Carta d’identità elettronica per viaggiare: come e dove richiederla, costi, rinnovo

Shares

Dopo anni di sperimentazioni, test e prove tecniche, la carta d’identità elettronica è finalmente pronta per prendere il posto del documento cartaceo che tutti conosciamo e abbiamo usato fino ad ora.

Un grande cambiamento insomma, che però porta con sé alcuni dubbi e domande: quanto costa la nuova carta d’identità? Come funziona? Quali sono le modalità di rilascio?

Carta identita elettronica

Risponderò a questi e altri interrogativi nei prossimi paragrafi, in modo da aiutarti a capirne di più sulla nuova carta di identità elettronica.

Cos’è la carta d’identità elettronica?

I primi rumors sulla carta di identità elettronica risalgono addirittura al 1997, ma la prima fase di sperimentazione è stata avviata solamente nel 2001 e ha coinvolto 83 Comuni in tutta Italia. Lo scopo era quello di individuare criticità e difetti del sistema, testare la resistenza dei materiali con cui venivano costruite le tessere e prendere confidenza con il nuovo metodo di rilascio del documento.

La fase di valutazione è andata avanti fino al 2006, anno in cui alcuni Comuni hanno iniziato a sostituire la vecchia versione cartacea con la nuova carta d’identità elettronica (CIE).

Insomma, ne è servito di tempo ma ormai è ufficiale: entro la fine del 2018 tutti i Comuni d’Italia verranno abilitati al rilascio del nuovo documento. Questo significa che la versione cartacea non sarà più distribuita, tranne nei casi di comprovata urgenza come gravi impedimenti di salute, viaggi, partecipazione alle elezioni oppure a concorsi e gare pubbliche, e nel caso di cittadini iscritti all’AIRE.

La nuova carta d’identità elettronica sarà valida per l’espatrio e permetterà anche di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione. Basterà infatti registrarsi al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) e richiedere la proprie credenziali, grazie alle quali potrai cambiare medico curante, fare domanda per ricevere un certificato anagrafico, accedere ad alcuni servizi INPS e molto altro. Comodo, vero?

Com’è fatta la nuova Carta d’identità elettronica?

Simile a una carta di credito, la nuova tessera elettronica è dotata di un microprocessore contactless che contiene i dati personali di ciascun cittadino italiano, compresa la fotografia e le impronte digitali.

Ecco quali sono le informazioni principali che compariranno sul documento d’identità:

  • Numero unico nazionale
  • Nome e cognome
  • Comune di rilascio
  • Luogo e data di nascita
  • Sesso
  • Statura
  • Cittadinanza
  • Data di emissione e di scadenza
  • Firma digitale
  • Validità per l’espatrio
  • Fotografia
  • Codice fiscale
  • Indirizzo di residenza
  • Eventuale comune di iscrizione all’AIRE (per cittadini residenti all’estero)

Come puoi vedere non c’è molta differenza tra la versione elettronica e quella cartacea, tranne per il fatto che la nuova tessera è protetta dai più moderni sistemi di anticlonazione e anticontraffazione, appositamente studiati per tutelare i tuoi dati in ogni momento.

Rilascio e costi della Carta d’identità elettronica

Anche le modalità di rilascio della carta d’identità elettronica sono praticamente le stesse della carta d’identità tradizionale: occorre recarsi presso il proprio Comune di residenza o dimora per inoltrare la richiesta all’ufficio di competenza, muniti di fototessera in formato cartaceo o digitale (caricata su una chiavetta USB).

Bisogna inoltre versare presso le casse del Comune, una fee di 16,79€ per poter avviare la procedura, più una quota di circa 5,42€ relativa ai diritti fissi e di segreteria legati al rilascio della CIE, somma che può variare in base al Comune di appartenenza.

La carta d’identità elettronica viene spedita all’indirizzo indicato in fase di presentazione della domanda, oppure può essere ritirata direttamente all’ufficio anagrafe di competenza. Normalmente sono necessari circa 6 giorni lavorativi per riceverla.

Rinnovo della Carta d’identità e sostituzione con quella elettronica

Mancano meno di 6 mesi alla scadenza del tuo documento d’identità cartaceo? Buone notizie, puoi sostituirlo con quello elettronico! Assicurati solo di verificare che sia già attivo il servizio di rilascio della Carta di identità elettronica nel tuo Comune consultando l’elenco presente sul sito del Ministero dell’Interno.

Non dimenticare inoltre di portare con te il documento che sta per scadere, poiché dovrai consegnarlo all’operatore comunale.

Viaggiare con la carta d’identità elettronica

Partire non è mai stato così facile. Con la carta identità elettronica sarà infatti possibile entrare in tutti i Paesi appartenenti all’Unione Europea, ma anche in altri Stati che fino ad ora accettavano solamente il passaporto.

Non ci sarà più bisogno di interrogarsi circa la validità dei timbri di proroga sulla carta d’identità cartacea, con un solo documento si potrà viaggiare (quasi) ovunque. Alcuni paesi, infatti, hanno imposto regole speciali per l’ingresso:

Egitto: la carta d’identità, cartacea o elettronica, deve avere una validità residua di almeno 6 mesi e dev’essere accompagnata da 2 fototessere per il rilascio del visto turistico.

Marocco: la CIE viene accettata solo se valida per l’espatrio e solo se il turista o viaggiatore fa parte di un gruppo composto da almeno 8 partecipanti (il viaggio dev’essere organizzato da un tour operator).

Tunisia: l’accesso è consentito solo se il documento è in corso di validità, accompagnato da una prenotazione alberghiera e da un biglietto di aereo di ritorno.

Turchia: la CIE deve avere una validità residua di almeno 6 mesi. L’ingresso è consentito solo da frontiere internazionali aeroportuali e marittime, oltre che da frontiere terrestri al confine con Grecia e Bulgaria.

Piccola nota a margine: nessun paese accetta il certificato cartaceo di proroga delle carte d’identità elettroniche rilasciate durante la fase di sperimentazione del progetto. Se questo è il tuo caso, ti consiglio di rinnovare il documento prima della partenza oppure di viaggiare con il passaporto per evitare spiacevoli inconvenienti.

Cosa fare in caso di smarrimento della CIE?

È capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di perdere la carta d’identità oppure di vedersi rubare il portafoglio con tutti i documenti dentro. Sensazione spiacevole, vero? In questi casi c’è solo una cosa da fare: sporgere denuncia presso le autorità competenti e, in seguito, richiedere l’interdizione del documento.

Una volta completata la procedura si può inoltrare una richiesta di rinnovo della carta d’identità elettronica al Comune di residenza o dimora, presentando un altro documento in corso di validità a garanzia della propria identità.

Certo, se ti hanno rubato il portafoglio potresti non avere nessuna tessera alternativa da mostrare all’operatore comunale. A questo punto, l’unica soluzione è quella di presentarsi con due testimoni che possano confermare le tue generalità. Se tutto va bene, dovresti ricevere a casa la tua nuova e fiammante carta d’identità elettronica nel giro di qualche giorno. Il documento avrà una validità di 10 anni, proprio come previsto dalla legge.

Come avrai capito, richiedere la nuova carta d’identità elettronica è facilissimo. Spero di aver risposto a tutti i tuoi dubbi e domande, ma se dovessi avere ancora qualche curiosità a riguardo non esitare a scrivermi nei commenti qui sotto!

Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *