Passenger Locator Form digitale (dPLF): cos’è e come funziona

Tamponi, autocertificazione, mascherine in aereo e ora anche il nuovo digital Passenger Locator Form o dPLF, un modulo di localizzazione del passeggero completamente digitale, da compilare online prima di entrare in Italia dall’estero via aerea, marittima o terrestre.

Con l’ordinanza dello scorso 16 aprile del Ministro della Salute Speranza entra in vigore anche in Italia il Passenger Locator Form, un formulario da compilare online prima del viaggio che permetterà di tracciare spostamenti e itinerario delle persone, per localizzare facilmente i viaggiatori in caso di contagi da Covid-19.

Digital Passenger Locator FormPin

A partire dal 24 maggio 2021 è quindi obbligatorio compilare il modulo online prima di fare ingresso in Italia.

Cos’è il Passenger Locator Form

Un modulo digitale in sostituzione all’autocertificazione cartacea, che possa facilitare le operazioni di monitoraggio dei passeggeri da parte delle Autorità Sanitarie nel caso in cui siano stati esposti ad una malattia infettiva durante il viaggio.

Le informazioni inserite all’interno del digital Passenger Locator Form o modulo di localizzazione dei passeggeri come itinerario di viaggio, indirizzo e recapito telefonico, servono per prevenire la diffusione di malattie contattando tempestivamente le persone e tutelando la salute di familiari e amici.

Per questo motivo è obbligatorio compilare il modulo online prima di fare ingresso in Italia via aerea, terrestre (in bus, treno o auto) oppure marittima (traghetti o crociere). Vediamo dunque come funziona, come compilare il dPLF e come ottenere il codice QR o il PDF da presentare alle autorità.

Come compilare il Passenger Locator Form?

Per prima cosa collegati al sito https://app.euplf.eu/#/ e seleziona la lingua in alto a destra, clicca sul pulsante Inizia Qui ed inserisci il Paese di destinazione; al momento solo l’Italia ha adottato questo modulo.

Nella schermata successiva seleziona il mezzo di trasporto con cui farai ingresso in Italia tra aereo, autobus, treno, automobile, nave da crociera o traghetto e continua registrandoti al portale creando un account con email e password di almeno 6 caratteri.

A questo punto puoi compilare il modulo di localizzazione passeggeri digitale con le informazioni richieste – contatti, indirizzo permanente o temporaneo, alloggio, compagni di viaggio e informazioni riguardanti il contatto di emergenza – e ottenere il documento in formato PDF da stampare e portare con te durante il viaggio, oppure con codice QR da salvare sul tuo dispositivo e mostrare al momento dell’imbarco o quando richiesto all’ingresso in Italia.

Riceverai inoltre una copia del Passenger Locator Form all’indirizzo mail indicato in fase di registrazione, così potrai stampare nuovamente il documento in caso di smarrimento oppure modificare le informazioni presenti sul modulo, come ad esempio il posto a sedere sul volo.

È possibile compilare un solo modulo per famiglie o gruppi che entrano in Italia e condividono lo stesso itinerario di viaggio o che soggiornano o risiedono nello stesso luogo.

Ricorda che devi compilare il dPLF prima dell’imbarco in caso di viaggi in aereo, treno, bus, auto o traghetto, e priima dello sbarco in caso di viaggi su navi da crociera. In casi in cui non è possibile collegarsi ad internet per accedere al portale, puoi comunque presentare una autodichiarazione stampabile che puoi trovare qui.

Fai comunque attenzione dato che l’autodichiarazione da presentare alla Polizia di Frontiera deve essere sempre in versione cartacea.

Ulteriori informazioni e gli step completi per compilare il Passenger Locator Form li puoi trovare su questa pagina.

Chi deve compilare il dPLF?

Tutte le persone che entrano in Italia dall’estero sono tenute a compilare il modulo digitale di localizzazione, indipendentemente dalla durata del viaggio e dal mezzo di trasporto con cui si entra sul territorio italiano.

Quando va compilato il Passenger Locator Form?

La tempistica non è chiara e non viene specificata sul decreto, in ogni caso ti consiglio di compilare il dPLF a partire da 48 ore prima dell’ingresso in Italia, e nel caso di viaggi aerei, dopo aver effettuato il check-in online e prima dell’imbarco, per poter indicare il posto a sedere sull’aereo.

Quali sono gli adempimenti che devono osservare le compagnie di trasporto?

Le compagnie dei mezzi di trasporto aerei, marittimi o terrestri, sono tenute ad informare i passeggeri sull’obbligo di compilare correttamente e ottenere il Passenger Locator Form prima del viaggio, anche attraverso l’invio di una comunicazione via mail.

Sono inoltre tenute a verificare il modulo tramite codice QR in formato digitale oppure per mezzo di copia cartacea, e proibire l’imbarco in caso di mancata compilazione del documento di viaggio.

Il personale di bordo delle compagnie e membri dell’equipaggio sono esonerati dall’obbligo di compilare e ottenere il dPLF.

E per entrare in altri Paesi dell’Unione Europea?

Per ora il Passenger Locator Form è obbligatorio solamente per l’ingresso in Italia dall’estero, mentre per entrare in altri Paesi dell’Unione Europea sono previsti altri moduli nazionali che puoi trovare elencati su questa pagina; verifica in base alla tua destinazione tutti i requisiti di ingresso di ogni Paese.

Gianluca Orlandi

Viaggio con solo bagaglio a mano dal 2013 e cerco di farlo sempre spendendo il meno possibile. Su questo blog di viaggi condivido consigli, trucchi, guide sulle principali compagnie aeree e articoli sulle città e Paesi che ho visitato personalmente. Segui le mie avventure in giro per il mondo su Instagram oppure offrimi un caffè se l'articolo che hai letto ti è stato di aiuto.

2 commenti su “Passenger Locator Form digitale (dPLF): cos’è e come funziona”

  1. Salve

    In caso in cui il Passenger locator form deve essere modificato per una qualsiasi natura /ragione , è possibile fare modifiche dopo che è stato inoltrato ?

    Rispondi
    • Ciao Francesco, si è possibile accedere al proprio account per modificare le informazioni inserite nel Passenger Locator Form.

      Ricordati poi di usare il codice QR aggiornato o scaricare e stampare nuovamente il documento.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *