Quanto costa vivere a Bogotá in Colombia?

Vivere a Bogotá in Colombia: riepilogo personale del costo della vita e delle spese sostenute durante il mese di dicembre 2015 e guida per nomadi digitali che stanno pianificando un viaggio a medio/lungo termine in questa metropoli sudamericana.

Continua la personale ricerca del mio posto nel mondo e per i prossimi mesi ho scelto di vivere a Bogotá, la capitale della Colombia. Sono arrivato in questa città per la prima volta a settembre 2015 e ho deciso di tornarci a fine novembre per fare base qui e concentrarmi sui miei progetti web e sul mio lavoro online, dopo alcuni mesi passati a viaggiare in Europa.

Vivere a Bogota Colombia

Perché la capitale della Colombia che molti viaggiatori, turisti e nomadi digitali snobbano per vari fattori tra cui l’inquinamento e la sicurezza?

Prima di tutto perché amo le grandi metropoli trafficate, caotiche e che non dormono mai (non potrei mai fermarmi su un’isola in mezzo al mare per più di 48 ore) e poi perché ha tutte le caratteristiche che ritengo fondamentali quando scelgo una nuova base: clima mite tutto l’anno che mi permette di proseguire il mio viaggio con solo bagaglio a mano, gente del posto cordiale e socievole, presenza di cafe con wi-fi che adoro rispetto agli spazi di coworking per proseguire il mio lavoro e costo della vita a Bogotá molto più basso rispetto a qualsiasi altra capitale europea.

Proprio a quest’ultimo aspetto sto dando molta importanza negli ultimi mesi; se ho la possibilità di vivere in qualsiasi parte del mondo perché fermarmi dove affitti, trasporti ma anche pranzi e cene fuori casa costano di più? 😉

Quanto costa vivere a Bogotá, Colombia

Come forse avrai letto in altri articoli del mio blog, segno tutte le mie spese giornaliere suddivise per categoria (affitto, cibo, trasporti etc. etc.), grazie all’app Trail Wallet, utilissima applicazione che ho scaricato direttamente sul mio iPhone per tenere d’occhio le mie uscite e gestire al meglio le mie finanze.

Ritengo infatti fondamentale sapere quanto sto spendendo ogni giorno ed è utile per avere un quadro generale sui costi di ogni città in cui ho vissuto in questi ultimi anni.

Qui di seguito puoi trovare dunque il riepilogo delle mie spese durante il mese di dicembre 2015 e alcune osservazioni e considerazioni sul costo della vita a Bogotá, utile se anche te stai pensando ad una sosta come nomade digitale nella capitale colombiana.

Nota bene: vivo una vita minimalista, ho eliminato tante cose superflue come uscite serali (beh qualche cerveza ogni tanto me la concedo), non ho una macchina e tutto quello che possiedo lo posso infilare in uno zaino, per cui molto probabilmente il mio stile di vita è differente dal tuo, prendi queste informazioni solo come spunto generale e non come verità assoluta!

Affitti a Bogotá

Vivo in un appartamento nel quartiere di Chapinero, a metà strada tra il centro storico di Bogotá e la zona T e G (bar, ristoranti e centri commerciali) e spendo circa 140€ al mese di affitto, spese varie e internet incluso, e condivido l’appartamento con un’altra persona, quindi il costo dell’affitto mensile totale per questo appartamento è di 280€.

L’edificio è un palazzo di 12 piani e nelle vicinanze si trova tutto quello di cui ho bisogno: supermercati dove fare la spesa, ristoranti e bar, banche e altri negozi e uffici vari. La zona in cui vivo è abbastanza sicura, ma come avviene in molti palazzi qui a Bogotá, è presente un servizio di portineria 24 ore su 24 che controlla chi entra e chi esce.

Per cercare un alloggio a medio/lungo termine in Colombia puoi utilizzare i due siti colombiani più famosi, Metro Cuadrado e Finca Raíz, dove puoi verificare con i tuoi occhi prezzi, zone e caratteristiche dell’appartamento che stai cercando.

Per affitti a breve/medio termine invece mi affido solitamente ai classici portali di prenotazione di alloggi, puoi leggere ad esempio i miei consigli per viaggiare gratis con Airbnb.

Quando cerchi un alloggio a Bogotá, devi prestare attenzione a due cose: la zona dell’appartamento e l’estrato.

Per quello che ho potuto constatare personalmente, i migliori quartieri per vivere a Bogotá sono appunto Chapinero (anche se durante la notte alcune zone sono meno raccomandabili), la zona G, la zona T e l’area nei dintorni del Parque de la 93.

Sconsiglio invece la Candelaria, probabilmente il quartiere più popolare tra i turisti dato che le maggiori attrazioni si trovano in questa zona, ma assolutamente da evitare durante la notte.

L’estrato invece è una sorta di categoria a cui fare riferimento per costi di acqua, luce e gas; esistono sei estratos e il numero 1 è quello più basso ed economico, mentre il numero 6 quello in cui i costi delle bollette saranno più elevati.

Se il tuo contratto d’affitto è all inclusive, che include cioè tutte le spese mensili, non dovrai preoccuparti di questo numero; se invece bollette di luce e gas sono a parte, fai attenzione a quale estrato appartiene la casa che stai per affittare, perché incide notevolmente sul costo della vita a Bogotá.

Trasporti a Bogotá

L’edificio in cui vivo si trova di fronte ad una fermata del TransMilenio, il mezzo di trasporto più conosciuto e affollato della città, bus doppi di colore rosso che viaggiano su corsie preferenziali coprendo diverse zone di questa metropoli.

Grazie a questi bus posso spostarmi con facilità in qualsiasi parte di Bogotá, una corsa costa 1800 pesos colombiani (0,5€) e dovrai acquistare una tessera magnetica al costo di 3000 COP (0,8€) che puoi caricare ad ogni stazione del TransMilenio (visita il sito ufficiale per conoscere costi e percorsi).

Il sistema dei trasporti di Bogotá prevede inoltre dei bus più piccoli di colore azzurro chiamati SITP, che puoi prendere con la stessa tessera magnetica del TransMilenio, e altri bus che puoi fermare per strada semplicemente facendo segno con la mano all’autista, una corsa su questi bus costa 1550 COP (0,4€).

Ovviamente esistono anche i taxi di colore giallo, che puoi fermare per strada o chiamare utilizzando una app per smartphone molto utile chiamata Tappsi. Una corsa in taxi è molto economica rispetto ai prezzi a cui siamo abituati in Europa, ma fai attenzione perché alcuni tassisti non sono proprio onesti e cercheranno di aumentare il prezzo se si accorgono che sei straniero.

Mangiare a Bogotá

Uno dei motivi per cui amo le grandi città come Bogotá è il fatto che si possono trovare cucine internazionali di tutti i tipi; avendo viaggiato molto negli ultimi anni e avendo assaggiato diversi tipi di piatti, spesso sogno di mangiare cibo messicano o cucina thailandese, ma anche una pizza fatta come si deve.

A Bogotá è relativamente facile trovare ristoranti economici e buoni allo stesso tempo, con prezzi che vanno dai 15000 ai 25000 COP (da 4€ a 8/10€) per cucine internazionali, e ancora più economici i piatti della cucina colombiana: molti ristorantini offrono tutti i giorni l’almuerzo (il pranzo) con prezzi dai 6000 COP ai 10000 COP (dai 2€ ai 3€).

Questi semplici menù prevedono solitamente una zuppa, un piatto principale composto da carne e riso, insalata o verdure e limonada come bibita.

In ogni centro commerciale poi, puoi trovare le classiche food court o plazoletas de comidas con diverse opzioni per pranzare e cenare e anche in questo caso i prezzi non superano mai i 30000 pesos colombiani; qui trovi inoltre le catene di fast food come Mc Donald’s, Subway, El Corral, Domino etc etc.

Fare la spesa al supermercato è altrettanto economico, e la catena più grande della Colombia si chiama Éxito dove potrai trovare facilmente tutto quello che cerchi a prezzi contenuti.

Le spese legate al cibo sono quelle che incidono di più sul costo della vita a Bogotá, subito dopo il costo dell’affitto, e per fare un confronto con l’Italia puoi consultare la seguente tabella presa dal sito Expatistan che mette a confronto i costi del cibo a Bogotá con Milano che ho preso come esempio.

Costo della vita Bogota

Come puoi vedere con i tuoi occhi, e come confermo anch’io da quello che ho visto di persona, fare la spesa al supermercato e mangiare fuori in Colombia è molto economico e costa meno della metà rispetto all’Italia; un motivo in più per fare un salto da queste parti.

Tempo libero

Ai colombiani piace salir de fiesta o salir de rumba, adorano ballare e ritrovarsi tra amici in bar e locali della capitale; i due che personalmente amo di più sono Andres Carne de Res e Bogotá Beer Company.

Il primo locale è davvero caratteristico e goliardico, un bar/ristorante che ha diverse sedi in tutta la città anche se la migliore si trova a Chia, un pueblo a circa 1 ora e mezza dal centro. I prezzi in questo locale sono leggermente più alti della media, ma non puoi non fare una visita ad Andres per assaggiare buon cibo colombiano e far festa con l’animazione del locale.

Bogotá Beer Company invece è La cervecería pequeña más grande de Colombia, un pub con diverse sedi in tutta la città e locale molto carino dove assaggiare birra artigianale a circa 11000 COP la pinta (circa 3€) o addirittura a metà prezzo durante l’happy hour!

Ho scritto una lista di ristoranti a Bogotá che ho provato personalmente, prova a dargli un’occhiata se sei in cerca di ispirazione su cosa e dove mangiare nella capitale colombiana.

La domenica, se vuoi fare una passeggiata o un giro in bicicletta, puoi farlo tranquillamente grazie alla ciclovia; alcune strade trafficate durante la settimana vengono chiuse al traffico dalle 7 di mattino alle 2 di pomeriggio, per permettere a pedoni e ciclisti di girare liberamente e godersi Bogotá da un punto di vista differente. Un’alternativa salutare ed economica per visitare la città a piedi.

Internet e connessioni wi-fi a Bogotá

Per poter proseguire il mio lavoro ho bisogno solamente del mio laptop e di una connessione a internet stabile e veloce; come nomade digitale non ho un ufficio e lavoro principalmente da casa ma anche da cafe che offrono wi-fi gratuito.

Le tre catene più popolari sono Starbucks, Juan Valdez e Oma Cafè dove acquistare un caffè costa dai 3500 COP fino ai 10000 pesos (da 1€ a circa 3€) ed è possibile mettersi a lavorare con il proprio laptop per qualche ora senza essere disturbati.

Ci sono anche un bel po’ di spazi di coworking a Bogotá, ma non li ho mai provati perché personalmente credo che uno degli aspetti positivi di essere nomadi digitali sia proprio la libertà di non doversi chiudere per forza in un ufficio (anche se condiviso) e pagare un affitto giornaliero, settimanale o mensile per poter proseguire il proprio lavoro.

Se invece hai bisogno di una SIM Card per il tuo smartphone, la compagnia telefonica principale della Colombia si chiama Claro che offre diversi pacchetti mensili a seconda delle tue esigenze (chiamate, messaggi, internet); io ad esempio ho acquistato il pacchetto mensile a 41000 COP (11€) che comprende 2 GB di connessione dati.

Altre spese

Questo è un riepilogo delle spese che ho sostenuto durante il mese di dicembre 2015, ovviamente ci sono altre spese minori come quelle relative al bagno, ai detersivi per lavare i miei vestiti e altri oggetti che ho dovuto comprare appena arrivato qui (una sedia ed una scrivania per il mio home office ad esempio).

Qui di seguito puoi vedere il riepilogo dei costi sostenuti durante il mio primo mese intero in Colombia, così che puoi farti un’idea anche tu di quanto può essere il costo della vita a Bogotá:

Tipo di spesaCosto in COP (Pesos colombiani)Costo in Euro (€)
Affitto500000140
Food920000257,5
Nightlife9500026,6
Trasporti3850010,7
Internet4100011,5
Caffè10200028,5
Accessori per il bagno6000016,8
Spese extra16560046,3
Totale 1922100 537,9

Come puoi vedere vivere a Bogotá è molto economico, tenendo comunque degli standard europei nelle mie abitudini e mangiando fuori quasi tutti i giorni; si potrebbe spendere molto meno ma anche di più, dipende tutto dal tuo stile di vita e dai tuoi hobby, interessi etc etc.

Con questa panoramica generale spero che sarà più semplice per te valutare quanto costa vivere in Colombia e magari decidere di fare un viaggio a medio/lungo termine come nomade digitale da queste parti. Se hai domande o osservazioni da fare, scrivimi pure nei commenti qui sotto!

Gianluca Orlandi

Nomade digitale e travel writer, viaggio con solo bagaglio a mano dal 2013 e cerco di farlo sempre spendendo il meno possibile. Su questo blog di viaggi condivido consigli, trucchi, guide sulle principali compagnie aeree e articoli sulle città e Paesi che ho visitato personalmente. Seguimi su Google News e su Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime guide e novità dal mondo dei viaggi. Se questo articolo ti è stato utile puoi offrirmi un caffè virtuale per sostenere il mio lavoro.


Seguimi su:

Scarica l'app di Viaggiare Gratis:

App Store badge
Google Play badge

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi dell'articolo 13 del Regolamento (UE) 2016/679. Leggi la privacy policy completa.

2
Condividi su: