Carta d’identità valida per l’espatrio e carta d’identità elettronica

Guida completa alla carta d’identità valida per l’espatrio; tutto quello che devi sapere per viaggiare anche all’estero con questo documento e differenze principali con la carta d’identità elettronica.

Stai per intraprendere un viaggio e non sai se la tua carta d’identità è valida per l’espatrio? Non sei sicuro se nel paese in cui stai per recarti è accettata oppure no? Non ti preoccupare.

Oggi voglio parlarti proprio della carta d’identità valida per l’espatrio, mostrandoti come devi fare per ottenerla, come controllare se quella in tuo possesso è valida per fare un viaggio all’estero, quali sono le limitazioni previste e come fare in caso di furto o smarrimento del tuo documento.

Carta d’identità: cos’è e come funziona

Come ben saprai la carta d’identità è un documento identificativo che deve essere richiesto da tutti i cittadini italiani, europei ed extracomunitari residenti in Italia e viene rilasciato dal proprio Comune di residenza.

La carta d’identità viene utilizzata anche come documento per l’espatrio, infatti alcuni paesi dell’Unione Europea la accettano in sostituzione del passaporto elettronico; devi però fare attenzione ad alcuni accorgimenti per evitare problemi al momento di viaggiare che vedremo più avanti.

Cos’è la carta di identità elettronica?

I primi rumors sulla carta di identità elettronica risalgono addirittura al 1997, ma la prima fase di sperimentazione è stata avviata solamente nel 2001 e ha coinvolto 83 Comuni in tutta Italia.

Lo scopo era quello di individuare criticità e difetti del sistema, testare la resistenza dei materiali con cui venivano costruite le tessere e prendere confidenza con il nuovo metodo di rilascio del documento.

La fase di valutazione è andata avanti fino al 2006, anno in cui alcuni Comuni hanno iniziato a sostituire la vecchia versione cartacea con la nuova carta d’identità elettronica (CIE).

Insomma, ne è servito di tempo ma ormai è ufficiale: il documento elettronico ha sostituito quello cartaceo e tutti i Comuni d’Italia sono abilitati al rilascio del nuovo documento d’identità.

Questo significa che la versione cartacea non sarà più distribuita, tranne nei casi di comprovata urgenza come gravi impedimenti di salute, viaggi, partecipazione alle elezioni oppure a concorsi e gare pubbliche, e nel caso di cittadini iscritti all’AIRE.

La nuova carta d’identità elettronica è valida per l’espatrio e permette inoltre di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione, basta infatti registrarsi al Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) e richiedere la proprie credenziali, grazie alle quali puoi cambiare medico curante, fare domanda per ricevere un certificato anagrafico, accedere ad alcuni servizi INPS e molto altro. Comodo, vero?

Com’è fatta la nuova carta d’identità elettronica?

Simile ad una carta di credito, la nuova tessera elettronica è dotata di un microprocessore contactless che contiene i dati personali di ciascun cittadino italiano, compresa la fotografia e le impronte digitali.

Ecco quali sono le informazioni principali presenti sul documento d’identità:

  • Numero unico nazionale;
  • Nome e cognome;
  • Comune di rilascio;
  • Luogo e data di nascita;
  • Sesso;
  • Statura;
  • Cittadinanza;
  • Data di emissione e di scadenza;
  • Firma digitale;
  • Validità per l’espatrio;
  • Fotografia;
  • Codice fiscale;
  • Indirizzo di residenza;
  • Eventuale comune di iscrizione all’AIRE (per cittadini residenti all’estero).

Come puoi vedere non c’è molta differenza tra la versione elettronica e quella cartacea, tranne per il fatto che la nuova tessera è protetta dai più moderni sistemi di anticlonazione e anticontraffazione, appositamente studiati per tutelare i tuoi dati in ogni momento.

Come riconoscere se la carta d’identità è valida per l’espatrio?

Normalmente tutte le carte d’identità rilasciate ai cittadini italiani sono valide per l’espatrio, ad esclusione di quelle concesse ai cittadini extracomunitari oppure nel caso di vincoli di tipo giudiziario.

Per accertarti che la tua carta d’identità sia valida per viaggiare all’estero puoi eseguire un semplice controllo.

Se sei in possesso di una carta d’identità cartacea, ti basta verificare l’assenza della dicitura non valida per l’espatrio, solitamente riportata sul retro del documento.

Se invece sei in possesso di quella in formato elettronico, devi assicurarti che sulla parte posteriore alla voce n.16 non sia scritto non valida per l’espatrio. Qualora non trovassi questa indicazione significa che la tua carta d’identità è perfettamente valida per l’espatrio.

Durata della carta d’identità

Le carte d’identità italiane hanno una durata differente in base all’età del richiedente:

  • 3 anni per i cittadini con età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i cittadini con età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i cittadini con almeno 18 anni d’età.

Inoltre se hai più di 14 anni puoi viaggiare da solo, recandoti in qualsiasi paese dove è valida la carta d’identità italiana.

Se invece hai meno di 14 anni devi farti accompagnare da uno dei tuoi genitori, oppure da un tutore legale. Altrimenti chi viaggia con te deve essere autorizzato, con una dichiarazione scritta e firmata da entrambi i genitori. Alla scadenza dei termini previsti, opportunamente riportati sul documento, devi provvedere al rinnovo della carta d’identità.

Più avanti ti spiegherò come fare per richiederla, ma prima è importante sapere che i rinnovi a volte comportano dei problemi per l’espatrio; purtroppo molti paesi che accettano la carta d’identità come documento per viaggiare all’estero, applicano invece delle restrizioni alle carte d’identità rinnovate, comprese quelle valide per l’espatrio.

Lo stesso vale per le carte d’identità elettroniche, che non sempre sono riconosciute come documento di viaggio idoneo.

Quali sono i paesi che accettano la carta d’identità valida per l’espatrio?

Ma quali sono i paesi dove la carta d’identità è accettata e quali sono invece le limitazioni previste? La lista comprende quasi tutti i paesi europei, e altri paesi con cui lo Stato Italiano ha firmato accordi specifici, tra cui:

  • Albania;
  • Andorra;
  • Austria;
  • Belgio;
  • Bosnia ed Erzegovina;
  • Bulgaria;
  • Cipro;
  • Croazia;
  • Danimarca (eccetto Groenlandia e Fær Øer);
  • Egitto (solo per turismo);
  • Estonia;
  • Finlandia;
  • Francia;
  • Germania;
  • Georgia;
  • Grecia;
  • Irlanda;
  • Islanda;
  • Lettonia;
  • Liechtenstein;
  • Lituania;
  • Lussemburgo;
  • Macedonia del Nord;
  • Malta;
  • Moldavia (solo con carta identità elettronica);
  • Monaco;
  • Montenegro;
  • Montserrat (per un massimo di 14 giorni);
  • Norvegia;
  • Paesi Bassi (eccetto Aruba, Curaçao, Sint Maarten Sint Maarten e le tre isole Bonaire, Sint Eustatius e Saba);
  • Polonia;
  • Portogallo;
  • Regno Unito (fino al 31 dicembre 2020);
  • Repubblica Ceca;
  • Romania;
  • San Marino;
  • Serbia;
  • Slovacchia;
  • Slovenia;
  • Spagna;
  • Svezia;
  • Svizzera;
  • Ungheria;
  • Tunisia;
  • Turchia.

Anche nel Regno Unito al momento di scrivere questa guida non esistono limitazioni, quindi non è necessario avere con sé il passaporto (anche se è consigliato), ma dopo la Brexit la situazione cambierà a partire dal 1° gennaio 2021.

Alcuni paesi che accettano la carta d’identità valida per l’espatrio applicano però delle restrizioni.

Per esempio in Egitto puoi viaggiare senza passaporto, ma devi avere con te due fototessere per il visto d’entrata, inoltre la carta d’identità, sia cartacea che elettronica, deve avere validità residua di almeno 6 mesi.

Per l’ingresso in Tunisia puoi viaggiare con la carta d’identità, ma soltanto se hai una prenotazione alberghiera e un biglietto di ritorno.

In Serbia è accettata la carta d’identità valida per l’espatrio, ma devi avere con te il passaporto se hai necessità di attraversare il confine e passare in Kosovo.

In Montenegro è valida la carta d’identità italiana, purché la permanenza del soggiorno non superi i 30 giorni.

Quando non viene accettata la carta d’identità?

Alcuni paesi che accettano la carta d’identità valida per l’espatrio, non riconoscono invece questo diritto alle carte rinnovate con l’apposizione del classico timbro, (ad esempio nel Regno Unito) comprese a volte anche quelle elettroniche.

In altri casi, se la tua carta d’identità è deteriorata e non è possibile leggere chiaramente i tuoi dati personali, potrebbe non essere accettata per viaggiare all’estero.

Per verificare se nel paese di destinazione sono presenti questi vincoli e per tutte le altre informazioni aggiornate sull’espatrio con la sola carta d’identità, ti consiglio di visitare il sito della Farnesina Viaggiare Sicuri, entrare nella sezione paesi e controllare la presenza di restrizioni nell’area informazioni generali.

Come richiedere la carta d’identità

Se ancora non sei in possesso della carta d’identità, oppure se è scaduta e devi rinnovarla, puoi richiederla rivolgendoti agli uffici del Comune di residenza.

Prendi l’appuntamento online tramite il sito Prenotazioni CIE del Ministero dell’Interno, inserendo i tuoi dati anagrafici e il tuo codice fiscale. Il portale ti mostrerà un calendario con le date disponibili, seleziona quella in cui desideri fissare l’appuntamento e prepara tutti i documenti necessari per ottenere la carta d’identità:

  • Una fototessera in formato cartaceo (dimensioni 45×35 mm) o digitale (caricata su una chiavetta USB in formato jpg, massimo 500 kb);
  • Documento identificativo.

Come documento identificativo viene accettato il passaporto (fai attenzione che non sia scaduto, leggi la guida per il rinnovo del passaporto), la patente di guida e la vecchia carta d’identità, purché scaduta da meno di 6 mesi.

Non è obbligatorio ma puoi portare anche il codice fiscale o la tessera sanitaria per velocizzare le operazioni e registrare i tuoi dati anagrafici più velocemente.

In mancanza di un documento d’identità, puoi presentarti presso gli uffici comunali con due testimoni di età superiore ai 18 anni, muniti di un documento d’identità valido.

Costi per la carta d’identità valida per l’espatrio

Il costo totale per ottenere la carta d’identità elettronica è di 22,21€ così suddivisi:

  • 16,79€ per le spese di emissione;
  • una quota di 5,42€ relativa ai diritti fissi e di segreteria legati al rilascio della CIE.

Se invece richiedi un duplicato per furto, smarrimento o deterioramento della tua carta precedente, il costo da sostenere è di 27,37€.

Modalità della richiesta in Comune

Quando ti presenti in Comune il giorno dell’appuntamento prenotato online, devi fornire la modalità di ricezione della tua nuova carta d’identità; puoi riceverla comodamente a casa indicando l’indirizzo di spedizione, oppure puoi decidere di tornare in Comune per ritirarla personalmente. Normalmente sono necessari circa 6 giorni lavorativi per riceverla.

Ti verranno rilevate le impronte digitali del dito indice della mano sinistra e della mano destra, secondo le modalità illustrate nell’immagine qui sotto, per inserirle digitalmente all’interno della carta d’identità valida per l’espatrio.

Maggiori informazioni le puoi trovare sul sito ufficiale del Ministero dell’Interno.

Una volta completata la procedura, dovrai firmare il modulo di riepilogo verificando tutti i dati anagrafici presenti.

Rinnovo della Carta d’identità e sostituzione con quella elettronica

Mancano meno di 6 mesi alla scadenza del tuo documento d’identità cartaceo? Buone notizie, puoi sostituirlo con quello elettronico, a partire da 180 giorni dalla scadenza del documento cartaceo.

La procedura e i costi sono gli stessi descritti in precedenza. Non dimenticare inoltre di portare con te il documento che sta per scadere, poiché dovrai consegnarlo all’operatore comunale.

Cosa fare in caso di furto o smarrimento della carta d’identità

È capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di perdere la carta d’identità oppure di vedersi rubare il portafoglio con tutti i documenti dentro. Sensazione spiacevole, vero? In questi casi c’è solo una cosa da fare: sporgere denuncia presso le autorità competenti e, in seguito, richiedere l’interdizione del documento.

Come fare? In caso di furto o smarrimento di carta d’identità cartacea, dovrai recarti presso il tuo Comune di residenza, mentre se hai perso la CIE devi chiamare il numero 800263388, attivo da lunedì a venerdì dalle ore 8:00 fino alle ore 18:00, e il sabato dalle ore 8:00 alle 14:00, comunicando nome e cognome, codice fiscale, numero della carta identità elettronica (se disponibile) e gli estremi della denuncia presentata a Polizia o Carabinieri.

Una volta completata la procedura si può inoltrare una richiesta di rinnovo della carta d’identità elettronica al Comune di residenza o dimora, presentando un altro documento in corso di validità.

Certo, se ti hanno rubato il portafoglio potresti non avere nessuna tessera alternativa da mostrare all’operatore comunale; a questo punto, l’unica soluzione è quella di presentarsi con due testimoni che possano confermare le tue generalità.

In caso di deterioramento del documento d’identità, puoi richiedere semplicemente un duplicato. Per ottenerlo devi consegnare il vecchio documento agli uffici del Comune, la fototessera e pagare nuovamente la tassa.

Il costo per richiedere il duplicato è di 27,37€. Se tutto va bene, dovresti ricevere a casa la tua nuova e fiammante carta d’identità elettronica nel giro di 6 giorni.

Carta d’identità per minorenni

La richiesta della carta d’identità per minorenni è molto simile a quella per gli adulti, con alcune differenze che ti elenco qui di seguito.

Innanzitutto cambia la validità del documento, che è valido per 3 anni per i minori di 3 anni, e 5 anni per i minori con età compresa tra 3 e 18 anni.

Il documento può essere richiesto in versione non valido per l’espatrio, in questo caso è necessaria la presenza in Comune di un solo genitore insieme al minore, che dovrà presentare una fototessera in formato cartaceo o digitale, secondo i parametri indicati in precedenza. Verranno rilevate le impronte digitali del minore.

Se invece hai necessità di richiedere la carta d’identità valida per l’espatrio per il minorenne, bisognerà presentarsi allo sportello del Comune con entrambi i genitori, firmando un modulo e dichiarando l’assenza di motivi ostativi per il viaggio all’estero.

Nel caso in cui uno dei due genitori non potrà presentarsi presso il Comune di residenza, bisognerà fornire fotocopia del documento d’identità e assenso scritto del genitore assente.

L’espatrio per i minori di 14 anni è concesso solamente se si viaggia in compagnia di uno dei due genitori, o se viene presentata una dichiarazione con il nome della persona o compagnia di trasporto a cui viene affidato il minore durante il viaggio.

Carta d’identità per cittadini residenti all’estero (AIRE)

Se sei un cittadino italiano residente all’estero regolarmente iscritto all’AIRE, per il momento puoi richiedere la carta d’identità elettronica o cartacea solamente nei Paesi appartenenti all’Unione Europea e in Norvegia, Svizzera, Principato di Monaco, San Marino e Città del Vaticano.

Le modalità di richiesta cambiano a seconda dell’Ufficio consolare di riferimento, consulta la lista completa a questo link per trovare l’ambasciata o il consolato più vicino alla tua città di residenza estera.

La validità della carta d’identità è la stessa e i costi sono di 21,95€ in caso di primo rilascio o rinnovo, oppure di 27,11€ per duplicato del documento in caso di furto o smarrimento.

La consegna solitamente avviene entro 15 giorni a partire dalla richiesta del documento.

Ti ho illustrato tutto quello che c’è da sapere sulla carta d’identità valida per l’espatrio e sulla nuova carta d’identità elettronica, ma prima di metterti in viaggio ti consiglio di verificare sul sito del Ministero degli Esteri, controllando la presenza di restrizioni dell’ultima ora o di modifiche agli accordi internazionali.

Se hai altre domande o dubbi sui documenti necessari per viaggiare in Italia o all’estero scrivimi pure nei commenti.

27 commenti su “Carta d’identità valida per l’espatrio e carta d’identità elettronica”

  1. Salve, sono in possesso di CI con sopra dicitura di non validità per espatrio per contestazione art.75 fino al 14 agosto. Dal 14 agosto in poi per poter rifare la CIE valida per l’espatrio posso compilare il modulo presente in anagrafe o devo riceverlo da qualche ente giuridico ? (Sanzione amministrativa sospensione documenti 3 mesi).
    Grazie mille, Nicolò.

    Rispondi
    • Ciao Nicolò, ho fatto una ricerca sul tema ma purtroppo non ho trovato nessuna informazione attendibile in merito. Ti consiglio di contattare direttamente il tuo comune di residenza che sapranno senza dubbio risolvere il tuo caso.

      Rispondi
      • Buongiorno, possiedo una carta di identità con la dicitura DUPLICATO.
        È valida per viaggiare sugli aerei o potrei avere storie? Doveri andare in Irlanda.
        Grazie!

        Rispondi
        • Ciao Elena, non dovrebbe essere vietato ma in Regno Unito/Irlanda solitamente sono abbastanza fiscali sui documenti di viaggio, ti suggerisco se ne hai la possibilità di volare con il tuo passaporto per evitare qualsiasi inconveniente.

          Rispondi
  2. Salve, lei ha idea dei tempi di attesa per avere la validità di espatrio per un minorenne? Fra 4 giorni ha la gita scolastica dove è richiesta la validità di espatrio ed io l’ho saputo solo di recente. ci arrivo ad averla per mio figlio entro 4 giorni? Sa dirmi se serve qualcosa in particolare, per i minorenni, per ottenerla? Grazie in anticipo!

    Rispondi
    • Ciao Orazio, non saprei risponderti con esattezza anche perché le tempistiche possono variare molto da un comune all’altro.

      In ogni caso puoi provare a presentarti agli sportelli del tuo comune con tutti i documenti del viaggio di tuo figlio e chiedere l’urgenza, a seconda dei casi potrebbero accogliere la tua richiesta e “velocizzare” le operazioni.

      Rispondi
  3. Devo andare a Amsterdam dal 01/03/2019 al 04/03/2019. La carta di identità scade il 03/03/2019 e il mio comune ha i terminali che non funzionano da giovedì scorso, quindi non possono fare il rinnovo. Come posso fare?

    Rispondi
  4. Salve io andrò a Londra dal 7 al 12 Marzo e la mia carta d identità scadrà il 13 marzo..ho già fatto la prenotazione e il check-in con la mia carta quindi non penso sia conveniente rinnovarla ora, potrei avere problemi all aeroporto?

    Rispondi
  5. andorra accetta la carta d’identità valida per l’espatrio? dove per valida si intende che non ci sia espressamente scritto sul retro non valida per l’espatrio

    Rispondi
    • Ciao Raffaele, secondo il sito Viaggiare Sicuri i documenti per entrare ad Andorra sono Passaporto o carta d’identità valida per l’espatrio.

      Rispondi
  6. Buongiorno, vorrei sapere dove devo andare per cambiare la carta d identità di mia figlia minorenne da nn valida per l’espatrio a valida per l’espatrio visto che a marzo la portiamo in Francia.

    Rispondi
  7. Ciao Gianluca sono cittadino italiano e risiedo in Spagna da ormai 4 anni quindi non ho più la residenza in Italia…per mia sventura ho perso la mia C.I. durante un rientro in Italia… ho fatto regolare denuncia ma il comune dell’ultima residenza non mi rilascia il nulla osta…devo rientrare in Spagna…come fare?
    Grazie in anticipo

    Rispondi
    • Ciao Luca, facendo una ricerca sul web a quanto pare puoi richiedere la carta d’identità in Italia presso il Comune di iscrizione AIRE.

      Come mai non ti hanno rilasciato il nulla osta? Quali sono le loro motivazioni?

      Rispondi
  8. a seguito di un intervento agli occhi non porto più gli occhiali, mentre la mia foto sulla carta d’identità è con gli occhiali. Potrei avere qualche problema alla frontiera?

    Rispondi
  9. Ciao ti scrivo per sapere una cosa ,io volero con una carta d identità diversa dal check in posso avere dei problemi?con me ho la la denuncia di smarrimento e nel frattempo ho trovato anche l altra cosa devo fare?

    Rispondi
    • Ciao Andrea, se ho ben capito hai entrambe le carte d’identità, giusto? Viaggia con quella con cui hai fatto il check in, dovrebbe essere ok. In ogni caso prova a contattare anche l’aerolinea con cui volerai.

      Rispondi
  10. Ciao, ho urgentemente bisogno di un consiglio, dall’ 11 agosto al 18 agosto sarò in spagna per vacanza, la carta d’identità scadrà il 26 agosto, avrò problemi? chiedo perché un mio amico pensa che il documento debba avere almeno 6 mesi di validità, anche se non ne vedo il motivo.
    Grazie!
    Marco.

    Rispondi
  11. Gianluca io ho un problema …devo partire per la Francia…Sono nata in Italia ho 36 anni e ho cittadinanza cambogiana..ho figlia italiani avuti dal mio ex compagno di cittadinanza italiana la mia carta d’identità è non valida per espatrio….se faccio un autocertificazione..per il rilascio della carta d’identità valida per espatrio a genitori con figli minori …la dicitura può cambiare a valida per espatrio???

    Rispondi
    • Ciao Serena, secondo me non basta l’autocertificazione, però dato che è un argomento “delicato” ti consiglio di rivolgerti direttamente alle autorità competenti, e se avrai voglia aggiornaci che la tua esperienza può sempre tornare utile per altri lettori del blog.

      In bocca al lupo!

      Rispondi
  12. Buongiorno, a breve devo partire per Londra con Easy Jet, la mia carta d’identità cartacea è ancora valida e perfetta, se non fosse per la piega di chiusura deteriorata, ancora unita per 1/3 della lunghezza, precisamente la parte centrale. Non rientro nei tempi per ottenere quella elettronica, è più sicuro rinnovarla con un’altra cartacea, o non dovrebbero esserci problemi?
    Grazie in anticipo del tuo tempo, Sabrina.

    Rispondi
    • Ciao Sabrina, per il ritorno da Londra potrebbero farti problemi, per cui secondo me meglio rinnovare con una nuova carta d’identità cartacea.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *