Cosa fare sull’isola di Phuket in Thailandia

Shares

Un viaggio in Thailandia non è completo senza una tappa sull’isola di Phuket, la più grande ed estesa del paese e luogo con molte alternative sia per chi ama la vita notturna, sia per chi è in cerca di relax, spiagge e mare.

Tra le destinazioni più popolari di Phuket c’è senza dubbio Phuket Town, centro e città più grande dell’isola, oltre a Patong, Kata e Karon Beach. Quando decidi di fare un viaggio a Phuket sicuramente sceglierai tra una di queste destinazioni, essendo quelle che offrono maggiori opportunità per quanto riguarda il turismo.

Isola di Phuket

Di seguito voglio darti alcuni spunti e consigli utili se decidi di visitare l’isola di Phuket, oltre alle impressioni sulle varie località raccolte durante il mio viaggio in Thailandia. L’articolo è suddiviso per zone così che potrai consultare con più facilità la mia guida. Troverai anche alcuni suggerimenti per raggiungere Patong, Kata o Karon Beach dall’aeroporto internazionale di Phuket al minor prezzo possibile 🙂 Buona lettura!

Patong Beach, il centro della vita notturna

Se sei in cerca del divertimento sfrenato, Patong è la meta per eccellenza dell’isola di Phuket. Sicuramente uno dei luoghi più trasgressivi e folli di tutta la Thailandia, a Patong puoi trovare Bangla Road, una lunga strada che dalle 6pm fino alle prime ore del mattino successivo viene chiusa al traffico e letteralmente presa d’assalto da centinaia di turisti da tutto il mondo. In questa via ne puoi fare e vedere di tutti i colori; bar e pub uno di fianco all’altro che sparano musica a tutto volume, club e discoteche, ragazze che ballano sui tavoli dei locali e altri spettacoli meno nobili come ping pong show, lap dance e prostituzione.

Si, perchè il turismo sessuale in questa zona della Thailandia è sotto gli occhi di tutti. Purtroppo è impossibile far finta di nulla, anche perchè sono veramente tanti gli uomini di mezza età seduti nei vari bar, accompagnati da ragazze più giovani di 20/30 anni. Non sta a me giudicare tutto questo, ognuno può liberamente fare quello che crede più giusto, ma in alcuni casi è davvero squallido assistere a certe scene.

Quando però ci si ritrova a viaggiare da soli come capitato a me, ed essendo uomo sono stato avvicinato più volte da ragazze che offrivano massaggi particolari in cambio di denaro, oppure che volevano farsi offrire da bere, trascinandomi letteralmente per il braccio verso di loro. Tutto questo però si può evitare, basta solamente scegliere i locali giusti se ci si vuole divertire o bere semplicemente una birra, e ce ne sono tanti. Nonostante il lato trasgressivo di questa zona di Phuket, ho fatto amicizia con alcuni membri dello staff di uno dei bar normali di Bangla Road e posso assicurare che Patong può essere una destinazione ideale anche per chi come me non è interessato a tutto quello di oscuro che questa località ha da offrire.

Bangla Road Patong

La spiaggia di Patong può essere molto affollata, soprattutto se decidi di visitarla durante l’alta stagione; inoltre il mare non è spettacolare come ad esempio a Kata e Karon Beach situate solo a pochi km di distanza. Patong è un grande luna park a cielo aperto ma è uno dei volti della Thailandia che va visto, anche solo per pochi giorni sia che viaggi da solo/a, con amici/amiche o in compagnia del tuo partner.

Kata e Karon Beach, spiagge e tramonti da sogno

Spostandosi di circa 15/20km a sud di Patong, puoi trovare le spiagge di Kata e Karon, che offrono sicuramente uno spettacolo differente. Qui puoi assistere ad alcuni tramonti spettacolari e fare il bagno in un mare decisamente più pulito e cristallino.

Tramonto Phuket

Ma oltre a sdraiarsi in spiaggia tutto il giorno, abbronzarsi su un lettino e mangiare qualche piatto della cucina thailandese in uno dei ristoranti presenti in queste due località, non c’è molto altro da fare. La sera sia i bar che i ristoranti chiudono presto e può essere noioso decidere di alloggiare qui per un periodo medio/lungo, soprattutto se come me sei in viaggio da solo.

Phuket Town

Phuket Town è la città e centro più grande dell’isola. Da qui partono i traghetti per le varie escursioni nelle isole Phi Phi, a Maya Bay (la spiaggia del film The Beach di Leonardo Di Caprio) e altre isole da sogno presenti nelle vicinanze.

A Phuket Town si trova inoltre l’impressionante statua del Buddha Gigante e il quartiere cinese chiamato ovviamente Chinatown, dove puoi visitare un mercato di cibo molto caratteristico. Si può visitare tutto in una giornata, noleggiando uno scooter oppure prendendo parte ad uno dei numerosi tour che partono da Patong, Kata e Karon.

Dall’aeroporto a Patong, Kata, Karon e Phuket Town

Se arrivi sull’isola di Phuket via aerea è molto semplice raggiungere la tua destinazione finale; all’arrivo in aeroporto puoi decidere se prendere un taxi, ma in questo caso il prezzo si aggira sugli 800 baht (19€), oppure un minivan condiviso con altri viaggiatori che devono raggiungere la tua stessa destinazione.

Questa è la soluzione più economica e verrai lasciato direttamente al tuo hotel, ostello o appartamento in 40/45 minuti; il prezzo è di 180 baht, quindi circa 4,5€. A metà strada il furgone farà una sosta presso una agenzia di viaggi dove proveranno a venderti uno dei loro tour, se non sei interessato declina l’offerta e il viaggio proseguirà senza altre interruzioni fino al tuo alloggio.

Da Krabi e Phi Phi Island a Phuket in traghetto

Se invece ti trovi a Krabi o a Phi Phi Island, puoi raggiungere Phuket in traghetto in circa 2/3 ore a seconda del luogo di partenza. I traghetti partono giornalmente e solitamente ci sono due partenze, una al mattino e una nel primo pomeriggio: i prezzi non superano i 300 baht per il viaggio di sola andata. Puoi prenotare senza problemi il biglietto il giorno prima della partenza presso una delle numerose agenzie presenti, oppure direttamente al tuo porto di partenza.

Solitamente anche l’ostello o l’hotel in cui ti trovi effettua il servizio di prenotazione, per cui chiedi anche alla reception se vuoi essere sicuro di prenotare in anticipo il tuo passaggio in traghetto.

Tuk tuk thailandia phuket

Osservazioni personali sull’isola di Phuket

Mi sono fermato una settimana a Phuket e ho deciso di alloggiare in questo hotel economico poco distante da Bangla Road. Nonostante tutto quello che ho visto, voglio andare controcorrente rispetto all’opinione generale: Patong non mi è dispiaciuta affatto. Sia chiaro, non sono alla ricerca di quello che si può trovare a Bangla Road, ma viaggiando in solitaria ci sono sicuramente più occasioni di conoscere altri viaggiatori e persone del posto in un luogo simile piuttosto che a Kata o Karon Beach dove sono presenti molte coppie e famiglie.

Inoltre non sono il tipo di viaggiatore che ama sdraiarsi tutto il giorno in spiaggia senza fare nulla; mi sono creato la mia routine, ignorando le ragazze che cercavano a tutti i costi la mia compagnia (traduzione: i miei soldi) ed evitando il caos quando volevo stare tranquillo. Ho scoperto una food court dove mangiare piatti thai molto economici ed un bar direttamente sulla spiaggia, lontano diversi km dal centro di Patong, dove ho passato diversi pomeriggi e serate in totale relax a distanza di sicurezza dal circo di Bangla Road.

I prezzi sull’isola di Phuket sono decisamente più alti rispetto ad altre zone della Thailandia e lo spettacolo negativo di Patong potrebbe far venire i brividi, ma visto che ci sono molte alternative e si possono raggiungere facilmente le altre isole nelle vicinanze, secondo il mio personale punto di vista vale la pena passare qualche giorno in una delle località descritte qui sopra.

Hai altri suggerimenti sull’isola di Phuket? Scrivimi qui sotto le tue impressioni, sia negative che positive!

Guide di viaggio consigliate

Offerta
Thailandia
34 Recensioni
Thailandia
  • Phil MacDonald, Carl Parkes
  • Editore: White Star
  • Copertina flessibile: 400 pagine
Thailandia
42 Recensioni
Thailandia
  • Editore: EDT
  • Edizione n. 10 (11/20/2014)
  • Copertina flessibile: 911 pagine
Offerta
Cucina made in Thailandia
7 Recensioni
Cucina made in Thailandia
  • Pagine: 70
  • Formato: Da 20 a 28 cm
  • Curatore: Dapino C.
Shares

4 commenti su “Cosa fare sull’isola di Phuket in Thailandia”

Lascia un commento

  1. Ciao Gianluca,
    prima di tutto tanti complimenti per tutte le info e la voglia di condividerle.
    Ti chiedo un consiglio: sarò a Phuket dal 26 dicembre al 2 gennaio con l’idea di riposarmi, godermi il mare ma anche di fare qualche escursione sulle isole e al big buddha. Qual è secondo te il punto migliore dove alloggiare, considerando che vorrei evitare il più possibile di noleggiare un motorino dato che non ne guido più uno dagli anni 90 ☺??
    Grazie mille
    Lau

    • Ciao Lau, grazie per il tuo messaggio!

      Secondo me dipende molto dal tipo di vacanza che vuoi fare, se vuoi rilassarti Patong non è la zona più adatta, valuterei Kata o Karon Beach da cui sicuramente con qualche tour potrai visitare il Big Buddha e fare le escursioni.

      Buon viaggio!

  2. ciao Gianluca, sono andato in agenzia per prenotare una vacanza a patong.. mi sono mezzo a la ricerca su internet per saperne di più su questo posto e ho trovato il tuo blog; mi sembra molto interessante e ovviamente ho letto un po di cose che mi sono utili visto che andrò da solo. Cmq ti volevo chiedere più consigli su che posto posso visitare a Patong come dove mangiare tranquillo e e bene, cosa visitare, dove andare ed altre cose io amo la fotografia e vorrei scattare un po quando mi troverò in questo posto…Quindi come posso avere più informazione? grazie per il tuo aiuto

    • Ciao Emilio e scusa per il ritardo ma ho visto solo ora il commento.

      Sei già stato a Phuket? Troverai tantissimi ristoranti a buoni prezzi, a me particolarmente era piaciuto il n°6 che non è molto distante da Bangla Road, la via principale della vita notturna a Patong. So che ci sono due sedi, una da cui puoi godere di un’ottima vista ma che però non ho mai visitato personalmente. Magari da li puoi scattare delle belle foto.

      Un saluto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *