile assaggiare una selezione di tapas come le croquetas, le patatas bravas, le aceitunas (olive) e molto altro ancora.

Un piatto classico della cucina madrilena è il cocido madrileño, un piatto abbondante a base di ceci, carne di maiale, verdure e salsicce. È un piatto che viene solitamente servito in due o tre portate: la zuppa di brodo di cocido, i ceci con le verdure e infine la carne. È una delizia nutriente e saporita che si può gustare in molti ristoranti tradizionali di Madrid.

Uno dei ristoranti più famosi di Madrid è Sobrino de Botín, che ha il riconoscimento del Guinness dei Primati come il ristorante più antico del mondo, ed è noto per il cochinillo asado, il maialino arrosto con pelle croccante e carne morbida e succosa, un piatto da provare per chi ama la carne.

Un’altra specialità di Madrid è il bocadillo de calamares, un panino farcito con anelli di calamari fritti. Due dei locali tradizionali per assaggiare questo delizioso street food sono il bar La Campana e l’adiacente bar La Ideal.

Bocadillo de Calamares Madrid

Per tapas e drink uno dei miei locali preferiti si chiama Lamiak e si trova nel quartiere di La Latina, in calle de la Cava Baja 42, una delle vie più caratteristiche di Madrid per locali e bar di tapas.

Infine, per chiudere in bellezza con un dolce tipico spagnolo, i churros con chocolate sono una prelibatezza che non puoi non assaggiare; il locale più adatto per provarli è la Chocolatería San Ginés, aperta nel 1894, un luogo iconico dove gustare questi deliziosi churros fritti accompagnati da una tazza densa e cremosa di cioccolata calda. Occhio però alle lunghe file per sedersi ai tavoli di questa storica churreria!

Dove alloggiare

Il centro di Madrid nei pressi di Sol, Gran Vía, Malasaña e Chueca è il luogo ideale per alloggiare nella capitale spagnola e avere monumenti, musei, luoghi di interesse ma anche bar e ristoranti a pochi passi. I prezzi però sono alti, ma prenotando con almeno 6 mesi di anticipo puoi trovare buone offerte.

Cosa vedere nei dintorni di Madrid?

Nei dintorni di Madrid ci sono diverse località di grande interesse storico e culturale che meritano una visita, anche in giornata se hai poco tempo a disposizione. Ecco una breve descrizione di tre delle più famose: Toledo, Segovia e Avila.

Toledo

Situata a circa 70 km a sud di Madrid, Toledo è una città affascinante con una storia ricca di influenze ebraiche, islamiche e cristiane. È famosa per la sua architettura, i suoi vicoli medievali e i suoi monumenti storici. La Cattedrale di Toledo, un capolavoro dell’architettura gotica, è uno dei suoi punti di riferimento più noti.

Toledo Spagna

Altri luoghi da visitare includono l’Alcázar di Toledo, una fortezza situata su una collina che offre una vista panoramica sulla città, e il Monastero di San Juan de los Reyes, un magnifico esempio di architettura gotica. Toledo è anche rinomata per la lavorazione artigianale dell’acciaio e per le spade, con molti negozi che offrono splendidi manufatti.

Segovia

Situata a nord-ovest di Madrid, Segovia è una città ricca di storia e bellezze architettoniche. Il suo monumento più iconico è l’Acquedotto Romano, uno dei migliori esempi di ingegneria romana ancora in piedi. Un’altra attrazione principale è l’Alcázar di Segovia, una maestosa fortezza che sembra uscita da una fiaba.

La Cattedrale di Segovia, un capolavoro in stile gotico, è un’altra tappa imperdibile. Infine, non si può lasciare Segovia senza aver gustato il suo piatto tradizionale, il cordero asado (agnello arrosto).

Avila

Anch’essa situata a nord-ovest di Madrid, Avila è una città famosa per le sue mura medievali, che sono ancora completamente intatte. Queste mura sono patrimonio dell’umanità UNESCO e in alcuni punti è possibile camminare sulle mura.

Avila è anche nota per essere la città natale di Santa Teresa de Jesús o Teresa d’Avila, una delle figure più importanti della storia religiosa spagnola. Il Monastero di San Giuseppe e il Museo di Santa Teresa sono luoghi che testimoniano la sua vita e il suo lavoro. La Cattedrale di Avila, una maestosa struttura gotica, è un’altra attrazione da non perdere.

Inoltre, Avila è rinomata per il suo delizioso dolce tipico, le yemas de Santa Teresa, fatti con tuorli d’uovo e zucchero.

Mappa di Madrid

Qui di seguito puoi consultare la mappa interattiva di Madrid dove potrai trovare facilmente tutti i luoghi di interesse della città, così da organizzare al meglio il tuo itinerario di viaggio:


Dai un’occhiata inoltre ad altre cartine e mappe della capitale spagnola per organizzare al meglio il tuo viaggio.

Prima della partenza ti suggerisco di acquistare una assicurazione di viaggio per essere protetto in caso di ritardi, furto o smarrimento dei tuoi bagagli, cure ospedaliere durante il tuo soggiorno a Madrid e altri imprevisti.

Verifica le condizioni della polizza offerta da Heymondo (con assistenza sanitaria disponibile 24 ore su 24 e raggiungibile facilmente grazie all’app gratuita) e ottieni uno sconto del 10% tramite il mio invito su questa pagina.

Spero di averti aiutato con questa guida di viaggio di Madrid ma se hai altri dubbi o domande sulla capitale della Spagna contattami e proverò a darti una mano per organizzare al meglio la tua visita.

Gianluca Orlandi

Viaggio con solo bagaglio a mano e cerco di farlo sempre spendendo il meno possibile. Seguimi su Facebook e Instagram per foto e video dei miei viaggi in giro per il mondo e scrivimi nel gruppo Facebook di Viaggiare Gratis se hai domande o dubbi. Attiva le notifiche su Google News e Telegram per rimanere aggiornato e non perderti le offerte e i consigli di viaggio gratuiti.

13
Condividi su: