Passaporto elettronico; cos’è e come richiederlo, documenti e costi

Shares

Guida completa per conoscere meglio il passaporto elettronico; che cos’è, quali documenti servono e come fare per richiederlo, costi per il rilascio del passaporto e differenze con il passaporto cartaceo.

Hai finalmente prenotato il viaggio dei tuoi sogni? Quello che ti porterà a fare trekking alla Ciudad Perdida in Colombia, snorkeling in Messico o alla scoperta del Machu Picchu in Perù? Benissimo! Prepara le valigie e la macchina fotografica ma non dimenticare di preoccuparti per tempo di richiedere il passaporto.

Passaporto elettronico

Si, perché solo il passaporto è quel documento che ti permette di recarti ovunque nel mondo, soprattutto in tutti i paesi europei ed extra europei in cui non è sufficiente esibire la comune carta di identità.

E ricorda che dal 2006 il tradizionale passaporto cartaceo è stato sostituito in tutto e per tutto dal passaporto elettronico.

Cos’è il passaporto elettronico?

Il passaporto elettronico è un libretto di 48 pagine, dal classico colore rosso scuro e di aspetto simile al vecchio passaporto cartaceo, che viene rilasciato da questure e consolati e che contiene un microchip posizionato all’interno della copertina.

Il documento riporta naturalmente la fotografia del titolare ed i relativi dati anagrafici ma anche anche le sue impronte digitali.

Differenze con il passaporto cartaceo

Grazie al microchip presente nel passaporto elettronico, è possibile l’identificazione univoca del viaggiatore mediante un semplice passaggio del documento sopra un lettore ottico. Inoltre, a differenza del vecchio passaporto cartaceo, contiene le impronte digitali e la firma digitalizzata del titolare, con alcune eccezioni: minori di 12 anni, di chi è dichiarato analfabeta con atto di notorietà e di chi ha un impedimento fisico accertato a rilasciare la propria firma.

È quindi uno strumento decisamente più sicuro ed affidabile e di più rapido ed immediato controllo. E che ti eviterà lunghe attese una volta giunto all’aeroporto di destinazione.

Durata e rinnovo del passaporto elettronico

La durata del passaporto è variabile, a seconda che venga rilasciato a persone maggiorenni o minorenni: la scadenza comunque è sempre ben evidenziata all’interno del documento stesso.

Per le persone maggiorenni, quindi dai 18 anni in su, il passaporto elettronico ha una durata decennale, per i bambini da 0 a 3 anni il passaporto vale invece tre anni, e infine per i minorenni dai 3 ai 18 anni non compiuti dura cinque anni. Non esiste più infatti la possibilità di iscrivere i figli minori sul passaporto del genitore: ogni persona che si reca all’estero deve avere il suo documento individuale, anche se si tratta di un neonato.

Fai attenzione a quei paesi, come per esempio il Canada, che non accettano passaporti negli ultimi 6 mesi della loro validità; informati bene prima di partire sulle disposizioni in vigore nello stato dove ti recherai. Puoi trovare tutto quel che ti serve sul sito della Farnesina appositamente dedicato ai viaggiatori, all’indirizzo www.viaggiaresicuri.it, scegliendo il paese di tuo interesse.

Il passaporto elettronico, per tutto il periodo della sua durata, non è soggetto ad alcun rinnovo, semplicemente alla scadenza naturale dovrai richiederne uno nuovo. Ecco nel dettaglio la procedura per il rinnovo del passaporto scaduto.

Come richiedere il passaporto elettronico

Il passaporto elettronico viene rilasciato dalla Questura o dall’ufficio passaporti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, per richiederlo devi recarti personalmente per la consegna dei documenti necessari e per la rilevazione delle impronte digitali.

Ti consiglio di prenotare un appuntamento tramite il sito www.passaportonline.poliziadistato.it registrandoti gratuitamente, per accelerare le operazioni e farlo comodamente da casa tua davanti al computer, anche se non è obbligatorio. È però decisamente comodo, per evitare code interminabili ed inutili perdite di tempo. A questo proposito puoi leggere la guida dettagliata per la richiesta del passaporto online attraverso il servizio di Agenda Passaporto.

Quali sono i documenti richiesti per il rilascio del passaporto?

Al momento della domanda di rilascio del passaporto è necessario presentare:

Il modulo di richiesta, reperibile direttamente presso gli uffici della Questura o del Commissariato, oppure scaricabile informato pdf dal sito www.poliziadistato.it, debitamente compilato e firmato. Fai attenzione che esistono due moduli distinti, a seconda che la richiesta di rilascio passaporto sia fatta per un maggiorenne o per un minore.

Un documento di riconoscimento in corso di validità (per esempio la carta di identità) e, preferibilmente, una fotocopia dello stesso;

2 fotografie formato tessera su sfondo bianco e a viso scoperto. Chi abitualmente porta gli occhiali può indossarli quando si reca a fare la fotografia, purché le lenti siano trasparenti e non colorate e la montatura non copra troppo la fisionomia del volto. Ecco alcuni esempi di fotografie adatte e non adatte per la richiesta del passaporto elettronico;

Eventuale precedente passaporto scaduto, deteriorato o con le pagine esaurite;

Se la richiesta viene fatta dal genitore di un minore è necessario anche il consenso firmato dell’altro genitore;

In caso di genitore separato o divorziato e in assenza del consenso dell’altro genitore del figlio minore è necessaria l’autorizzazione del giudice tutelare;

In caso di richiesta di rilascio del passaporto elettronico a seguito di furto o smarrimento del precedente documento di viaggio, è indispensabile presentare la denuncia relativa.

Quanto costa il rilascio del passaporto?

Insieme a tutta la documentazione sopra descritta dovrai presentare anche:

  • Una ricevuta di versamento di 42,50€ da effettuarsi esclusivamente con bollettino di conto corrente postale n. 67422808 intestato al Ministero dell’Economia e delle Finanze – dipartimento del Tesoro.
  • Un contrassegno amministrativo – marca da bollo – da 73,50 euro, acquistabile in tutte le tabaccherie e rivendite autorizzate. La marca da bollo si paga una volta sola, al momento del rilascio del passaporto elettronico, e non è prevista per i passaporti già emessi. Da Giugno 2014 è infatti stata fortunatamente abolita la tassa annuale governativa.

Tempi di consegna del passaporto elettronico

La Questura o il Commisariato si riservano sempre un lasso di tempo minimo per la consegna del passaporto, che può variare da qualche giorno in periodi con poche richieste a anche tre settimane nel periodo estivo di maggior affluenza.

Calcola bene i tempi per presentare la domanda, mettendo in conto anche qualche ritardo non preventivato, altrimenti potresti rischiare di non ricevere il tuo passaporto per tempo e sarai costretto a spostare la tua partenza.

Ritiro del nuovo passaporto

Potrai ritirare il tuo passaporto elettronico presso gli uffici della Questura o del Commissariato dove hai presentato la richiesta, sia recandoti di persona allo sportello sia incaricando un’altra persona maggiorenne fornita di delega legalizzata da un notaio o da un ufficiale dell’anagrafe, e corredata di fotocopia del tuo documento di identità.

Esiste anche la possibilità, grazie all’accordo con Poste Italiane, di farsi recapitare il passaporto direttamente al proprio domicilio. Se scegli questa opzione dovrai compilare la busta che ti verrà consegnata all’atto della richiesta del passaporto e pagare 8,20 Euro in contrassegno al ricevimento del plico. La spedizione è tracciabile grazie al codice stampato sulla ricevuta che ti verrà rilasciata.

In caso di mancata consegna per assenza del destinatario il passaporto rimarrà in giacenza presso l’ufficio postale per un periodo massimo di 30 giorni, trascorsi i quali verrà restituito all’ufficio passaporti emittente.

In caso di smarrimento della spedizione, Poste Italiane rimborsa 50€ al cittadino che dovrà però versare nuovamente l’importo di 42,50 euro per richiedere un nuovo documento.

Passaporto elettronico per viaggiare negli USA

Grazie al passaporto elettronico puoi entrare negli Stati Uniti d’America senza necessità di richiedere il visto d’ingresso in anticipo. Esiste infatti il Visa Waiver Program, o Esta Stati Uniti, di cui possono usufruire tutti coloro che viaggiano per turismo o per motivi di lavoro, che si trattengono negli Stati Uniti per un periodo inferiore ai 90 giorni e che siano già in possesso di un biglietto aereo di ritorno.

Per viaggiare con il Visa Waiver Program dovrai richiedere l’autorizzazione al viaggio elettronico – ESTA, Electronic System for Travel Authorization – prima della tua partenza. L’ESTA viene rilasciata online dall’autorità USA e prevede il pagamento online di una tassa di 14 USD. E ovviamente viene rilasciata solo a chi viaggia con passaporto elettronico munito di microchip, purché valido oltre la data di rientro prevista.

È invece indispensabile richiedere il visto se non si hanno i requisiti previsti per il Visa Waiver Program oppure se hai viaggiato in alcuni paesi come Somalia, Libia, Sudan, Yemen, Siria, Iraq ed Iran dopo il 1° marzo 2011.

La mancata uscita dagli Stati Uniti entro i 90 giorni, ti impedirà di utilizzare nuovamente il Visa Waiver Program in futuro. Per qualsiasi altra informazione al riguardo puoi contattare direttamente l’Ambasciata Americana a Roma o consultare il sito ufficiale a questo indirizzo.

Smarrimento o furto del passaporto all’estero

Sei finalmente riuscito a partire e ti capita, purtroppo, di perdere il passaporto durante la tua permanenza all’estero? Non disperarti, ma recati immediatamente presso il Consolato italiano del paese che ti ospita portando con te:

  • La denuncia di smarrimento o di furto redatta dalle autorità locali;
  • due fototessere;
  • Un documento di riconoscimento (carta di identità, codice fiscale, tessera sanitaria, etc);
  • In assenza del documento porta con te uno o più testimoni che permettano al consolato di riconoscere facilmente la tua identità.

Ti verrà rilasciato un documento di viaggio provvisorio o ETD (Emergency Travel Document), che ti permetterà di continuare il tuo viaggio e poi di rientrare in Italia, dove dovrai fare domanda di emissione di un nuovo passaporto.

Se hai bisogno di ulteriori informazioni su come richiedere il passaporto elettronico o sul rilascio di questo documento di viaggio, scrivi le tue domande nei commenti qui sotto.

Shares

9 commenti su “Passaporto elettronico; cos’è e come richiederlo, documenti e costi”

Lascia un commento

  1. Risiedo all’estero e il link di richiesta di passaporto elettronico non prevede alcuna capitale europea, mi é per tanto impossibile compilare il modulo!

    • Se risiedi all’estero devi essere iscritta all’AIRE e contattare il consolato della città in cui vivi per procedere con la richiesta del passaporto.

      • Sono iscritta all’AIRE! Ho giá contattato il consolato e sono rimasta basita per il costo aggiuntivo di 50€ per il rilascio urgente del passaporto.
        Giusto per curiositá, aggiungo un piccolo paragone con i costi di altri stati europei:
        In Italia:
        116€ + 50€ se si ha bisogno del rilascio urgente del documento!
        Totale=165€!
        In Austria:
        Reisepass: 75,90 Euro
        Expresspass: 100 Euro
        In Germania:
        Einen Express-Reisepass könnt ihr schon 48 Stunden nach Eingang des ausgefülllten Antrages bei der Bundesdruckerei abholen. Hierfür sind die Reisepass-Kosten leider auch höher:
        91,00 Euro.

  2. Sul sito passaportonline della poliziadistato, dopo registrazione, login, a Milano tutti i commissariati risultano per tutte le settimane a seguire NON disponibili alla prenotazione. Per favore evitate di divulgare possibilità NON esistenti ed illusorie. Sembra che ci sia solo la possibilità, che devo ancora sperimentare, di recarsi alla porta del commissariato alle 7 sette del mattino per una coda a priorità. Solo 5 utenti al giorno entreranno alla apertura del commissariato alle 8. Incredibile. Lascio a ciascuno di definire tale situazione.

    • Ciao Italo, purtroppo il periodo estivo è quello più richiesto, per questo motivo è difficile trovare disponibilità nei giorni o settimane di Giugno, Luglio, Agosto o addirittura Settembre.

    • Ciao Carmelo, se il tuo passaporto è elettronico (dovrebbe esserlo se è stato rilasciato nel 2009), allora puoi utilizzarlo per entrare in USA fino al 2019. Fai attenzione però che per poter viaggiare regolarmente, devi ottenere l’ESTA (al costo di circa 14 USD), e il tuo passaporto deve essere ancora in corso di validità sia per la data di inizio che fine viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *